Sessa Key Largo 24 Inboard, la scossa dal basso

I “piccoli” promettono di essere l’asse portante della ripresa di tutto il settore.

Ecco perché questo Key Largo di Sessa Marine non solo è una barca interessante, ma si propone come uno dei riferimenti per il rilancio “dal basso” della nautica. Velocità e divertimento non mancano e anche il comfort della vita a bordo non è trascurato, per una crociera diurna divertente e alla portata di molti.

L’allestimento con l’entrobordo non solo offre una plancetta poppiera a tutta larghezza ma, ben più importante, permette di allestire un secondo prendisole a poppa che, abbattendo lo schienale del divanetto e utilizzandolo come ulteriore cuscino, arriva a una dimensione di tutto rispetto, tutto questo anche grazie all’incremento della lunghezza fuori tutto di quasi un metro rispetto al modello fuoribordo. Se invece si preferisce la dinette non c’è che da chiederlo: si monta rapidamente il tavolino tondo (optional), si ruotano le due poltroncine di driver e codriver ed eccola allestita. Per riporre dotazioni ed eventuali attrezzature sub niente di meglio del vano motore, magari un po’ più attrezzato per questo utilizzo ai lati del possente Volvo. C’è anche un capiente gavone lungo la fiancata di dritta, pensato per le canne da pesca, dove si può apprezzare l’interno di resina lucida che ne semplifica la pulizia.

Bella e razionale la plancia, affiancata dal tambuccio di accesso alla cabinetta, entrambi protetti da un profilato parabrezza, con il plexiglass contornato da un robusto tubo inox che assolve perfettamente anche la funzione di tientibene. Con mare calmo non ce n’è granché bisogno perché i due passavanti che portano al solarium prodiero sono ben dimensionati e comodi. A prua, la forma squadrata consente di ampliare la superficie dei cuscini, che si allungano fin sulla tuga centrale a creare una sorte di chaise longue. A proteggere il tutto una robusta battagliola, mentre a prua estrema il vano del verricello dell’ancora è chiuso nel suo gavone e lascia spazio a una miniseduta di teak che può servire anche come trampolino per entrare in acqua.

Una menzione particolare merita il tendalino, completamente a scomparsa a pruavia della tuga sotto i cuscini, particolarmente curata la sua struttura incernierata ai lati del pozzetto. Si nota però la mancanza di un mobile bar/cucina che completerebbe la dotazione e amplierebbe le possibilità di utilizzo della barca.

Inevitabilmente gli interni sono ridotti, con una essenziale cabina che offre a dritta un mobile bar di dimensioni tale da consentire l’inserimento di un frigo da 42 litri e l’allestimento di un lavello. A puavia si allarga una cuccetta doppia, mentre nel mobile di sinistra tutto è predisposto per accogliere un eventuale wc elettrico completamente a scomparsa.

sessa-key-largo-24-ibsessa-key-largo-24-ibsessa-key-largo-24-ibBoatMagsessa-key-largo-24-ib-in-navigazione

Il Sessa Key Largo 24 Inboard alla prova

“Non è certo un mare ideale per un sette metri” penso mentre affronto le prime onde.

Invece il KL24 fa di tutto per smentirmi, certo la sua lunghezza non gli consente delle perfomance azzardate, ma la navigazione fino a 3000 giri è discretamente tranquilla, è semmai oltre che diventa più avventurosa. Fino a quella che possiamo considerare la sua velocità di crociera si viaggia, nonostante il mare, a oltre 21 nodi con un consumo di soli 30 litri/ora.

Cerco in prossimità della diga foranea di salire ulteriormente e in effetti riesco a portare la manetta a fondo corsa e spingere il Key Largo fino a 4500 giri e 36 nodi di velocità, la migliore prestazione raggiungibile senza prendersi eccessivi rischi. In condizioni di calma si possono raggiungere i 5000 giri lavorando con il trim (io lo avevo assolutamente neutro) raggiungendo i 40 nodi. Una prestazione persino eccessiva per una barca che deve essere soprattutto sole e relax e così annoto che la planata minima è tenuta a 2200 giri a poco più di 10 nodi consumando 20 l/h.
La navigazione con mare formato è utile però per promuovere a pieni voti la carena che, tranne rare eccezioni, è sempre molto morbida nel passaggio sull’onda, mentre la maneggevolezza complessiva della barca è confermata dalla buona familiarità che maturo in pochi minuti di navigazione.

Il vento mi butta addosso tanti spruzzi vanificando l’eccellente lavoro della carena, forse un parabrezza più protettivo sarebbe gradito, ma non devo dimenticare che navigare in queste condizioni è più l’eccezione che la norma e quindi non mi sento di condannare troppo il cantiere che ha preferito salvaguardare il design complessivo della barca senza appesantirne le linee.

Il Sessa Key Largo 24 Inboard in cifre

Caratteristica Valore
Lunghezza f.t. 7.70 m
Larghezza 2.50 m
Dislocamento 2000 kg
Motorizzazione Volvo Penta 270 cv
Serbatoi carburante 270 l
Serbatoio acqua 45 l
Portata persone 8
Categoria di progettazione B

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.