Rio Sport Coupé 56, una barca da “scoprire”

Lungo 18 metri il nuovo Rio Sport Coupé 56 è uno yacht versatile e personalizzabile in tutti i suoi aspetti. Appena varato, il primo esemplare è già nelle mani del suo armatore che sta navigando nelle acque atlantiche del Maine.

Dunque, il nuovo open hardtop di Rio Yachts piace anche nella patria delle lobster e dei trawler. Sarà per il suo progetto evoluto degli spazi interni, sarà per l’alto livello di personalizzazione, il Rio Sport Coupé 56 è un 18 metri che si può affacciare di buon grado in un ampio e diversificato spettro di mercati e aree geografiche.

Non è solo per le solite, e comunque mai scontate, caratteristiche di barca made in Italy con tutti i suoi dettagli di ricercatezza estetica e qualità dei materiali, ma è anche per i suoi layout interni su cui torno a mettere l’accento, perché vale la pena guardarli con attenzione.

Partiamo dal ponte principale, dove si evidenzia subito la polivalenza del pozzetto e – ambiente insospettabile – pure della cucina.

La cucina può diventare un nuovo luogo di possibile convivialità fra gli ospiti.

.

Per quanto riguarda il pozzetto, la possibilità di rendere interamente aperto oppure totalmente chiuso il quadrato di un open hardtop con una porta a vetri a scomparsa non è una novità dell’ultimora, ma resta comunque una soluzione che non è così comune sulle barche nel segmento dei 18 metri.

Al di là di questo, ciò che colpisce sul nuovo Rio Sport Coupé 56 sono i dettagli, come per esempio l’apertura “extra large” della sovrastruttura e la possibilità di aprire anche le sezioni laterali delle vetrate, cosa che rende il quadrato aperto quasi come un classico express cruiser senza l’hardtop.

Lo stesso hard top, realizzato in cristallo, incrementa il senso di proiezione verso l’esterno anche quando il quadrato viene completamente chiuso.

Una consolle all’avanguardia

Chi si mette al timone può davvero divertirsi pure con l’elettronica di ultima generazione, che è racchiusa negli evoluti prodotti di Garmin Marine.

La consolle, infatti, è caratterizzata da due display multifunzione touchscreen da 12 pollici, da cui il driver può gestire tutti gli strumenti di bordo, come le telecamere, l’autopilota, l’ecoscandaglio, il radar e il gps solo per citarne alcuni.

Scopri tutti i prodotti di Garmin Marine sul loro sito ufficiale

Non mi dilungo in descrizioni sull’allestimento, ma lascio parlare la photogallery in testa all’articolo e ognuno tragga le sue conclusioni in base ai propri gusti.

Segnalo invece un’altra particolarità: la plancia di comando, che è come sospesa nel vuoto. Questo dà un tono di originalità estetica anche all’allestimento tecnico, ma al tempo stesso, non poggiando su una stampata in vetroresina, permette di ampliare l’apertura e l’ariosità dell’ambiente sottostante che in questo caso è la cucina.

Una versatilità che unisce i gusti dei vari mercati

Proprio la cucina assume un ruolo importante sul Rio Sport Coupé 56, perché è su un livello ribassato rispetto al living poppiero rimanendo così in un locale indipendente, come sui superyacht, ma al tempo stesso è percepibile in un open space col resto dell’ambiente, cosa che insieme al suo bell’allestimento e la sua piacevole atmosfera la rende anche un nuovo luogo di possibile convivialità fra gli ospiti.

Questa è una soluzione che risulta molto in sintonia con i gusti americani (e comunque d’oltreoceano), dove prediligono gli open space, ma non tradisce le aspettative dei gusti mediterranei, che non disdegnano la separazione degli ambienti.

Un’altra soluzione che mette d’accordo tutti la troviamo in pozzetto, che è allestito in perfetto stile americano, ovvero con una mega-dinette a C che parte dallo specchio di poppa e che arriva fino alla linea di confine fra pozzetto e quadrato; niente superficie prendisole… almeno fino a quando non si decida di ottenerla. In questo caso è presto fatto, basta abbattere lo schienale poppiero e si ottiene il solarium, come ormai avviene nella stragrande maggioranza delle barche.

Meno comune è invece il formato king-size della spiaggetta bagno, che è anche a immersione. Qui si può inoltre disporre di un barbecue a scomparsa rivolto proprio verso la spiaggetta.

Due possibili layout sottocoperta

Sottocoperta il nuovo Rio Sport Coupé 56 propone diverse opzioni di layout:  si possono avere due o tre cabine e 2 bagni e poi si può scegliere se allestire l’alloggio per il marinaio al posto del garage per il tender.

L’armatore alloggia a centro barca in una cabina a tutto baglio con il letto disposto per traverso, ai piedi del quale è stato allestito un salottino con due poltrone e il tavolino centrale.

Anche il bagno armatoriale si sviluppa su tutta la larghezza dello scafo e si frappone fra la cabina e la sala macchine, contribuendo pure a un maggiore isolamento della cabina stessa.

.

La Vip a prua ha poco da invidiare all’armatoriale in quanto a spazio. Anche qui gli oblò sono allungati e, naturalmente, c’è l’accesso diretto al bagno, che rimane comunque in condivisione con gli altri ospiti a uso giorno o con l’eventuale terza cabina, che si può ricavare al posto della dinette accanto alla cucina e che si configura in due letti disposti a L.

Il tutto è disegnato da Marino Alfani, in collaborazione con l’ufficio tecnico di Rio Yachts, ma il cantiere va oltre e offre un elevato livello di personalizzazione degli interni.

Ogni armatore ha infatti a disposizione una notevole scelta di materiali e soluzioni d’arredo, e può essere accompagnato in un percorso di selezione da un’equipe di professionisti.

Conosci meglio Marino Alfani

Trentacinque i nodi di velocità massima raggiunti dal cantiere con i due Man da 800 cavalli di equipaggiamento di questo modello, che è già partito per gli Stati Uniti, dove navigherà nelle acque atlantiche del Maine.

I numeri del Rio Sport Coupé 56

Caratteristica Valore

Lunghezza f.t. 17.55 m

Larghezza 4.65 m
Immersione 0.76 m

Dislocamento a vuoto 25.000 kg

Motorizzazione EB 2x800 cv Man

Serbatoio carburante 2.250 l

Serbatoio acqua 740 l

Portata persone 16
Posti letto 4/6 + 1
Bagni 2+1

Categoria di progettazione B


Guarda il video ufficiale del cantiere

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.