Prestige 550, barca che vende non si cambia

Il Prestige 550 è il modello centrale nella gamma Flybridge del marchio francese. Una barca di successo, con numeri di vendita importanti. Quindi, se per il 2016 un aggiornamento c’è stato, è davvero di dettaglio.

Prestige 550, ovvero circa 18 metri, flybridge, dal marchio di lusso del gruppo Jeanneau. L’ammiraglia? Non proprio, visto che lo stesso brand offre modelli fino a 22,5 metri. Ma indubbiamente è uno dei modelli più importanti, che ha dato grande soddisfazione al cantiere in termini di vendita e apprezzamento generale. E mentre il marchio prosegue la propria espansione presidiando nuovi mercati e introducendo nuovi modelli (da poco è stato presentato il modello 680), vediamo cosa è cambiato, ma soprattutto cosa non è cambiato nel Model Year 2016 del Prestige 550.

Prestige 550

Prestige 550, un bestseller indiscusso

Quando si parla di uno yacht da 18 metri, con un prezzo che gravita intorno al milione di euro, non si è abituati a parlare di grandi volumi di vendita. Ebbene, il Prestige 550 che stiamo provando è l’esemplare numero 108. Insieme alla versione S, ovvero quella hardtop, il 550 è arrivato a totalizzare circa 150 unità vendute. Sono davvero numeri di successo, non stupisce quindi che la sola novità per quest’anno sia l’introduzione delle (belle) finiture in rovere grigio già viste sul più grande 750. Dal punto di vista tecnico, i propulsori Cummins sono abbinati al joystick SmartCraft che comanda le trasmissioni Zeus, ovvero dei pods che possono ruotare in modo indipendente.

Il pozzetto del Prestige 550 è completamente riparato dal “cappello” del fly, quindi nessun prendisole sostituisce il grande divano di poppa. Una scala comoda e sicura porta al flybridge, tutto dedicato invece al sole: un solarium che definire grande è limitativo affianca la console nella parte di prua, mentre a poppa la grande dinette a L è completata da un frigorifero a pozzetto e dal mobile dietro i sedili di guida che ospita grill e lavabo.

Prestige 550

Entrando in salone attraverso la doppia porta a specchio si incontra subito la cucina, sul lato di sinistra. Elegante nel nuovo rivestimento in grey oak, è anche decisamente completa, e offre un ampio frigorifero a colonna, piastre di cottura a induzione e forno. Ci spiegano che la soluzione di spostare verso il pozzetto l’intera cambusa è stata particolarmente apprezzata negli USA, che hanno un approccio molto conviviale alla navigazione. Un mercato, quello statunitense, che ha finalmente imparato ad apprezzare lo stile più raffinato delle barche europee e sta dando ottimi riscontri in termini commerciali.

Salendo un gradino si trova un divano a murata sul lato di dritta e la dinette a sinistra; la tv è a scomparsa in un vano sotto al parabrezza. La console di guida interna, gemella di quella del ponte superiore, è sul lato di dritta e presenta comandi ergonomici e una strumentazione completa.

Prestige 550

Prestige 550, zona notte

Ci spostiamo sottocoperta scendendo una scala luminosa e ampia, degna di yacht più grandi, che conduce al corridoio della zona notte riservata agli ospiti (l’armatore ha un accesso dedicato alla propria suite). La terza cabina è sul lato di sinistra e offre due letti singoli, un armadio verticale e una buona altezza interna. Quella vip è a prua e oltre a un letto per due presenta due armadi laterali e soprattutto un vanity corner, fruibile sedendosi sul letto stesso: una soluzione sempre apprezzata dal pubblico femminile. Una porta interna conduce al secondo bagno, con box doccia separato e carabottino in teak. Lo stesso bagno è accessibile anche dal corridoio per servire la terza cabina.

Risaliamo, e apprezziamo la sicurezza data da un tientibene verticale imbottito in pelle. Come detto, la suite armatoriale ha un ingresso separato, da una scala di fronte alla cucina nel salone. Si entra in un ambiente raffinato, illuminato da due grandi vetrate ai lati: sulla murata di sinistra un “tea for two” diventa zona trucco sollevando uno specchio dal tavolino, mentre di fronte al grande matrimoniale si trova uno spazio a tutta larghezza che isola dalle altre cabine. Due porte laterali danno accesso rispettivamente alla cabina armadi e al locale bagno, mentre al centro si trova il box della doccia con ingresso da entrambe le parti.
Ci piace in generale la grande versatilità dell’ambiente notte, perché oltre a separare l’appartamento dell’armatore dalle cabine ospiti, permette di gestire al meglio gli spazi grazie ai letti delle due stanze di prua che si possono unire o separare a seconda delle esigenze.

Prestige 550

Resta lo spazio a poppa dell’armatoriale: i motori sono stati spostati avanti di un metro rispetto all’uscita delle trasmissioni tramite due alberetti. In questo modo dietro ai propulsori c’è spazio per la cabina marinaio, completa di lavabo e WC, mentre i piedi e le eliche sono opportunamente posizionati verso l’estremità posteriore e i pesi sono più equilibrati. A prua dei motori, a separarli dalla cabina padronale, un vano tecnico ospita il generatore e l’eventuale stabilizzatore giroscopico.

Prestige 550

Prestige 550, il test

Usciamo dall’ormeggio manovrando dal pozzetto di poppa, grazie al joystick SmartCraft che agisce sui motori fino a un regime di 1800 giri. Quando è il momento, ci spostiamo nella timoneria interna e con la pressione di un tasto portiamo i comandi alle manette davanti a noi. Il vento è sostenuto e rinforza, al momento siamo a 20 nodi con raffiche di 25 ma l’onda è ancora ridotta (circa un metro). La gestione automatica dei trim permette al Prestige 550 di non alzare la prua mentre si cerca la planata, a vantaggio della visibilità sull’orizzonte. La progressione è buona mentre ci infastidisce un po’ il sibilo delle turbine. Con questo vento di prua, è normale che alcune onde ci portino gli spruzzi fino al parabrezza, ma ciò che conta è l’ingresso della carena sempre morbido e lineare. Anche di poppa l’andatura è stabile e sicura, mentre con onda al traverso abbiamo sentito qualche impatto un po’ secco sulle murate.

Ci apprestiamo a virare, cercando i limiti di uno yacht che disloca pur sempre 20 tonnellate in condizioni di navigazione standard. E infatti, nonostante l’angolo di deadrise della carena di 16 gradi (ovvero abbastanza accentuato per il tipo di barca), il cambiamento di direzione è piuttosto lento. Sono scelte (leggi: tarature elettroniche) motivate dall’uso prettamente familiare e turistico del 550, quindi se si vuole stringere il raggio di curvatura è opportuno aiutarsi differenziando il carico sui due motori. I pod Zeus possono oltretutto muoversi in modo indipendente, quindi il “problema” non si presenta affatto in manovra dove anzi il montaggio verticale dei piedi stessi permette ancora più libertà di intervento.

Leggi su BoatMag.it anche le prove del Prestige 420 e la dettagliata presentazione del Prestige 750.

Prestige 550

I numeri del Prestige 550

  • Lunghezza ft …………………… m 17,92
  • Lunghezza scafo ……………… m 16,06
  • Larghezza ……………………… m 4,79
  • Dislocamento leggero ………… kg 17,700
  • Dislocamento a pieno carico …… kg 24,010
  • Pescaggio ……………………… m 1,17
  • Motori ……………………… Cummins QSC 8.3 2x600CV, trasmissioni Zeus
  • Serbatoio carburante ………… l 2200
  • Serbatoio acqua dolce ……… l 800
  • Cabine ……………………… 3+1
  • Letti ……………………… 6+1
  • Certificazione CE ………… B-12/C-14
  • Architetti ………………… J&J Design/JP Concepts/Garroni Design

Prestazioni

  • 600 giri………5,3 nodi………6,1 mph………5,4 l/h………0,98 nm/l………48 dB………1727*
  • 1000 giri………7,7 nodi………8,9 mph………13,1 l/h………0,59 nm/l………53 dB………1035*
  • 1500 giri………11,0 nodi    ………12,7 mph………38,8 l/h………0,28 nm/l………63 dB………499*
  • 2000 giri………15,0 nodi    ………17,3 mph………100 l/h………0,15 nm/l………70 dB………264*
  • 2500 giri………22,8 nodi    ………26,2 mph………147 l/h………0,16 nm/l………71 dB………273*
  • 3060 giri………30,6 nodi    ………35,2 mph………244 l/h………0,13 nm/l………74 dB………221*

*Autonomia teorica (20% riserva)

Condizioni del test

Mare mosso, temperatura 18°C, carena pulita, gasolio 2200 l, acqua 800 l, 3 persone.

Prezzo

  • Prestige 550 con motori Cummins QSC 2×600 cv, trasmissioni Zeus, joystick SmartCraft ……………… euro 776.300 (Iva esclusa)

Principali optional (prezzi Iva esclusa)

  • Interni in rovere sbiancato euro 7110 Interni in rovere grigio euro 9600
  • Pack Preference 2016 (Cuscini prendisole di prua; elica di prua; generatore 11 Kw; piasta a induzione 4 fuochi; speaker BOSE in pozzetto;
  • entertainment salone con TV LED 32”, DVD, Bose 2.1; inverter 2000W 24V/220V) euro 35030
  • Pacchetto EXCELLENCE 2016 (Pack Preference + verricello elettrico di poppa a dritta; reti a doghe per cabine ospiti; attacco acqua dolce diretto
  • da banchina) euro 37650
  • Electronic pack Raymarine 2016 euro 16660
  • Telecamera termica Raymarine euro 14230
  • Piattaforma di poppa idraulica (max 630 Kg) euro 20010
  • Scafo colo champagne euro 19770
  • Hard top sul fly euro 19660
  • Passavanti in teak euro 11650
  • Passerella idraulica (max 200 Kg) euro 11360
  • Rivestimento flybridge in teak euro 5600
  • TV 32” cabina armatoriale euro 2350
  • TV 32” cabina VIP euro 1740
  • Aria condizionata tropical 84000 BTU euro 41360
  • Aria condizionata Med 59000 BTU (richiede generatore 17.5 Kw) euro 38930
  • Generatore 17.5 Kw (differenza su Preference) euro 5775
  • Stabilizzatore giroscopico Seakeeper NG9 (richiede generatore 17.5 Kw) euro 88320
  • Joystick per Zeus in pozzetto euro 7000

Manchette-Newsletter-BoatMag

Notizie correlate

Commenti chiusi

Copyrıght 2022 BoatMag. All Rights Reserved.