Provato il Beneteau Swift Trawler 35, come prima più di prima

In mare con il nuovo Beneteau Swift Trawler 35 che, con un mare tutt’altro che facile, si conferma marino il giusto e il resto lo fa la sua abitabilità.

Se eravate rimasti ben impressionati del precedente 34, adesso non potrete che esserne totalmente conquistati. Certo i trawler, anche quelli di nuova generazione semiplananti, sono una tipologia di barche particolare: se amate gli slanci prodieri, le linee affusolate e le galoppate a 50 nodi, non sono certo le barche che fanno per voi. Ma se amate vivere il mare in tranquillità e godere di una buona abitabilità a bordo, magari scegliendo la barca come alternativa alla seconda casa al mare, allora questo Beneteau Swift Trawler 35 ha diritto a tutte le vostre attenzioni.

 

Beneteau Swift Trawler 35, a bordo

Come salgo a bordo il Beneteau Swift Trawler 35 conferma tutto quello che di buono avevano lasciato immaginare i rendering che BoatMag aveva già pubblicato questa estate (li trovate qui sotto con la descrizione del layout). Sono molte le cose cambiate rispetto al precedente 34, a cominciare dalla carena completamente ridisegnata e allargata per migliorare la stabilità di forma e, al contempo, essere più efficace per deflettere gli spruzzi con mare formato. Considerando quello che mi aspetta fuori da Port Ginesta, sulla riviera di Barcellona, lo verificherò molto presto.

 

In attesa di staccarmi dal pontile, ho modo di apprezzare la soluzione della poppa che si apre interamente e anche le due panchette che si ritraggono fino a lasciare sgombro tutto il pozzetto, soluzione certamente apprezzata dagli appassionati di pesca. La propaggine del fly è percorsa lungo tutto il suo perimetro dal tendalino che permette di chiudere completamente il pozzetto, mentre adesso è ovviamente tutto raccolto nella sua sede.

 

In pozzetto noto l’ampia dotazione di tientibene sul cielo, dove c’è anche la possibilità di montare una tenda per separare la dinette dalla zona cucina/plancia, nel caso la si voglia trasformare nella terza cuccetta doppia. Armatore e due ospiti troveranno invece ampia accoglienza nelle due cabine, dove condivido la scelta di un unico grande bagno e apprezzo la porta della cabina armatoriale in due ante. L’ambiente è molto luminoso, merito del passaggio dai semplici oblò del 34 alle finestrature che caratterizzano invece il Beneteau Swift Trawler 35.

 

Tornando in coperta, mi piace la porta laterale di fianco alla plancia di comando coperta (quest’ultima completamente ribaltabile per accedere facilmente ai cablaggi), ma soprattutto la grande vetrata di cristallo scuro che caratterizza la murata di dritta, maggiormente apprezzabile per il suo comodo e protettivo passavanti. Semmai non mi convince il massiccio elemento di vetroresina che lo protegge a poppa; nulla da notare invece a prua: tutto nella norma. Così come sul fly, dove l’ampia area di poppa è lasciata libera, ma manca un mobile grill.

 

Beneteau Swift Trawler 35, il test

È il momento di affrontare il mare spagnolo, ancora agitato dalle buriane dei giorni precedenti, ma tendente a calmarsi. C’è modo comunque di apprezzare il buon comportamento della rinnovata carena sia sull’onda lunga sia su quella più secca formata dalla nostra scia. Resto sorpreso del cortissimo raggio di virata, merito anche della motorizzazione monomotore che immagino farà storcere il naso a qualcuno, ma alternative non ce ne sono. Da solo comunque il Cummins QSB6 riesce a spingere il Beneteau Swift Trawler 35 fino a quasi 20 nodi (19,5 per la precisione) con un consumo di soli 76 litri di gasolio all’ora. Ma non sono certamente le prestazioni velocistiche il plus di questa barca e allora verifico che la planata minima è tenuta a 10 nodi e 2 mila giri, con il consumo che si abbatte a poco più di 27 litri/ora e, se si naviga in dislocamento a otto nodi, scende addirittura a 11 l/h. A queste velocità si perdona anche il timone un po’ duro e la leggera cabrata in planata. Si apprezza però il fatto che gli spruzzi mai raggiungono il prendisole di prua e tantomeno il pozzetto, oltre all’eccellente insonorizzazione interna, come i dati del fonometro ben evidenziano. Semmai devo notare che togliendo manetta bruscamente il pozzetto viene un po’ allagato, ma basta avere solo un po’ di attenzione per evitarlo.

I numeri del Beneteau Swift Trawler 35

  • Lunghezza ft ……………………… m 11,29
  • Lunghezza scafo …………………… m 10,81
  • Larghezza ………………………… m 4,03
  • Immersione ……………………… m 1,17
  • Dislocamento …………………… kg 8.252
  • Motorizzazione ………………… Cummins QSB6 425 cv
  • Serbatoio carburante …………… l 800
  • Serbatoio acqua ………………… l 2×150
  • Portata persone ………………… 8/10/11
  • Omologazione CE ……………… B/C/D

Prestazioni

  • 600 giri ……………… 3,5 nodi ………… 1,3 l/h ……… 61 db
  • 1000 giri ……………… 5,6 nodi ………… 3,4 l/h ……… 64 db
  • 1500 giri ……………… 7,8 nodi ………… 11 l/h ……… 67 db
  • 2000 giri ……………… 9,3 nodi ………… 27 l/h ……… 72 db
  • 2500 giri ……………… 13 nodi ………… 49 l/h ……… 75 db
  • 3000 giri ……………… 19 nodi ………… 76 l/h ……… 78 db

Condizioni della prova

  • Mare leggermente mosso, carena pulita, carburante 560 l, acqua 120 l, equipaggio 6 persone

Prezzo (Iva esclusa)

  • Cummins QSB6 425 cv ………………… 239.700 euro

 

 Beneteau Swift Trawler 35 per il massimo comfort

Sempre sicuri e comodi qualunque siano le condizioni atmosferiche. Così sul Beneteau Swift Trawler 35 il pozzetto poppiero (sullo stesso livello della plancetta e in diretto collegamento) è quasi completamente protetto dalla propaggine del fly che si allarga anche sopra il passavanti di dritta (l’unico) per garantire un comodo passaggio a prua, eventualmente sfruttando anche la porta laterale all’altezza della plancia di comando coperta. A prua, il classico prendisole farà concorrenza agli ampi spazi aperti del fly, che propone la plancia a dritta per lasciare il resto dello spazio alla dinette trasformabile in solarium, mentre a poppa l’area è libera, a scelta dell’armatore.

Gli interni hanno un layout abbastanza tradizionale. In quadrato, la dinette è subito all’ingresso, mentre il mobile cucina è fronteggiante alla plancia coperta: volendo tavolo e divani si possono trasformare in un letto doppio ed è prevista anche una tenda per separarli dalla timoneria. Due le cabine sul ponte inferiore: quella armatoriale a prua e quella degli ospiti, con due cuccette sovrapposte, a sinistra. Un solo bagno ma di generose dimensioni con box doccia separato.
Grande attenzione all’autonomia in navigazione grazie alla generosa dimensione dei serbatoi di acqua e gasolio, così il Beneteau Swift Trawler 35 non vien certo meno alla fama di gran navigatore che ha decretato il successo del modello precedente.

Leggi il nostro test del Beneteau Swift Trawler 30

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2017 BoatMag. All Rights Reserved.