Beneteau Flyer 7.7 SunDeck, esuberante e confortevole

In attesa dell’ammiraglia Flyer 8.8, il Beneteau Flyer 7.7 SunDeck piace per le doti marine e le soluzioni abitative a bordo.

Guardando il Beneteau Flyer 7.7 SunDeck prendo atto che il ”dayboat” si sta evolvendo, merito anche di Beneteau che sta sviluppando con i nuovi Flyer una tipologia di barche dalle misure contenute, ma che riescono a riproporre tante soluzioni che siamo abituati a trovare su scafi più grandi, a tutto vantaggio della versatilità e del comfort di bordo. Da ricordare che oltre alla versione SunDeck, il Flyer 7.7 è offerto anche nell’allestimento SpaceDeck con la sola consolle centrale e SportDeck con bowrider.

Beneteau-Flyer-7-Sundeck_5

Tutti i pregi del Beneteau Flyer 7.7 SunDeck

Il fregio che corre lungo la fiancata del Beneteau Flyer 7.7 Sundeck, una sorta di “firma” su tutta la nuova gamma, è tutto sommato la cosa che mi convince meno, perché mi pare tolga linearità al profilo complessivo. Una volta a bordo però non si vede e si apprezza piuttosto il solarium prodiero di grandi dimensioni (1,73×2,00 m), così come, senza appesantire la linea della barca, sottocoperta è allestita una vera e propria cabina dotata di tutti i comfort per prolungare fino al giorno successivo le uscite in mare. Con il suo spazioso quadrato interno ben luminoso, il letto doppio e il bagno separato con doccia e toilette, l’interno del Beneteau Flyer 7.7 SunDeck offre un volume davvero notevole.

Beneteau-Flyer-7-Sundeck_2

Bella la plancia che “stacca” con la sua colorazione scura dal resto della barca e apprezzabile il protettivo parabrezza. Per la seduta di driver e codriver si è optato per due poltroncine girevoli che all’occorrenza possono servire anche la dinette poppiera. In alternativa si può scegliere la versione con il divanetto e la cucina integrata nella sua struttura, a sottolineare la volontà di rendere questa “dayboat” il più possibile abitabile. Il pozzetto, dotato di un’ampia seduta a poppa e di due sedili laterali pieghevoli, offre un discreto spazio per la vita a bordo e volendo si può allestire una dinette o trasformarlo in un secondo solarium. Per l’accesso al mare, comodo il passaggio a sinistra che prosegue nella plancetta a fianco del fuoribordo.

Beneteau-Flyer-7-Sundeck_1

Una citazione infine per la carena Airstep che su questa gamma è arrivata a un ulteriore sviluppo. Il suo funzionamento è semplice: due prese ai lati del parabrezza hanno il compito di catturare l’aria che viene poi “sparata” sott’acqua attraverso appositi canali che sfociano sul fondo della carena, così da ridurre la resistenza fra acqua e carena e quindi agevolare lo scivolamento a favore di una maggiore velocità con l’utilizzo di minore potenza.

Beneteau-Flyer-7-Sundeck_11

Il test

Sarà la carena Airstep, la potenza fin troppo esuberante dei due Suzuki DF150 o l’onda lunga del mare di Palma di Maiorca dove mi trovo per questo test, ulteriormente peggiorata dal vento che si è alzato deciso, resta il fatto che mi sono proprio divertito a provare questo Beneteau Flyer 7.7 SunDeck. La motorizzazione appare subito un po’ esagerata, al limite di quanto consigliato come cavalleria massima, però mai si ha la sensazione di perdere il controllo della barca che anzi, più si verifica la sua tenuta e più si è portati a esagerare dando quel tanto di trim che consente di passare i 40 nodi e raggiungere i 6 mila giri con i consumi che restano nell’ambito della consuetudine a queste velocità. La planata minima è tenuta a 2500 giri a poco meno di 10 nodi e con un consumo di 22 l/h, mentre l’accelerazione è bruciante: in poco più di 3 secondi si è in planata (con una cabrata minima che non toglie visibilità anche a chi non è troppo alto) e in circa 10 secondi si raggiungono i 30 nodi. Poi spazio al test che, con il mare sempre più agitato, evidenzia una barca particolarmente asciutta, mentre il collega fa le sue evoluzioni posso stare seduto sul divanetto di poppa senza mai essere raggiunto da spruzzi, magari d’estate non è un problema, ma durante un test con macchine fotografiche e appunti è una aspetto molto apprezzato.

Caratteristiche tecniche

  • Lunghezza ……………………… m 7,62
  • Lunghezza scafo ……………….. m 6,96
  • Larghezza ……………………… m 2,73
  • Dislocamento senza motore …… kg 1.878
  • Serbatoio carburante …………… l 285
  • Serbatoio acqua ………………… l 100
  • Portata persone ………………… 10
  • Motorizzazione max …………… cv 300
  • Categoria omologazione ………… C-D

Prestazioni

  • 650 giri ……………… 2,3 nodi ……………… 2,6 l/h ……………… 56 db
  • 1000 giri ……………… 4,1 nodi ……………… 4,0 l/h ……………… 60 db
  • 1500 giri ……………… 5,8 nodi ……………… 7,8 l/h ……………… 63 db
  • 2000 giri ……………… 7,3 nodi ……………… 14 l/h ……………… 67 db
  • 2500 giri ……………… 9,1 nodi ……………… 23 l/h ……………… 68 db
  • 3000 giri ……………… 13,7 nodi ……………… 30 l/h ……………… 72 db
  • 3500 giri ……………… 21,7 nodi ……………… 37 l/h ……………… 73 db
  • 4000 giri ……………… 25,4 nodi ……………… 47 l/h ……………… 78 db
  • 4500 giri ……………… 28,9 nodi ……………… 62 l/h ……………… 79 db
  • 5000 giri ……………… 32,3 nodi ……………… 83 l/h ……………… 81 db
  • 5500 giri ……………… 39,7 nodi ……………… 102 l/h ……………… 82 db
  • 6000 giri ……………… 42,0 nodi ……………… 114 l/h ……………… 83 db

Condizioni della prova
Mare leggermente mosso, temperatura 18°C, carena pulita, carburante 250 l, acqua 100 l, equipaggio 3 persone

Prezzi
Beneteau Flyer 7 Sundeck solo scafo ……… 26.930 euro, Iva esclusa
Suzuki DF150 ……………………………… da 15.160 euro, Iva inclusa

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2017 BoatMag. All Rights Reserved.