Wider 32

Due nuovi progetti per Wider

Tira da un lato, tira dall’altro, e la gamma Wider si allunga. Mentre nel cantiere marchigiano prosegue la costruzione del nuovo Wider 150 (con varo previsto per l’estate 2015), al Salone di Miami debuttano altri due progetti importanti. Si tratta della nuova ammiraglia Wider 165, lunga 50 metri, e del “piccolo” Wider 32, un 9,60 metri, nato come tender del nuovo superyacht, ma destinato a diventare anche un open da crociera.

Wider 32

Secondo le previsioni del cantiere il 32 sarà varato a fine maggio ed è un daycruiser di 9,60 metri dal design esclusivo, firmato da Fulvio De Simoni, e disponibile in sei diverse colorazioni. Il pozzetto prevede una dinette con tavolo regolabile per trasformare il tutto in un esteso prendisole, ma tutto l’ambiente è progettato per poterlo adattare facilmente alle specifiche esigenze dei diversi armatori. Sottocoperta c’è una cabina con due divani contrapposti, che si possono convertire in un letto doppio. La cucina si sviluppa su un mobile a scomparsa ed è ben equipaggiata, così come completo è anche il bagno, che è anche dotato di cabina doccia.

 

I numeri del Wider 32

Lung. f.t. 9,60 m; larg. 3,00 m; imm. 0,55 m; disl. 5 t; carb. 500 l; acqua 150 l; mot. 2×260 cv efb; velocità di crociera (stimata con 1/3 del carico) 32 nodi, velocità massima (stimata con 1/3 del carico) 37 nodi; cat. Ce: B

La gamma colori del Wider 32

Scoprilo nel nostro articolo: Wider 32 molto tender e molto cruiser

La nuova ammiraglia

Più curiosa, invece, la storia del Wider 165. In principio era il 150 nelle attenzioni dell’armatore, ma poi… galeotto fu il tender. Per poter imbarcare il Wider 32 si è reso necessario “allargare il progetto”, così ora la nuova ammiraglia del cantiere marchigiano diventa questo 50 metri che è stato ordinato dal coprietario del cantiere stesso, il signor Tan Sri Lim Kok Thay.

Wider 165

Interamente costruito in alluminio, il Wider 165 avrà un sistema di propulsione diesel/elettrica accoppiati alle innovative trasmissioni Azipod che offrono vantaggi significativi e meno vibrazioni rispetto alle tradizionali linee d’asse.

La totale possibilità di personalizzazione della barca, rende possibile creare anche i layout ad hoc scegliendo il numero e la disposizione delle cabine, che si potranno vedere quando la barca sarà pronta, nel 2016.

 

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2017 BoatMag. All Rights Reserved.