Fishing ma anche cruising per la rinascita della Nuova Tuccoli

Tre modelli (presto quattro) con un occhio alla crociera pur conservando le doti marine dei tanto apprezzati fisherman, ecco la ricetta della Nuova Tuccoli.

La crisi degli anni passati ha messo in ginocchio anche alcuni cantieri che, per la qualità dei loro prodotti, non avrebbero meritato di dover fare i conti con la recessione economica. Tuccoli è certamente uno di questi: i suoi fisherman erano apprezzati e ammirati e quindi si deve accogliere con piacere la notizia che un avveduto investitore abbia deciso di puntare sul cantiere livornese, riportando in attività la Nuova Tuccoli che riprende una tradizione iniziata nel 1958.

Ecco la Nuova Tuccoli con il T440 Open

Non c’era molto da inventare: la qualità dei modelli della passata gestione era consolidata e il restyling ha quindi riguardato soprattutto l’allestimento, con un occhio più attento anche alle esigenze dei crocieristi. Non deve trarre in inganno questa affermazione, i modelli della Nuova Tuccoli conservano tutte le caratteristiche marine e di layout che hanno reso famoso il cantiere livornese, ma nell’allestimento delle aree notte e living si è prestata maggiore attenzione anche alle esigenze dei compagni di crociera, che magari non amano particolarmente giocare con ami e lenze, ma piuttosto godersi il mare e il sole. Dei veri “suv” del mare.

In questa direzione si muovono tutti i modelli della Nuova Tuccoli: dall’ammiraglia T440 Open (a cui si riferiscono le immagini di corredo all’articolo), che è affiancata dal T370 e dal T280 Easy Rider, mentre il T310 è annunciato a breve. Comune a tutti una carena marina, motorizzazione entrobordo con linea d’asse e un layout della coperta che sa coniugare spazi aperti ideali per la pesca ma anche per godersi la crociera, come degli interni caldi e accoglienti, curati nell’allestimento per dare il giusto comfort a tutti gli ospiti.

L’ammiraglia T440  è uno scafo di 13,65 m fuori tutto con una motorizzazione di 2×480 cv per una velocità massima di 32 nodi. La linea esterna si contraddistingue per l’hardtop rigido a proteggere plancia e dinette, delfiniera e un ampio pozzetto ben sgombro, ma anche un comodo prendisole a prua. L’allestimento degli interni prevede due cabine e una seconda dinette servita da un mobile cucina.

Omologato natante è invece il T370 di 11,20 metri di lunghezza fuori tutto (ma 9,99 m di scafo) motorizzato con una coppia da 350 cv l’uno per una velocità massimo di 31 nodi e 26 nodi di crociera; sempre due le cabine sottocoperta. Una sola cabina, ma un’ampia dinette trasformabile, per il T280 di 9,13 metri fuori tutto e una motorizzazione di 2×350 cv. Il futuro della Nuova Tuccoli è già iniziato.

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2017 BoatMag. All Rights Reserved.