Sono tante le innovazioni che il nuovo Honda BF350 porta con sé in un mercato, quello dei fuoribordo, che con le sue alte potenze si è ormai insediato profondamente nel mercato dello yachting e delle barche ad alte prestazioni.

La concorrenza nella fascia dei fuoribordo ad alta potenza è tanta, perché si gioca fra tutti i costruttori presenti sul mercato, nessuno escluso, ma la richiesta è tanta e ora anche Honda arriva con la sua offerta.

Cuore del nuovo Honda BF350 è un inedito e innovativo monoblocco V8 a 60 gradi con una cilindrata di 4.952 cc e tecnologia VTEC (Variable Valve Timing and Lift Electronic Contol). Il tutto a garanzia di rumori e vibrazioni estremamente contenuti per un sound decisamente piacevole.

Honda BF350 monomotre.

Honda BF350, tutte le novità

Oltre alle innovazioni puramente meccaniche e tecnologiche racchiuse nel blocco V8 da 5 litri, il nuovo Honda BF350 introduce anche diverse funzioni innovative per una più facile gestione del motore da parte del driver. Fra queste ci sono il Cruise Control, il Tilt Limit, l'Automatic Tilt e il Trim Support. Vediamole più nel dettaglio.

Il Cruise Control assicura una navigazione confortevole grazie alla velocità adattativa disponibile su tutto il range di giri: basterà selezionare la modalità Cruise Control sul display e regolare la velocità di crociera come si desidera.

Il Tilt Limit permette invece di selezionare l’angolo di inclinazione massimo per evitare di danneggiare il motore durante le operazioni di ormeggio: basterà premere il pulsante e il motore si fermerà nella posizione preimpostata.

La funzione Automatic Tilt consente invece di effettuare un full tilt automatico mediante una doppia pressione del pulsante, mentre il comando Trim Support permette di preimpostare tre differenti assetti del trim, ovviamente  personalizzabili, per garantire planate più rapide e un assetto ottimale in tutte le condizioni di carico, contribuendo così alla massima efficienza in navigazione.

Infine, il sensore O2 ottimizza la carburazione rilevando l’ossigeno residuo nei gas di scarico: con Trim Support entrambi contribuiscono a limitare il consumo di carburante senza dover rinunciare alle prestazioni.

Potenza ed economia con le consolidate tecnologie Blast, ECOmo e Vtec

Naturalmente l’Honda BF350 si avvale della tecnologia Blast (Boosted Low Speed Torque) per erogare immediatamente tutta la potenza e l’accelerazione richieste in quel momento, mentre a velocità di crociera si attiva automaticamente la funzione ECOmo, grazie alla quale il consumo di carburante viene ottimizzato dalla centralina permettendo di mantenere la migliore efficienza termodinamica.

Quando è richiesta più potenza, entra in funzione il VTEC che garantisce un ulteriore spinta agli alti regimi: infatti la tecnologia VTEC, già disponibile sui motori BF250, BF 225, BF150 e BF100, garantisce una combinazione unica di potenza e coppia agli alti regimi di rotazione.

Manette belle ed efficienti

Tutti nuovi anche i comandi dell’Honda BF350. La manetta ha un design ergonomico ed è realizzata in materiali ricercati che garantiscono il massimo comfort e il migliore controllo.

I cinque pulsanti dei comandi sono disposti in maniera intuitiva e la posizione Neutral è ben visibile. La funzionalità iST (Intelligent Shift e Throttle) offre una risposta immediata del motore e la possibilità di comandare due o più motori con una sola leva.

Honda BF350, è anche bello da vedere

Tecnologia, sì, ma anche l'estetica fa la sua parte, così il nuovissimo V8 di Honda è racchiuso in una calandra bella e sinuosa, ancor più valorizzata dai colori Silver Aquamarine e Grand Prix White e impreziosita dal logo cromato e tridimensionale.


Leggi anche la nostra prova del fuoribordo di media gamma Honda BF150


Clicca ed entra nel sito ufficiale di Honda Marine Italia


Insieme alla star del momento, che è il nuovo Clubman 32, allo stand di Joker Boat, ma anche a quello di Yamaha, presso il Salone di Genova che si apre il 21 settembre 2023, c'è un altro gommone, che rappresenta un'occasione imperdibile sia per i neofiti sia per chi è già "navigato", ma è senza patente e cerca un battello completo di motore e di strumentazione elettronica in plancia a un buon prezzo.

È il Joker Coaster 580 Plus proposto in package, dunque a un prezzo molto conveniente, già dotato di un fuoribordo Yamaha e della strumentazione elettronica di Raymarine.

In realtà questo è il modello visibile a Genova, perché la promozione riguarda altri due gommoni del cantiere, sempre realizzati in package in collaborazione con Yamaha e Raymarine, che potranno essere di sicuro interesse sia dal punto di vista del prodotto sia da quello del prezzo finale, che oltretutto può anche essere rateizzato grazie alla partnership con Santander.

Vediamo allora i dettagli dell'operazione, che è valida fino al 31/12/2023 e che oltre al Joker Coaster 580 Plus, ha convolto il Barracuda 580, che è la versione da pesca, più il Coaster 520.

Joker Coaster 580 Plus - Pronto alla boa completo di tutto a 36.800 euro + Iva

È il modello di media gamma di Joker Boat e nei suoi 5,85 m di lunghezza e 2,54 di larghezza può imbarcare fino a 10 persone, che possono distribuirsi comodamente fra il divano poppiero, il prendisole e la seduta fronte marcia a prua della postazione di comando.

La potenza massima del motore è di 130 cv, ma quella consigliata per il giusto equilibrio fra prestazioni e costi di esercizio è il 40 cv ed è per questo che per il package il cantiere ha scelto un fuoribordo Yamaha 40 HET.

Più nel dettaglio, il package del Joker Coaster 580 Plus prevede il modello con carena bianca, tubolari nel colore Military Grey e i cuscini Silver Fog.

Il fuoribordo Yamaha di 40 cv è completo di elica, chiesuola e tacometro, mentre in plancia è previsto un Gps Raymarine Element 7S con display cartografico da 7" e l'ecoscandaglio con sonar high Chirp conico, trasduttore da poppa e wi-fi.

Il tutto a 38.600 euro + Iva, compreso il montaggio di motore e strumento elettronico, che possono essere rateizzati da Santander a partire da 590 euro al mese in 48 rate mensili da 590 euro al mese, con anticipo del 15% e maxi rata finale 22.236 euro, a loro volta rifinanziabili in 48 rate da 553 euro al mese. Il finanziamento è sul prezzo comprensivo di Iva.


Clicca qui per vedere la scheda in pdf con i dettagli della promozione del Joker Coaster 580 Plus


Scopri tutto sul Joker Coaster 580 Plus sul sito ufficiale del cantiere


Joker Coaster 520 - Pronto alla boa completo di tutto a 31.900 euro + Iva

Il Coaster 520 è il modello più piccolo della gamma ed è lungo 5,07 metri e largo 2,50. È perfetto per chiunque abbia anche poco spazio per tenerlo a terra in inverno, ma regala uguale divertimento del 580 Plus, tant'è che anche lui può imbarcare fino a 10 persone.

Stessa cosa per i colori e per la dotazione del motore e dello strumento elettronico, che sono uguali a quelli del 580 Plus.

Cambia naturalmente il prezzo, che in questo caso è di 31.900 euro + Iva, rispetto al prezzo del battello standard, quindi senza motore e con le sole dotazioni standard, che è di 25.500 euro + Iva.

Le rate partono da 431 euro al mese per 48 mesi, sempre con anticipo del 15% e maxi rata finale di 16.247 euro, rifinanziabili in altre 48 rate da 404 euro.


Clicca qui per vedere la scheda in pdf con i dettagli della promozione del Joker Coaster 520


Scopri tutto sul Joker Coaster 520 sul sito ufficiale del cantiere


Joker Barracuda 580 - Pronto alla boa completo di tutto a 36.800 euro + Iva

È il fisherman di Joker Boat. La gamma Barracuda, infatti, si compone di gommoni rivisitati in versione da pesca e, per questo, appositamente studiati insieme a pescatori professionisti.

Questo è il più piccolo e, come si può facilmente intuire, nasce sul modello del Coaster 580 Plus, di cui ne mantiene misure e proporzioni, ma si discosta per gli allestimenti del pozzetto che, oltre ai sedili e divani, prevede anche vari portacanne, vasca del vivo, due vasche per il pescato, più tante altre dotazioni che vale la pena andare a scoprire in stand al salone di Genova oppure dai concessionari ufficiali o cliccando il link qui sotto per accedere alla scheda.

Anche in questo caso il package è identico agli altri modelli, salvo il colore della carena che qui, anziché bianca, è grigia.

Il prezzo è di 36.800 euro + Iva, contro i 33.000 del solo gommone standard, finanziabili in 48 rate da 563 euro al mese + anticipo del 15%. La maxi rata finale in questo caso è di 21.209 euro dilazionabili in 48 mensilità di 527 euro al mese.


Clicca qui per vedere la scheda in pdf con i dettagli della promozione del Joker Barracuda 580


Scopri tutto sul Joker Barracuda 580 sul sito ufficiale del cantiere

e

Leggi anche il nostro articolo


La finale del mondiale Gran Prix Offshore Città di Cervia, in programma dal 1 al 3 settembre, ha tra i suoi sponsor Timone Yachts Group, il Gruppo senigalliese guidato da Luigi Gambelli e dal socio Paolo Moresco.

Condividere la passione per la nautica e credere nell’importanza della solidarietà sono due elementi che da sempre contraddistinguono la mission di Timone Yachts Group e siamo stati felici di ritrovarli nel Grand Prix Offshore Città di Cervia: ci rispecchiamo negli stessi valori – è il commento di Luigi Gambelli, Presidente di TYGSiamo orgogliosi di questa partnership: la nautica è da sempre sinonimo di eccellenza e, quando l’eccellenza va di pari passo con l’attenzione per i territori e per gli altri, si può dare vita a qualcosa di grande. Noi ci crediamo molto’.

Luigi Gambelli.

La partnership tra Timone Yachts Group e il Grand Prix è stata quindi la naturale evoluzione di un percorso aziendale che da sempre vede Timone al fianco di iniziative di grande prestigio: la gara rappresenta infatti un evento di rilievo non solo per l’importanza sportiva di una finale mondiale di Offshore disputata nell’Adriatico, ma anche per il messaggio benefico collegato con gli aiuti all’Emilia Romagna ancora ferita dalle alluvioni del maggio scorso.

Il Grand Prix Offshore Città di Cervia vede coinvolti anche campioni del calibro di Alberto Tomba e Kristian Ghedina: i due ex sciatori fanno parte del team di Tornado Yachts e saranno in gara al Prix cerviese dopo essere stati protagonisti al prologo della Venezia-Montecarlo, altra gara iconica che si è svolta nel mese di luglio.

Sono gare di altissimo livello. Le imbarcazioni coinvolte sono degli autentici gioielli di competitività, tecnologia ed eleganza – spiega Gambellisenza dimenticare il fattore sicurezza che in questi contesti è imprescindibile. Sono rappresentate delle vere eccellenze della motonautica’.

La bandiera è assegnata dalla Foundation For Environmental Education (FEE) che, oltre al Marina di Varazze, ha dato lo stesso riconoscimento a tutta la regione Liguria (giunta alla sua 34a bandiera) e alla stessa città di Varazze, che la sta ricevendo da 22 anni.

La lunga successione di bandiere per il Marina di Varazze inizia già dall'anno successivo alla sua apertura, avvenuta appunto nel 2007.

Marina di Varazze - panoramica dall'alto.

È un riconoscimento non facile da raggiungere e soprattutto da mantenere, perché se è vero che questo porto turistico è incastonato in un tratto costiero già riconosciuto alla Regione come uno con i mari fra i più puliti d'Italia, è altrettanto vero che l'assegnazione tiene conto pure dei servizi e dell'impegno che le strutture territoriali mettono nella salvaguardia dell'ambiente e nella promozione di comportamenti virtuosi.

Sono infatti molti i criteri di valutazione per ricevere la Bandiera Blu e tra questi ci sono la qualità della gestione ambientale, i servizi, la sicurezza, la qualità delle acque e le attività di educazione ambientale e informazione, senza naturalmente dimenticare il grado di funzionalità degli impianti di depurazione e la gestione dei rifiuti. 

“Per Marina di Varazze la salvaguardia dell’ambiente marino è da sempre al centro delle politiche aziendali – dichiara il vicedirettore di Marina di Varazze Italo Bogliolo -  e grazie alle tante iniziative che abbiamo portato avanti in questi anni insieme a istituti di ricerca, scuole, associazioni e ovviamente gli armatori, siamo riusciti a dare continuità ai risultati positivi, in un’ottica di continuo miglioramento. Possiamo senz’altro dire di essere riusciti a consolidare un insieme di buone pratiche e attività per arrivare a promuovere una vera e propria cultura del mare potendo contare anche su una grande sensibilità da parte delle nuove generazioni".

Scorcio su Marina di Varazze.

E a proposito di nuove generazioni, il Marina di Varazze è attivo anche in inverno con attività focalizzate sul coinvolgimento di scuole e studenti, con programmi proiettati alle successive stagioni estive.

Con i diportisti svolge poi attività come la giornata di ‘Plastic Hunt’, cioè la pulizia dei fondali con i sommozzatori del porto, e altre iniziative in collaborazione con gli operatori presenti in Marina e l’Associazione Menkab – Il respiro del mare

Un 2022 positivo con più diportisti disposti a rimanere stanziali al Marina di Varazze

Dopo due anni di performance quasi eccezionali per la nautica che hanno influenzato positivamente ogni segmento della filiera della nautica da diporti, tra cui naturalmente anche le realtà portuali e le marine, nel 2022 il trend positivo è proseguito nel segno di una maggior stabilità rispetto al periodo immediatamente post-pandemico.

“Il 2020 e il 2021 sono stati anni molto positivi per Marina di Varazze - dichiara Italo Bogliolo, il vicedirettore di Marina di Varazze - Prima abbiamo registrato un notevole aumento dei transiti (fino al 25%) e, nell’anno successivo, una crescita degli ormeggi stanziali che ha riguardato tutti i segmenti".

Marina di Varazze - Vista dall'alto.

Nel 2022 il trend di crescita è proseguito per gli ormeggi stanziali a fronte di una situazione dei transiti sostanzialmente più stabile, ma non sono solo i diportisti ad apprezzare la struttura di Marina di Varazze, ma anche i cantieri e le aziende, che cercano punti di contatto di valore con i loro clienti e i potenziali tali.

Bogliolo, infatti, afferma: "Un altro segnale positivo per noi molto importante  è il continuo aumento di aziende nautiche e cantieri che scelgono Marina di Varazze come sede sia per le attività commerciali sia operative e di assistenza, grazie alla qualità dei servizi di cui possono usufruire in porto, nonché alla piacevolezza del contesto. Questo si traduce poi in un vantaggio per i nostri clienti che hanno a disposizione riferimenti per acquisto e assistenza offerti da quasi tutti i marchi della nautica".


Leggi anche: Marina di Varazze diventa smart con nuove interfacce digitali al servizio dei diportisti


Marina di Varazze - banchina principale.

Anche gli “Special Days”, cioè le giornate di prova ed eventi organizzati da cantieri e dealer per mostrare e far provare i propri prodotti sono diventati ormai appuntamenti sempre più frequenti e sempre più allargati a nuovi cantieri.

"La comodità dei servizi e la vivibilità della struttura, che hanno un solido focus nella ricca Food & Shopping Gallery, sono per Marina di Varazze un vero punto di forza, anche quest’anno arricchitosi con l’arrivo di nuovi negozi”, conclude Bogliolo.

Marina di Varazze - Bar QQ7.

Rachele Limosani, responsabile commerciale e marketing, guarda al 2023 e aggiunge che: “i segnali per il 2023 sono buoni, in linea con le aspettative: stiamo lavorando per favorire un aumento dei transiti, mantenere il trend positivo degli ormeggi stanziali e migliorare ancora i servizi per le attività dei brand che scelgono Marina di Varazze come sede dei propri eventi o, addirittura, dei propri uffici”. 

Marina di Varazze è anche spettacolo e feste con i tanti eventi del  #Marinasummerfest

Marina di Varazze è una struttura senza barriere aperta alla Città e ai visitatori, caratteristica che molto incide sulla sua vivacità.

Marina di Varazze - passeggio serale sulla banchina principale.

L'attenzione è quindi dedicata non solo ai clienti, ma a tutti quelli che decidono di passare del tempo nel Marina, che sono accolti da un ricco calendario di eventi, concerti, serate.

Al programma di quattro serate ad ingresso completamente gratuito tra giugno e agosto dell’ormai classico #Marinasummerfest si aggiungono le serate organizzate da locali, ristoranti e lounge bar della Marina; veleggiate e corsi curati dalle associazioni nautiche e iniziative dedicate alla conoscenza e alla salvaguardia dei nostri eco-sistemi marini.


Clicca qui per entrare nella pagina ufficiale del #Marinasummerfest


Ecco gli eventi in programma ad agosto

Giovedì 10 Agosto | Boma Ristorante
Barbara Aramini west element

Venerdì 11 Agosto | Life Food & Drink
Tributo Ghione musica dal vivo - DJ set

Sabato 12 Agosto | MARINADIVARAZZE SUMMERFEST- Ore 21,30
ALDO ASCOLESE & FRIENDS - Tributo a De Andrè - Concerto a ingresso gratuito
Passione, incredibile somiglianza vocale, origini liguri. Tra i migliori tributi al cantautore Italiano.

Aldo Ascolese.

Domenica 13 Agosto | Boma Caffè
Andrea Costa | Musica live

Giovedì 17 Agosto | Boma Ristorante
Accademia Nueva Tango

Venerdì 18 Agosto | Life Food & Drink
Zoom Party band

Sabato 19 Agosto | Boma Caffè
Dalida Spunton | Dj Set

Giovedì 24 Agosto | Boma Ristorante
Riccardo Bianchi jazz trio

Venerdì 25 Agosto | Life Food & Drink
Back it up – swing

Sabato 26 Agosto | Boma Caffè
Serata musicale Duo AcqueVerdi


Clicca qui per entrare nel sito ufficiale di Marina di Varazze


La storia narra che la linea Maestro di Apreamare, quella che il cantiere offre accanto alla gamma di gozzi sorrentini, sia nata per caso: in un ristorante di Genova, durante il Salone Nautico del 2005, Cataldo Aprea disegnò su un pezzo di carta un motoryacht pensato per macinare tante miglia nel comfort e con un certo stile.

Da allora questa gamma di navette da crociera è stata animata da modelli sempre più al passo con l'evoluzione tecnologica, fino ad arrivare ai giorni nostri con questa nuova ammiraglia: l'Apreamare Maestro 88, lungo 27,10 metri, che debutterà come novità 2024.

Apreamare Maestro 88, render barca vista dall'alto

La nuova generazione dei motoryacht Maestro nasce da un lavoro congiunto fra l’architetto Marco Casali per il design e dell’ingegnere Umberto Tagliavini per l'opera viva, la cui lunghezza rimane inferiore ai 24 metri, per non farla rientrare nella categoria dei superyacht ed evitare gli oneri di legge e amministrativi che ne conseguirebbero.

Apreamare Maestro 88, navigare sempre tranquilli con la nuova carena semiplanante

Il Maestro 88 è un motoryacht che risponde in tutto alla necessità del suo armatore, tant'è che questo esemplare è nato per volontà di una persona decisa ad acquistare una navetta di 27 metri, che ha trovato in questo progetto la sua barca ideale, anche in funzione della totale customizzazione che ha richiesto perfino nell'opera viva.

Infatti, rispetto alla precedente linea Maestro, che era composta da barche tutte plananti, il nuovo 88 è semiplanante con una carena ottimizzata per affrontare in pieno comfort anche le condizioni di mare più impegnative a una velocità di crociera di 18 nodi e una punta massima di oltre 22.

Apreamare Maestro 88, render barca vista di tre quarti di poppa.

Per la propulsione Apreamare prevede due motori Man da 1.600 cavalli, che avranno a disposizione 8.000 litri di carburante, per un’autonomia calcolata dal cantiere di 1.000 miglia nautiche alla velocità di 10 nodi.

Ma abbiamo detto che questo esemplare del Maestro 88 è totalmente personalizzato, quindi per la sua navetta l’armatore ha scelto una motorizzazione maggiore, ovvero una coppia di Man da 2.000 cv per poter intraprendere navigazioni a più lungo raggio.

Apreamare Maestro 88, render barca vista di poppa.

A poppa c'è anche il garage, che in questo caso può ospitare un tender di 4 metri e numerosi altri water toys.

La navetta di 27 metri da vivere molto anche all'esterno

Apreamare Maestro 88, render barca vista di profilo.

L’aspetto armonioso ed elegante della barca è opera dell’architetto Marco Casali di Too Design. La volontà di far vivere il mare a 360 gradi la si percepisce dall’ampio pozzetto, dalla lounge-area di prua e nell’enorme beach club, oltre che dalla sovrastruttura interamente vetrata.

Render Flying bridge.
Apreamare Maestro 88, layout flybridge.

Sul flying bridge si ha un altro raffinatissimo living esteso su un'area lunga circa la metà della barca stessa ed è allestito in maniera completa tanto quanto il salone sul ponte principale. In più, nelle zone non calpestabili, come la superficie di fronte al parabrezza e la parte superiore del tettuccio, è prevista la possibilità di installare pannelli solari per supportare gli impianti di bordo.

Quattro o cinque cabine con possibilità di vista panoramica per l'armatoriale

Gli interni sono personalizzabili anche nel numero di cabine, oltre che nell’arredamento e nel décor. Lo scafo numero uno dell'Apreamare Maestro 88 uscirà dal cantiere con 4 cabine, 4 bagni, più uno studio e angolo relax con pianoforte elettrico.

Apreamare Maestro 88, Layout ponte sottocoperta.

Per gli armatori che lo desiderassero, ci sarà la possibilità di avere anche cinque cabine. In questo caso a cambiare non è il layout sottocoperta, bensì quello del ponte principale.

La suite armatoriale, infatti, è ricavata nella zona prodiera del salone in coperta, che gode pure di un'incredibile panoramica offerta dalla vetrata perimetrale della tuga. Di contro, però, il driver avrà a disposizione solo la postazione di comando sul flying bridge, perché viene eliminata quella interna, che nel layout a quattro cabine è affiancata anche da una grande dinette a C.

Apreamare Maestro 88 - Render salone.

Per il resto, tutti gli altri complementi d'arredo, come il tavolo da pranzo, divani e mobili cambiano solo nella loro disposizione, ma rimangono ugualmente disponibili su entrambi i layout.

Render Salone.

Sottocoperta restano dunque le quattro cabine, di cui quella principale a centro barca su tutto il baglio, le due doppie affiancate a proravia e la Vip al vertice di prua.

Apreamare Maestro 88 - Render cabina armatoriale.
Apreamare Maestro 88 - Render cabina armatoriale.

La cucina è inglobata nel quartiere dell'equipaggio situato a poppa, dove ci sono anche due cabine con letti a castello per quattro marinai, ma nulla toglie all'armatore con ambizioni culinarie, di cimentarsi in grigliate o altre preparazioni nella cucina sul flyingbridge.

Apreamare Maestro 88, render cucina.

Va da sé che anche per il décor c'è la più ampia possibilità di personalizzazione, che parte da una vasta scelta di materiali, tessuti e colori.

Apreamare Maestro 88, la scheda tecnica

Lunghezza f.t.27,10 m
Lunghezza di costruzione23,95 m
Lunghezza al galleggiamento23,60 m
Larghezza6,70 m
Immersione sotto le eliche1,80 m
Dislocamento a vuoto80.000 kg
Dislocamento a pieno90.000 kg
Serbatoio carburante7.000 l
Serbatoio acqua dolce1.200 l
Serbatoio acque grigie400 l
Serbatoio acque nere400 l
Motori standard2x1650 cv Man entrobordo
Motori optional2x2000 cv Man entrobordo
Persone imbarcabili20
Omologazione CeA

Leggi anche l'articolo su un'altra anticipazione dei Apreamare, il Gozzo 35 Cabin


Clicca qui per entrare nel sito ufficiale di Apreamare


Negli ultimi anni Mercury ha inanellato una serie impressionante di sorprese per quanto riguarda le sue ultime novità di prodotto; una su tutte, ha sdoganato il blocco V12 nel mercato dei motori fuoribordo, creando l'offerta più innovativa, non solo in termini di architettura e tecnologia del motore, ma anche di potenza che è improvvisamente schizzata a 600 cv.

Ma sono molte altre le innovazioni presentate da Mercury nel tempo, basti pensare anche al joystick di manovra per fuoribordo, all'Active Trim, al 40 cv EFI PRO e ai nuovi fuoribordo FourStroke da 80-115 hp fino al recentissimo V10 da 350 e 400 cv.


Scopri di più sul Mercury V12 600 nel servizio video del nostro TG Nautico


Tutta una serie di novità non solo di prodotto ma anche di mercato, presentate nell'arco degli ultimi dieci anni che - si legge nel comunicato diramato dalla stessa Mercury Marine Italia - hanno fatto guadagnare al costruttore americano una posizione di leadership nel mercato italiano dei motori fuoribordo, sia in termini di fatturato sia di marketshare, ovvero di pezzi venduti.


Leggi di più sui nuovi Mercury V10 nel nostro articolo


Dal 2012 la casa americana ha continuato a spopolare al vertice del mercato nel nostro Paese senza interruzioni, e la filiale italiana attribuisce tale successo, sì, alla qualità e all'innovazione dei prodotti, ma anche alla qualità dei servizi ai clienti, trovando nei concessionari e nelle officine autorizzate l'appoggio fondamentale.

Sono loro, infatti, che forniscono la guida, il supporto e la competenza necessaria e preziosa per i clienti di tutta Italia e si assicurano che questi ricevano un servizio e un supporto tecnico di assoluto livello.

"Siamo incredibilmente orgogliosi di aver raggiunto questo straordinario traguardo di 10 anni di leadership di mercato in Italia", ha dichiarato Alessandro Conti, direttore generale di Mercury Marine in Italia (nella foto). "Il nostro successo è una testimonianza degli sforzi instancabili del nostro team e della fiducia incrollabile che i nostri clienti hanno riposto in noi. Il nostro impegno è continuare a spingere oltre i confini della tecnologia delle propulsioni marine e a creare sempre nuovi standard nel settore fornendo prodotti e supporto di eccellenza alla comunità nautica in Italia”.


Clicca qui per trovare i concessionari ufficiali e le officine autorizzate in Italia


Breve focus su Mercury Marine

Mercury Marine è un'azienda americana, con sede a Fond du Lac nel Wisconsin, ed è il maggior produttore mondiale di sistemi di propulsione marina per uso ricreativo. È una divisione di Brunswick Corporation, quotata alla Borsa di New York, e fornisce motori, imbarcazioni, parti accessorie ed assistenza per applicazioni diportistiche, professionali e governative. Fanno parte del portfolio dell’azienda i seguenti marchi: motori fuoribordo Mercury, entrobordo ed entrofuoribordo Mercury MerCruiser, eliche Mercury, battelli pneumatici Mercury, elettronica Mercury SmartCraft, distribuzione parti ed accessori Land 'N Sea, nonché parti e lubrificanti Mercury e Quicksilver.


Clicca qui per entrare nel sito ufficiale di Mercury Marine Italia


Con l'aggiornamento software 1.5 si ampliano le funzionalità del chartplotter Simrad NSX, che ora vanno a migliorare, fra gli altri, il sonar con la possibilità di condividerlo con altri display e l'interfaccia Mercury per il controllo dei motori, fino a tutta la parte relativa alla cartografia C-Map e alla possibilità di integrare anche una gamma di opzioni di terze parti.

Chartplotter Simrad NSX con schermata dati di navigazione.

Tutto per migliorare le funzioni e semplificare la gestione del Simrad NSX

L'upgrade del software portato dalla versione 1.5 è un nuovo passo verso il miglioramento delle funzionalità, che continueranno a evolversi nel tempo insieme agli utenti, tenendo conto proprio del loro feedback dettato dalle dirette esperienze di uso nelle diverse condizioni.

Pescatore.

I pescatori, per esempio, potranno condividere il proprio sonar su più display Simrad NSX a bordo, da quello sulla plancia di comando principale a quello sul fly o in altri punti della barca, dove è stato eventualmente installato il rinvio delle manette di comando o del joystick di pilotaggio.

Fisherman in navigazione.

Chi è più interessato alle funzionalità di gestione della navigazione, invece, potrà apprezzare la piena integrazione con i motori Mercury e le connettività autopilota, cruise control, traina e active trim tramite il sistema Mercury SmartCraft Connect.

Novità anche nell'integrazione con la cartografia C-Map

L'aggiornamento 1.5 del Simard NSX introduce anche le funzioni C-Map X-Chart Manager e X-Chart Store, per poter acquistare, aggiornare e scaricare direttamente sul proprio chartplotter le carte C-Map, a cui si può accedere online direttamente tramite l'app Simrad Companion e NSX.

Chartplotter Simrad NSX con cartografia.

È una soluzione innovativa, anzitutto perché questo passaggio diretto fra lo store il chartplotter elimina i download manuali e soprattutto l'archiviazione delle varie schede di memoria, perché tutto è raccolto in un solo spazio dedicato all'interno dello strumento.

Come ottenere l'aggiornamento 1.5 per il display multifunzione Simrad NSX

Per accedere all'aggiornamento 1.5, dopo aver effettuato la registrazione dell'unità con i dati richiesti, non bisogna far alto che scaricare il software disponibile per smartphone in qualsiasi luogo e momento, per poi installarlo sul Simrad NSX.

Chartplotter Simrad NSX con schermata Homepage.

È possibile scaricare gli aggiornamenti anche collegando direttamente il display multifunzione a una rete Wi-Fi o tramite il sito di Simrad Yachting (clicca qui), utilizzando una scheda di memoria SD per trasferire il nuovo software sul chartplotter.   

Il sistema assicura inoltre la massima integrazione con gli altri strumenti e tecnologie Simrad, come per esempio i nuovi radar Halo.

Barca vista dall'alto con radar Halo collegato al plotter Simrad NSX.

Chi non avesse il chartplotter Simrad NSX ed è interessato ad acquistarlo, può scegliere fra i vari modelli con da 7", 9" e 12", il cui prezzo, al listino 2023, parte da 1.279,78 euro IVA inclusa.


Clicca qui per leggere il nostro articolo di presentazione del Simrad NSX


Uno dei best seller di casa Apreamare, si rinnova nel profondo con la versione Cabin del Gozzo 35, concepita per essere più facilmente utilizzata per tutto l’anno, non solo nella stagione calda.

L’imbarcazione mostra infatti un nuovo progetto con il pozzetto chiuso dalla tuga che, oltre alla sua evidente funzionalità, dona anche un'identità nuova a questo gozzo di 11 metri.

Apreamare Gozzo 35 Cabin, render barca vista dall'esterno.

L’idea di Cataldo Aprea, avvalendosi della progettazione di Marco Casali per il design e di Umberto Tagliavini per la carena, è stata quella di realizzare un’imbarcazione facilmente gestibile da una sola persona come un open da diporto giornaliero, ma con tutto il comfort del cruiser e il look e la tenuta di mare del gozzo sorrentino.

L'Apreamare Gozzo 35 Cabin debutterà nei primi mesi del 2024 e si presenterà come "gemella" del modello open, ma con nuove soluzioni progettuali che, complice appunto la presenza della tuga, ne cambiano radicalmente il layout e, dunque, il modo di vivere il ponte di coperta.

Apreamare Gozzo 35 Cabin render barca vista di profilo.

Già a una prima occhiata dall'esterno si può notare come il pozzetto, seppur coperto, non perda la vista a tutto tondo sul mare, grazie alle grandi vetrate perimetrali che coronano interamente la sovrastruttura, anche nella porta-finestra poppiera, che è apribile su quattro ante.

Apreamare Gozzo 35 Cabin, render salone visto da prua.

Come cambia a bordo l'Apreamare Gozzo 35 Cabin

Vediamo subito allora come Marco Casali ha organizzato il nuovo layout di questo gozzo cabinato anche in coperta. Quello che sul modello open è un ponte di coperta tutto aperto da poppa a prua, con divani e prendisole più il wetbar, sul nuovo Gozzo 35 Cabin diventa per gran parte un ampio salone con una dinette a C sviluppata sul lato di sinistra e un mobile cucina sul lato di dritta.

Apreamare Gozzo 35 Cabin, render salone visto da poppa.

Da notare che lo schienale poppiero della dinette può traslare all'interno, per poter offrire una seduta al confine fra salone e pozzetto con vista panoramica verso poppa.

Render salone.

E proprio a poppa, il pozzetto offre un divano a L servito da un tavolo estraibile per ottenere una dinette all'aperto comoda per sei persone. Non è trasformabile in prendisole, ma il problema non si pone, perché una grande superficie imbottita è prevista nella tradizionale posizione di prua.

Le murate alte, tipiche delle barche d'ispirazione classica come i gozzi sorrentini di Apreamare, hanno offerto spazio per poter alzare il piano di coperta e aumentare dunque i volumi interni, senza intervenire sulla silhouette del profilo esterno della barca.

In questo modo la falchetta si è ridotta di circa 20 cm, ma per recuperare l'altezza utile a proteggere il transito dei passeggeri è stata aggiunta una battagliola.

Apreamare Gozzo 35 Cabin, render cabina prodiera.

È una soluzione progettuale che ha consentito di massimizzare lo spazio a disposizione su tutto lo scafo, grazie al quale sull'Apreamare Gozzo 35 Cabin ora c'è anche la seconda cabina con un letto largo ben 140 centimetri, che si aggiunge a quella prodiera e al bagno separato, che già c'erano sul modello open, ma che qui sono più spaziosi.


Leggi anche il nostro articolo sul Gozzo 35 Speedster con i fuoribordo, che debutta a Cannes 2023


Due opzioni per la scelta dei motori e delle trasmissioni

Dal punto di vista della propulsione, l'Apreamare Gozzo 35 Cabin è disponibile con due motori entrobordo in linea d'asse oppure entrofuoribordo con i piedi poppieri.

Apreamare Gozzo 35 Cabin, render barca in navigazione.

In quest'ultimo caso si può ulteriormente scegliere fra una coppia di motori Volvo Penta D4 da 270 oppure 320 cv, con i piedi poppieri DPI di ultima generazione.

Chi invece sceglie la tradizionale linea d'asse, può disporre di una sola opzione per i motori, ovver due Volvo Penta D4 da 320 cv.

Apreamare Gozzo 35 Cabin, la scheda tecnica

Lunghezza f.t.11,20 m
Lunghezza di costruzione9,95 m
Lunghezza al galleggiamento9,64 m
Larghezza3,70 m
Immersione sotto le eliche0,94 m
Dislocamento a vuoto8.000 kg
Dislocamento a pieno carico10.000 kg
Serbatoio carburante700 l
Serbatoio acqua dolce200 l
Serbatoio acque nere50 l
Portata persone14
Motori entrofuoribordo2x270 cv
Motori entrobordo2x320 cv
Omologazione CeCat. B
Apreamare Gozzo 35 Cabin

Clicca e scopri tutte le versioni del Gozzo 35 nel sito ufficiale di Apreamare


Il Raymarine Axiom 2 XL Glass Bridge è la seconda generazione dei chartplotter XL e racchiude nuove funzioni integrate con l’obbiettivo di attestarsi nella fascia alta del mercato, che non vuol dire essere necessariamente destinato ai grandi yacht, ma anche ad armatori di medie imbarcazioni che vogliano sfruttare le stesse alte prestazioni dei prodotti più evoluti.

Si basa quindi su un sistema più grande e potente della famiglia Axiom, mantenendo sempre la stessa semplicità intuitiva del sistema operativo LightHouse 4 di Raymarine e la capacità di integrazione fra i vari impianti e funzionalità

Raymarine Axiom 2 XL in plancia glass bridge.

La massima integrazione per le plance glass bridge

Tutti i chartplotter sono infatti in grado di integrarsi perfettamente in una plancia glass bridge, che sono quelle plance di comando composte tutte da strumenti elettronici che, trovandosi affiancati fra loro, danno luogo tramite i loro display a una distesa di vetro, quando addirittura non vengono raggruppati tutti proprio sotto un unico pannello in vetro.

Proprio in quest'ottica questa serie di chartlotter offre svariate opzioni di rete e video, tra cui NMEA2000 e tre porte Power-OverEthernet, per integrare fra loro più display Axiom, videocamere, radar e moduli ecoscandaglio.

Inoltre, essendo ad alte prestazioni, il sistema include anche funzionalità multimediali estese, tra cui un'uscita audio analogica, l’ingresso/uscita HDMI e passthrough touchscreen per integrare applicazioni PC di bordo, interfacce motore e soluzioni di digital switching.

Raymarine Axiom 2 XL.

I display del Raymarine Axiom 2 XL

I display sono disponibili nelle misure di 16, 19, 22 e 24 pollici con il vetro edge-to-edge, ovvero a totale copertura fino al limite dei bordi della struttura, salvo lasciare una cornice molto sottile per minimizzare l'ingombro in plancia.

Qualunque modello si scelga, lo si può installare tanto al coperto quanto all'aperto, grazie alla tecnologia HydroTough, di cui sono dotati, che è quel nano-rivestimento che respinge acqua e oli garantendo un utilizzo sempre efficace del touchscreen anche in condizioni sfavorevoli.


Leggi anche: Elettronica a prova di condizioni ambientali estreme: ecco come Raymarine sviluppa i propri prodotti


Tutti i display del Raymarine Axiom 2 XL.

Quanto costano i Raymarine Axiom 2 XL

Cuore pulsante dei Raymarine Axiom 2 XL è il nuovo processore 6-core, che produce un aumento del 30% della velocità e del rendering delle carte di navigazione.

Charplotter 2 XL 12, 16, 19 e 24 pollici.

La famiglia dei chartplotter Axiom 2 XL è disponibile in tutta la rete di rivenditori Raymarine con prezzi a partire da € 6.995,00.


Clicca e scopri sul sito di Raymarine Italia tutti i modelli a uno a uno e quali sono i dispositivi compatibili


Siamo in piena stagione ma è ancora tempo di sconti e di occasioni da non perdere per navigare con un nuovo motore Mercury.

Prosegue infatti fino al 31 luglio la campagna promozionale Mercury Summer 2023 con sconti che vanno da 190 euro, per l'acquisto del Mercury F2.5 MH, a 5.180 euro per una coppia di fuoribordo da 150 cv.

Le tabelle sottostanti rendono più di ogni parola. Basta infatti cercare il motore di proprio interesse e vedere quanto si può risparmiare, tenendo conto che i prezzi sono Iva inclusa, ma non comprendono i costi di installazione.

C'è poi un'altra promozione specifica sui Mercury 40 Orion e Mercury 40 Pro, per i quali è prevista la possibilità di aquistare il comando a chiesuola allo stesso prezzo della leva laterale nera, quindi rispettivamente a 960 e 980 euro, anziché 1.140 euro.

La campagna Mercury Summer 2023 è valida presso i concessionari ufficiali Mercury che aderiscono all'iniziativa e per trovarli è sufficiente andare nel sito di Mercury Marine Italia o cliccare il link qui sotto.

Entra nella pagina di ricerca dei concessionari nel sito ufficiale di Mercury Marine Italia


magnifiercrossmenu