Lomac Adrenalina 9.5, adrenalina di nome e di fatto

Adrenalina 9.5 riesce a raccogliere un numero tale di innovazioni e accorgimenti che merita certamente l’attenzione che ha destato.

La coperta del Lomac Adrenalina 9.5

Parto dalla poppa, dove le due plancette ai lati dei fuoribordo garantiscono una comoda risalita dal bagno. Il passaggio in pozzetto è a dritta mentre, al suo fianco, si allunga un comodo divanetto che volendo può essere ampliato in un mezzo prendisole con l’aggiunta di un elemento di legno e di un cuscino che sono riposti nel gavone sottostante, quest’ultimo è davvero enorme e può accogliere tutte le dotazioni e le attrezzature per sub o sci nautico.

Una plauso per il tendalino che scompare completamente sotto la cuscineria, ma quando serve si monta relativamente in poco tempo. A poppavia della plancia si trova la seduta del driver, anche se sarebbe più corretto definirla il mobile cucina, perché sotto si apre un piano di lavoro ampio dotato di lavello e fornello, mentre nella struttura c’è posto per il frigorifero e per un piano ribaltabile così da allestire un pratico tavolino.

Un piccolo appunto però per la plancia, ampia e con gli strumenti disposti in maniera ben leggibile, ma anche un po’ poco originale con il suo grande piano inclinato dove l’unica nota di creatività è la disposizione dei vari monitor, un design più accattivante l’Adrenalina se lo meritava.

A prua il prendisole che non si accontenta di offrire degli ampi gavoni sotto i cuscini ma, grazie al tavolino elettrico, si trasforma in dinette in un attimo. L’ancora non si vede e l’acceso al suo gavone è garantito da uno sportellino, così la parte superiore del musone di vetroresina può accogliere un pianetto di teck, ottimo quando si ormeggia di prua.

Infine, apprezzabile essere riusciti ad allestire anche una cabina con un letto doppio o due cuccette singole e disimpegno centrale trovando pure lo spazio per un wc. Il tutto eseguito con eleganza e buon agio negli spazi, tanto da non far minimamente pensare a una soluzione di ripiego, ma piuttosto a un’opportunità in più.

La prova del Lomac Adrenalina 9.5

Il mare non è proprio tranquillo e una fastidiosa onda lunga vorrebbe compromettere le prestazioni velocistiche dell’Adrenalina 9.5. Tentativo fallito perché come diamo gas i due Yamaha da 300 cv lanciano rapidamente il gommone a 50 nodi e, come usiamo un po’ i trim, saliamo fino a 5800 giri toccando i 53 nodi, solo uno in meno a quanto dichiarato dal cantiere, forse in condizioni di mare un po’ più favorevoli.

Il consumo di poco superiori ai 200 litri/ora mi consiglia di verificare se a velocità di crociera, indicata dal cantiere a circa 30 nodi, le cose vanno meglio. In effetti a 3000 giri e 31 nodi bastano poco più di 63 litri all’ora, che scendono addirittura a 26 l/h a 2000 giri mentendo la planata minima e viaggiando a circa 12 nodi. Ampiamente condivisibile quindi l’indicazione del cantiere che consiglia la coppia dei 250 cv e indica i due 300 come soluzione al massimo della potenza.

Proseguo la navigazione a velocità sostenuta e apprezzo l’eccellente protezione del parabrezza anche se sono in posizione eretta. Anche una “sparata” con mare al traverso conferma le ottime doti di stabilità, provo delle virate con raggi stretti che mi ribadiscono come anche sotto l’aspetto dell’agilità l’Adrenalina non teme rivali.

Il Lomac Adrenalina 9.5 in cifre

Caratteristica Valore
Lunghezza f.t. 9.42 m
Larghezza 3.51 m
Pescaggio 0.98 m
Dislocamento 2850 kg
Motorizzazione max 2×300 cv
Serbatoi carburante 700 l
Portata persone 20
Categoria di progettazione B


Prezzi e altri dati del test sul numero di BoatMag di marzo che potete sfogliare e scaricare gratis
Visita il sito ufficiale Lomac

 

 

 

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.