Motonautica: Alex Carella, l’Australia dopo la 24 Ore di Rouen

Il pilota piacentino Alex Carella, tre volte iridato in F1, abbandona temporaneamente il Team Qatar per partecipare alla 51ª edizione della 24 Ore di Rouen e poi volare in Australia.

Il Campionato mondiale F1 motonautica ha cancellato le gare di maggio e luglio (Venezuela e Ucraina) per tornare solo a ottobre con il GP della Cina, cui faranno seguito le due gare previste negli Emirati: Abu Dhabi il 5 dicembre e Sharjah il 12 dicembre.

Alex Carella

Alex Carella

24 Ore di calma
Una pausa troppo lunga per tutti, figuriamoci per uno come Alex Carella che ha una gran voglia di correre. “Ho preso al volo gli assist di Guido Cappellini e Rhys Coles. Guido, da tempo, è impegnato con il gruppo russo del Team New Star che in questo fine settimane sarà in acqua con due catamarani (ovviamente Dac) alla 24 Ore di Rouen. Sulla nuova Dac di Classe 2, abbiamo fatto diversi test, a secco e in acqua (sul lago di Lecco e soprattutto a San Nazzaro grazie alla collaborazione e alla passione di Alessandro Cremona e del suo clan), senza dimenticare quegli aspetti che, per una gara come la 24 Ore, sono insoliti. Quest’anno, con l’edizione numero 51, per esempio si tornerà per qualche ora a gareggiare di notte (e sugli scafi bisogna mettere i fari); poi serve perfezionare al massimo i rifornimenti e il cambio del pilota: con me sullo scafo n.20  ci saranno i russi Nikita Lijcs, Mikhail Kitashev e Konstantin Ustinov… Sto vivendo davvero una bella esperienza: sto dando una mano a questi nuovi piloti, sto insegnando loro tutto quello che posso, dalla guida a come affrontare Rouen che non è una gara come tutte le altre. Chiaro che punteremo al successo di Classe 2 e non a quello assoluto, ma spiegherò loro un segreto forse piccolo piccolo, ma fondamentale per farcela: a Rouen, in una gara così lunga, la calma è quella che ti porta alla fine! Come dimenticare, del resto, che lo scorso anno (in un’edizione durata in realtà 22 ore e 35 minuti), dopo 787 giri, ci siamo imposti con due soli giri di vantaggio e dopo una rimonta proprio nell’ultima ora di gara?”.

In prova a San Nazzaro

In prova a San Nazzaro

il logo della 24Ore di Rouen 2014

il logo della 24Ore di Rouen 2014

La festa per la vittoria alla 24 Ore di Rouen 2013 con Carella e Chiappe

La festa per la vittoria alla 24 Ore di Rouen 2013 con Carella e Chiappe

24 Ore Rouen 1973, il trionfo di Redaelli, Riva e Baggioli

24 Ore Rouen 1973, il trionfo di Redaelli, Riva e Baggioli

Nella terra dei canguri
Diverso l’approccio con l’Australia. “L’amicizia con Rhys Coles è alla base di tutto. È stato lui che mi ha invitato per le gare del 23-24-25 maggio sul fiume Manning, a Taree (Nuovo Galles del Sud) dove, a fianco di alcune gare nazionali e mondiali (6 Litri e Illimitata) si disputerà anche il campionato Asia-Pacifico della Classe SST120 (in pratica una F2), e sarà in quella categoria che gareggerò anch’io. Sarò in Australia da metà maggio per preparare l’imbarcazione, anche questa una Dac: tornare di nuovo su una F2 sarà comunque emozionante… Scontato il fatto che non voglio andare a fare la comparsa, soprattutto perché sto ricevendo decine di messaggi da parte di piloti australiani che sono felici di poter gareggiare con me. Ma mi dicono che battermi sarà uno stimolo in più per tutti loro… vedremo”.

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.