La nuova proposta si chiama Eos 46. Un elegante walkaround interamente Made in Italy

Dal nuovo cantiere EMG Marine debutta Eos 46. E’ un walkaround con linee originali di Carlo Galeazzi e trasmissioni a pod Mercury Zeus.

C’è ancora spazio per nuove proposte nel settore nautico? Molto probabilmente si, se sono capaci di dire qualcosa di inedito. Sembra questo il caso del nuovo Eos 46, un walkaround presentato dal neonato cantiere EMG Marine di Sabaudia. Nonostante si tratti di una azienda appena costituita, i nomi dietro al progetto sono di grande esperienza. A cominciare dall’architetto Carlo Galeazzi, che ha dato a questa barca delle forme originali, morbide ed eleganti.

Quanto spazio, dentro e fuori

Capo della progettazione di Eos 46 è Vincenzo Pupillo, ingegnere navale con una lunga esperienza professionale in Italia e all’estero, mentre gli interni sono curati dall’architetto Maurizio Loreti e lo studio delle forme di carena dall’ingegnere navale Flavio Di Caterino.


Il Cantiere parla di soluzioni innovative sia nei materiali utilizzati sia nella capacità di sfruttare gli spazi, anche se non ci è dato sapere nello specifico di cosa si tratti. Quello che è certo è che in meno di 13 metri di lunghezza LH ci sono tre cabine doppie e due bagni, ovvero una disponibilità di spazio molto buona considerando le linee di Eos 46 che restano leggere ed eleganti.


All’esterno il baglio di quasi 5 metri permette di avere quattro sedute affiancate davanti alla timoneria, mentre due grandi prendisole a prua e a poppa si accompagnano ad ulteriori divani. In particolare il solarium anteriore termina con una panchetta per due persone, fronteggiata da un divano contro marcia per creare un angolo di conversazione. E le aperture a murata, uno dei tratti più originali nel design di Carlo Galeazzi, offrono la vista dell’acqua anche da questa postazione. Uno dei punti fermi nella progettazione della coperta è stato quello di avere tutto il ponte su un unico livello, non interrotto da gradini, per dare il massimo significato alla tipologia di imbarcazione: walkaround, appunto.

                                    

A spingere Eos 46 ci sono due motori Cummins fino a 2×550 cavalli abbinati a trasmissioni Zeus, ovvero pods con movimento indipendente che permettono di manovrare agevolmente tramite joystick. La velocità massima raggiunge i 35 nodi con una crociera economica a 20 e una veloce a 28.

I numeri di Eos 46

  • Lunghezza f.t. …………… 14,40 m
  • Lunghezza LH …………… 12,92 m
  • Lunghezza al galleggiamento …………… 11,70 m
  • Immersione …………… 1,1 m
  • Baglio …………… 4,76 m
  • Motorizzazione …………… a partire da 2 x 425 CV
  • Propulsione …………… Pod Drive
  • Riserva carburante …………… 1600 l
  • Riserva acqua dolce …………… 550 l
  • Dislocamento pieno carico …………… 17 t
  • Velocità massima …………… 35 kn
  • Velocità di crociera …………… 28 kn
  • Velocità di crociera economica …………… 20 kn
  • Cabine …………… 3
  • Bagni …………… 2
  • Posti letto …………… 6
  • Numero massimo di persone …………… 12
  • Categoria di Progettazione CE …………… B

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.