Novità 2018: l’autunno Yamaha con un mare di proposte interessanti

Non solo i nuovi fuoribordo già presentati nel corso dell’anno, l’autunno Yamaha propone una serie di novità a 360° che andiamo a presentare.

Dei nuovi fuoribordo F80D e F100F, così come dell’altra coppia F150G e F175C abbiamo già scritto; pure delle lance di alluminio Buster Boats ci siamo già occupati. Meglio quindi concentrarsi sulle altre novità che l’autunno Yamaha ci riserva per la prossima stagione. Pensarci fin da adesso è un utile esercizio anche perché così si possono sfruttare gli incentivi Yamaha Satisfaction Sea fino alla fine di ottobre.

Con l’autunno Yamaha le new entry dei Cantieri Capelli

Dai Cantieri Capelli arrivano due nuovi gommoni: prima novità è il Tempest 38, terzo modello della Luxury Line, dopo il Tempest 44 e Tempest 40. Progettato dal dipartimento tecnico e sviluppo di Cantieri Capelli, il Tempest 38 è interamente costruito presso il cantiere di Spinadesco (CR), con chiglia stampata in infusione. Il layout della zona poppiera vuole privilegiare un maggiore vicinanza al mare, mentre la consolle di comando permette la guida in piedi o seduti grazie al sistema flip-up di serie ed esalta il tono sportivo del battello. Comfort e relax sono garantiti, sia nella zona prodiera sia in quella a poppa, da una spaziosa area solarium con comodi schienali e un ampio divano a C.

Seconda novità è il Tempest 900 WA, naturale evoluzione del modello icona della gamma Capelli. Il nuovo modello è stato rivisto e rinnovato in ogni sua parte, dalla disposizione delle sedute in pozzetto al divano di poppa, passando per la zona living e la dinette poppiera che diventano ancora più accoglienti. Diverse anche le novità sottocoperta, nonostante la fedeltà al layout del precedente 900 WA.

Con l’autunno Yamaha, da Capelli arriva anche il nuovo configuratore per la linea di gommoni Tempest. La personalizzazione è da sempre al centro della filosofia del cantiere e ora anche l’utente finale potrà diventare protagonista nella scelta dei dettagli e delle personalizzazioni del suo Tempest. Il nuovo strumento è disponibile online sul sito del cantiere, per ora con la configurazione dei due modelli, il Tempest 38 e il Tempest 600, ma in futuro il numero di unità disponibili verrà ampliato.

Anche fuoribordo per l’autunno Yamaha

Oltre ai già citati 80-100 e 150-175 una novità anche per i “senzapatente” con il lancio del F40 Supreme. In realtà si tratta del conosciuto F40GETL che, con la nuova denominazione, vuole sottolineare come questo 16 valvole sia al top della categoria. Così cambia nome e stile, con un look rinnovato e un concept potente e grintoso. Performance e potenza sono sempre le stesse, ma migliora la riconoscibilità, quindi eleganza del design e prestazioni, da sempre elementi distintivi di Yamaha.
Elementi ulteriormente ribaditi dal F300 Limited Edition che si presenta con la calandra nera. Il potente 300 cv in edizione limitata è disponibile esclusivamente in package con i cantieri partner: Capelli, Jeanneau, Buster Boats e Lomac.

Tutto sotto controllo con il nuovo Helm Master

Il controllo integrato dell’imbarcazione fa un ulteriore passo avanti con il nuovo Helm Master ora è dotato del sistema SetPoint a tre modalità e del nuovo display CL7. Con SetPoint la tecnologia di navigazione GPS si lega al sistema Helm Master e offre tre modalità: StayPoint che mantiene l’imbarcazione vicina a un punto selezionato con direzione e posizione costanti; FishPoint che mantiene l’imbarcazione vicina a un punto selezionato con la sola posizione costante ma non la direzione e DriftPoint che consente di seguire vento o corrente mantenendo la direzione e non la posizione. Altra importante caratteristica è il DEC (Digital Electronic Control) Helm Master che è dotato di joystick intuitivo collegato con il sistema Drive-by-Wire. Molto semplice da utilizzare, dà la possibilità di controllare fino a quattro fuoribordo e offre una vasta gamma di funzioni: controllo velocità, regolazione trim, leva singola, motore centrale e acceleratore libero.

Lanciato nella primavera 2017 è ora disponibile anche il display CL7, indispensabile per configurare e utilizzare la nuova funzione SetPoint a tre modalità. Con il display a colori da 7”, CL7 offre informazioni chiare e facili da leggere anche nelle più difficili condizioni di mare, di notte e di giorno, mentre l’intuitivo touchscreen è dotato di funzioni e connettività MFD (Multi-Function Display) complete e fornisce dati sistema relativi al motore e all’imbarcazione per un massimo di quattro fuoribordo.

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2017 BoatMag. All Rights Reserved.