Sanlorenzo SL 102, un superyacht che rompe gli schemi con audacia

Presentato al Cannes Yacht Festival come novità 2019, è stato definito da tutti lo yacht asimmetrico. Una scelta audace quella fatta sul nuovo Sanlorenzo SL 102, che scardina impostazioni consolidate da sempre e rielabora lo spazio interno, rendendolo ancora più abitabile.

Quando lo scorso settembre ho visto in banchina, al salone di Genova, il nuovo Sanlorenzo SL 102 ho cercato di capire: ma asimmetrico dove? Tutti parlavano di questo nuovo Sanlorenzo e della sua unicità. Ci ho messo qualche secondo per rendermene conto, perché l’asimmetria c’è, ma non si vede… o meglio, non si percepisce al primo sguardo. E questo è proprio ciò che i designer avevano in mente.

Il risultato è uno yacht lungo 31,10 metri che non perde le caratteristiche distintive e riconoscibili dei Sanlorenzo. Il family feeling è salvo, e allo stesso tempo rappresenta qualche cosa di davvero nuovo. Qualche cosa che potrà lasciare il segno.

Ma andiamo a vedere dove e come si “nasconde” l’asimmetrica novità, nata da un’idea originaria di Chris Bangle (il geniale car designer) e sviluppata poi dai tecnici e designer interni del cantiere e dalla  Zuccon International Project.

 

Guardando il lato di dritta (foto sopra) e poi il sinistro (foto sotto) il Sanlorenzo SL 102 non pare asimmetrico. Eppure la differenza c’è, ma si nota solo guardando il main deck, che a dritta ha il classico passaggio laterale esterno che porta alla zona di prua, a sinistra invece no.

 

 

A sinistra lo yacht è uno scafo wide body, ossia la murata è continua dall’acqua fino al ponte sole. In poche parole da questa parte “non si passa”. Dov’è allora il passavanti di sinistra?

 

 

Eccolo qua. È sul ponte superiore e dei gradini lo collegano alla zona di prua del main deck.

 

 

Tale soluzione non è solo a vantaggio di un’originalità progettuale, ma ha anche evidenti benefici nell’abitabilità degli ambienti, non solo in termini di ampiezza ma anche di godibilità.

 

 

L’asimmetria ha permesso di guadagnare circa 10 metri quadrati in più nel salone, che ora da un lato ha una vetrata incredibile sul mare e dall’altro un balcone, anzi una terrazza (l’impavesata si apre a ribalta) sul mare.

 

 

Perfetta, invece, la simmetria a poppa del Sanlorenzo SL 102. Le due scale laterali incorniciano il portellone del garage per il tender.

 

 

Il Sanlorenzo SL 102 nella sua originalità ha mantenuto, comunque, le caratteristiche che rendono davvero inconfondibili gli yacht costruiti dal cantiere di Ameglia: grande sobrietà nelle linee, un attento equilibrio nella gestione dei volumi e una sovrastruttura non invadente e decisamente snella.

 

 

Le motorizzazioni sono Mtu. A scelta è possibile montare due 16V 2000 M86 di 2.216 cavalli (1.630 kW) che, come dice la casa tedesca, sono per: “fast vessels with medium load factors”, oppure due 16V 2000 M96 di 2.434 cavalli (1.790 kW) per: “fast vessels with low load factors”.

 

Due i layout degli interni: il primo ha la suite armatoriale a prua del main deck e 4 cabine ospiti sul lower deck. Il secondo – pensato per un gusto più americano – ha tutte le cabine, armatoriale compresa, sul lower deck; in questo caso, sul ponte principale c’è una grande cucina open space a prua collegata con il salone e il bancone bar che guarda il pozzetto.

I numeri del Sanlorenzo SL 102

Caratteristica Valore

Lunghezza f.t.

31.10 m

Larghezza

7.10 m

Immersione a pieno

2.00 m

Motori

MTU 2×2216 o 2434 cv

Serbatoio carburante

12.000 l

Serbatoio acqua

2.000 l

Velocità di crociera

25 nodi

Velocità massima

28 nodi

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.