Capelli 20.5, la fine del walkaround

Consolle addossata a dritta con passavanti comodo a sinistra, il Capelli 20.5 rivoluziona il layout degli open e si regala il nuovo Yamaha F130A.

Più nuova la barca o più nuovo il fuoribordo? Davvero un bel duello, perché le novità tra il Capelli 20.5 e lo Yamaha F130A sono davvero tante e diventa difficile decidere quali sono le più importanti: tanto vale raccontarle tutte!

Capelli-20.5_Yamaha-F130_9

Come ti sposto la consolle

Il Capelli 20.5 potrebbe sembrare un open come tanti altri, ma non è così. Non è certo il primo che addossa la consolle su un lato, ma la cosa interessante è che lo fa ristudiando tutto il layout della coperta per creare una zona prodiera che definire accogliente è essere riduttivi considerando che si tratta di una barca di poco più di sei metri, per la precisione 6,35 m di lunghezza per 2,47 di larghezza. Che lo si attrezzi a solarium con l’elemento aggiuntivo o si preferisca il tavolino (ma si possono lasciare anche le due sole panchette a V) lo spazio a prua è generoso e quel che più conta offre la possibilità di adattarlo alle singole esigenze. Tutto merito dello spostamento della consolle che è addossata alla murata di dritta e, benché sia di generose dimensioni, così da poter accogliere driver e codriver, lascia a sinistra un comodo passaggio che collega i due ambienti su cui è organizzata la coperta del Capelli 20.5. Se poi aggiungiamo che sotto le panchette laterali si aprono due ampi gavoni, che a prua il gavone dell’ancora costituisce anche un ottimo trampolino per l’acceso acrobatico in acqua e che per i meno sportivi la robusta e alta battagliola garantisce un solido e rinfrancante baluardo contro eventuali disattenzioni, si capisce come nulla sia stato lasciato al caso.

Capelli-20.5_Yamaha-F130_8

Bella la consolle caratterizzata dal grande parabrezza e dal robusto tientibene. Generoso lo spazio per la strumentazione che si riduce efficacemente nei due strumenti tondi Yamaha, tanto prodighi di informazioni quanto un po’ “solitari” se non c’è un gps a fargli compagnia. Bello il disegno del volante e pratici i portabicchieri, mentre la seduta ha l’elemento ribaltabile per adattarsi a tutte le esigenze di guida. A poppa si può allestire un’altra dinette (il tavolino è lo stesso di prua), ma si sente la mancanza di un piccolo mobile grill-bar per completare la dotazione. Completiuamo la descrizione apprezzando il passaggio a dritta per accedere alla plancetta poppiera dotata di scala di risalita dal bagno ed… è ora di dedicare le nostre attenzioni al nuovo Yamaha F130A, ricordando che il cantiere consiglia come motorizzazione massima un 175 cv.

Capelli-20.5_Yamaha-F130_12

Non solo 15 cv in più

Lo Yamaha F130A è l’evoluzione del conosciuto F115, quattro cilindri in linea di 1832 cc a 16 valvole, che ha conosciuto però in questa nuova versione una completa rivisitazione con un’iniezione di elettronica e soluzioni all’avanguardia che lo fanno ritenere un motore completamente nuovo, piuttosto che una riedizione potenziata del F115. Si comincia con il corpo farfallato elettronico e non più meccanico e condotto di aspirazione lungo; nuovi sono pure gli alberi a camme con un inedito diagramma di distribuzione, l’accensione è sequenziale con quattro bobine ed è stata introdotto un sensore sullo scarico. Inedita è ovviamente anche la centralina così come gli ingranaggi del piede; infine, il peso è stato contenuto in 174 kg anche grazie all’adozione di una nuova calandra in materiale composito dal design ispirato al nuovo look dei fuoribordo Yamaha.

Capelli-20.5_Yamaha-F130_7

In sintesi il nuovo Yamaha F130A

• Iniezione elettronica Multi-point e centralina di controllo ECM
• Sistema a iniezione diretta con prestazioni superiori
• Corpo farfallato elettronico e condotto di aspirazione lungo
• Consumi ridotti per un’affidabilità e costi d’esercizio contenuti
• Manutenzione facile, con volano montato su flangia e sgocciolatoio per il filtro dell’olio
• Digital Network System – rete digitale con strumentazione multifunzione
• Variable trolling RPM che regola i giri del motore a bassa velocità con intervalli di 50 giri/min
• Antifurto immobilizer Y-COP per essere sempre tranquilli
• Power Trim e Tilt compatto e leggero
• Tilt Angle Limiter (limitatore angolo di inclinazione) in opzione
• Alternatore da 35 ampere a rendimento elevato per potenza extra per le partenze e gli accessori
• Dispositivo per il lavaggio con acqua dolce (collegare la canna e sciacquare)

Capelli-20.5_Yamaha-F130_2

Il test

Fa un gran caldo, ma il golfo di La Spezia ci riserva ugualmente un brezza sostenuta che unita al solito traffico commerciale rende lo specchio d’acqua decisamente agitato, moto ondoso che tende a crescere come oltrepassiamo i limiti del porto e possiamo dare fondo ai 130 cv del nuovo Yamaha. La progressione non è proprio di quelle brucianti, ma in meno di 4 secondi siamo in planata e in 16 secondi raggiungiamo i 30 nodi che è praticamente la velocità massima. Con qualche tacca di trim si riesce a salire di altri 300 giri e a quota 6 mila giri “vedo” anche i 33 nodi, di più non è possibile chiedere anche perché l’elica da 16” a tre pale d’acciaio è stata pensata per il diportista che caricherà il Capelli 20.5 ben più del nostro assetto in prova: solo due persone, le dotazioni e basta. La planata minima è tenuta abbastanza agevolmente a 2700 giri per 8 nodi di velocità con un consumo di 9,4 l/h, non c’è che dire si può navigare al risparmio con il nuovo Yamaha F130A.

Capelli-20.5_Yamaha-F130_6

È il momento di dedicarmi al Capelli 20.5 che per altro già nei test di velocità ha dato prova di poter affrontare il mare abbastanza mosso senza troppi timori, il passaggio sull’onda è morbido anche quando incrocio le onde decisamente corte e secche di un cargo. Superata a pieni voti anche la maneggevolezza con un raggio di virata buono e una timoneria servoassistita con giudizio, cioè senza diventare troppo leggera, ma permettendo un eccellente (e senza sforzo) controllo della barca, lo stesso dicasi della manetta che permette di dosare il gas con precisione. Considerando il caldo della giornata, un parabrezza meno protettivo sarebbe stato apprezzato, ma fuori dall’eccezionalità il suo dimensionamento mi sembra eccellente, così come comodo è il robusto tientibene che corre lungo il profilo. Infine, una nota di merito anche alla doppia seduta che permette di trovare sempre la posizione migliore in tutte le condizioni e con tutte le altezze. Anche il disassamento della plancia al timone non è per niente percepito perché ci si trova sempre al centro e con questo ultimo giudizio positivo posso promuovere il Capelli 20.5 a pieni voti.

Capelli-20.5_Yamaha-F130_1

Prestazioni
700 giri ………………… 2 nodi ……………… 1,6 l/h ………… 57 db
1000 giri ……………… 3 nodi ……………… 2,3 l/h ………… 59 db
1500 giri ……………… 4 nodi ……………… 3,7 l/h ………… 62 db
2000 giri ……………… 6 nodi ……………… 4,8 l/h ………… 66 db
2500 giri ……………… 7 nodi ……………… 8,0 l/h ………… 68 db
3000 giri ……………… 10 nodi …………… 11,7 l/h ………… 74 db
3500 giri ……………… 13 nodi …………… 14,8 l/h ………… 77 db
4000 giri ……………… 17 nodi …………… 18,3 l/h ………… 79 db
4500 giri ……………… 21 nodi …………… 21,2 l/h ………… 82 db
5000 giri ……………… 25 nodi …………… 30,3 l/h ………… 83 db
5500 giri ……………… 28 nodi …………… 40,3 l/h ………… 87 db
5700 giri ……………… 30 nodi …………… 43,0 l/h ………… 88 db
6000 giri ……………… 33 nodi …………… 47,0 l/h ………… 90 db

Condizioni della prova
Mare leggermente mosso, temperatura 28°C, carena pulita, carburante 70 l, acqua 20 l, equipaggio 2 persone

Prezzo
Package Capelli 20.5/Yamaha F130AETL ……… 32.290 euro, Iva inclusa

Principali optional, Iva inclusa
Verricello ………………… 2.200 euro
Doccia …………………… 750 euro
Cuscineria di prua ……… 690 euro
Tendalino inox …………… 1410 euro
Copri console …………… 410 euro

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2020 BoatMag. All Rights Reserved.