Four Winns Horizon 180: piccola, sportiva, personalizzata

Una barca lunga sei metri, con linee aggressive e fatta per divertirsi. Ma Four Winns Horizon 180 è anche su misura, con la scelta fra due versioni, quattro motori, sette colorazioni, e una grande scelta di accessori.

Possiamo finalmente dire di avere affrancato le barche a prua aperta? Se ancora qualche detrattore c’è, il Four Winns Horizon 180 potrebbe convincerlo. Perché, soprattutto su queste dimensioni, un vano chiuso a prua è davvero poco sfruttabile, mentre la configurazione bow rider offre una grande versatilità in più. Questo modello del costruttore americano punta tutto sulla sportività, soprattutto di profilo (si, il pozzetto anteriore in questo caso non aiuta a sembrare “cattivi”), e sulla possibilità di ritagliarsi su misura la barca preferita.

Cattivissimo me

Le linee aggressive sono sottolineate dalla falchetta bassa, con andamento discendente davanti per avere una prua affilatissima. E poi su un parabrezza a sua volta basso e avvolgente ai lati. La versione RS aggiunge grafiche dedicate dai colori vistosi, sia per l’esterno che per le cuscinerie, e i cristalli oscurati del vetro che sembrano quasi un paio di occhiali da sole.

In pozzetto, la configurazione è da auto con un divanetto da tre e due sedili avvolgenti: quello per il pilota è a dritta, di fronte alla strumentazione anch’essa di tipo automobilistico con due strumenti circolari sotto una palpebra antiriflesso. Sotto al divano posteriore, due gavoni e una ghiacciaia sfruttano al meglio lo spazio, mentre a prua ci sono le sedute a V accessibili dalla sezione centrale del parabrezza.

il comportamento in mare
è da vera sportiva grazie alla
carena brevettata Stable Vee
e al deadrise di 19 gradi

A poppa, invece, qualcuno si potrà lamentare della mancanza di prendisole, dato che i cuscini sopra al vano motore sono sicuramente ridotti sia in lunghezza che in larghezza. Ma quello che serve a una barca come l’Horizon 180 invece c’è: ovvero il gancio per lo sci nautico, immancabile su un modello del genere. La versione RS anzi ha a disposizione a richiesta l’arco per il wakeboarding, incernierato e assistito da molle a gas, e perfino dotato di bimini in tinta con lo scafo.

                                                         

Sotto pelle, la scelta di motori è naturalmente solo a benzina: due unità Mercruiser, da 200 o 250 cavalli, e due Volvo Penta (200 o 240). Il Cantiere non dichiara le prestazioni, ma se velocità e accelerazione sono garantite dalle dimensioni e dislocamento ridotti, il comportamento in mare dovrebbe essere da vera sportiva grazie alla carena brevettata Stable Vee e al deadrise di 19 gradi.

Insomma, se il Four Winns Horizon 180 è il tipo di barca che cercate, non vi resta che configurare su misura quello che fa per voi e prenotare una prova: in Italia è distribuito da Nautica Ispra e Nautica Bellandi.

                                                        

Se vi piace il genere, provate a confrontare questo Four Winns con un concorrente europeo

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.