Motonautica Circuito, bene gli italiani

Tante barche in gara nella Motonautica Circuito tra Brindisi e Baja, in Ungheria, ed eccellenti prestazioni dei piloti italiani che primeggiano in quasi tutte le classi.

A Brindisi si è svolta la prima prova del Campionato mondiale F2, la seconda del Campionato mondiale F4 e la seconda del Campionato italiano GT15. Come nel 2014, anche quest’anno a Brindisi un bagno di folla ha salutato l’appuntamento dedicato alla Motonautica Circuito: sul lungomare brindisino si è disputato l’U.I.M. World Powerboat Championship F2.

È svedese il leader della F2

Il Mondiale F2 (nella foto d’apertura il podio) ha visto iscritte 21 imbarcazioni provenienti da 10 Nazioni. A vincere è stato lo svedese Pierre Lundin, autore della pole position del sabato. Lundin si è imposto sul tedesco Nick Bisterfeld e sul britannico Matthew Palfreyman classificatosi terzo dopo una strepitosa gara in rimonta da sedicesimo in griglia per problemi avuti durante le qualifiche. Per Palfreyman si trattava della prima gara del Mondiale di F2, un esordio molto promettente.
Il migliore dei piloti italiani è stato Tomas Cermak, lo slovacco che vive e gareggia in Italia e portacolori del Woodstock Yachting Club che ha chiuso con un quarto posto finale. Luca Fornasarig del Club Motonautico Tuttamarano, anche lui all’esordio nel mondiale di F2, ha ottenuto il decimo piazzamento e Maicol Chiossi (Ass. Mot. Dil. San Nazzaro) il diciannovesimo. Purtroppo Chiara Rossi, che gareggia per la Motonautica Boretto Po, non si è qualificata.

Motonautica-Podio-F4

Nella città pugliese, si è inoltre disputato il secondo appuntamento stagionale del Mondiale F4 (qui sopra il podio) con 20 imbarcazioni iscritte provenienti da 10 nazioni. Quattro i piloti azzurri in gara: Alberto Comparato del Woodstock Yachting Club, Paolo Longhi del Rainbow Team Association, Leidi Elisa e Cesati Christian entrambi del Club Nautico Gabbiane.
La vittoria di questa prova della classe promozionale della Motonautica Circuito è andata al giovane Alberto Comparato che l’anno scorso ha primeggiato vincendo i titoli italiano, europeo e mondiale. Il pilota veneto ha chiuso il week-end brindisino con due primi posti nelle due manche di gara; secondo classificato il finlandese Risto Lindstrom, mentre al terzo posto si è piazzato il finlandese Anton Nyholm.
Gli italiani in gara, tutti e tre alla loro prima gara del mondiale di F4, si sono comunque classificati: Paolo Longhi al 14° posto ed Elisa Leidi al 16°; Christian Cesati si è dovuto invece ritirare all’undicesimo giro.

Infine, la città pugliese ha fatto da sfondo alla seconda tappa del Campionato Italiano GT15. La vittoria è andata a Massimiliano Testa, portacolori della Società Olimpia Monte di Procida, che ha saputo tenere a debita distanza i diretti avversari vincendo tutte e tre le manche, i due catanesi Leonardo Garofalo e Reale Luca (entrambi del Jet Club Sicilia) sono saliti rispettivamente sul secondo e sul terzo gradino del podio.

Motonautica-Rossi

Per l’Europeo si è corso in Ungheria

Motonautica Circuito protagonista a Baja (Ungheria): l’Hydro GP ha visto la disputa della seconda prova del Campionato Mondiale F/500 e della prima prova dei Campionati Europei delle classi F/250 e F/125 e l’Italia ha potuto festeggiare in tutte le tre classi. Ad aggiudicarsi le prove europee sono stati infatti proprio due piloti italiani: Massimo Rossi (nella foto sopra) ed Alex Zilioli, entrambi portacolori della Mot. Boretto Po.
Zilioli ha vinto nella F/125, dominando la gara (ha vinto tutte le tre manche ottenendo 1200 punti finali); secondo posto per lo slovacco Henry Synoracki (825 punti); mentre sul terzo gradino del podio, con 522 punti, è finito un altro pilota azzurro: Daniele Frontoni (MGF Racing ASND).
Massimo Rossi si è imposto invece nella classe F/250: gli sono stati sufficienti due secondi posti e una vittoria nelle tre manche di gara per salire sul gradino più alto del podio con 1000 punti. Seconda piazza con 971 punti per l’ungherese Peter Bodor, mentre il tedesco Alex Mario ha chiuso terzo con 573 punti.
Ottimi risultati per i piloti azzurri anche nella prova del Mondiale F/500: Giuseppe Rossi (il piacentino del Circ. Nautico Chiavenna) ha chiuso la gara al secondo posto della classifica, mentre il terzo gradino del podio è andato a Robert Hencz, il campione ungherese che quest’anno corre con licenza italiana per il Circolo Nautico Chiavenna. Sul gradino più alto del podio della F/500 è salito (con tre primi posti) lo slovacco Marion Jung, campione mondiale uscente di questa categoria.

Il Campionato iridato della Motonautica Circuito delle classi F/500 e gli Europei F/250 ed F/125 proseguiranno a Bitterfeld in Germania dall’6 al 9 agosto. Per gli Europei si tratta delle prove finali e quindi i piloti gareggeranno per la conquista dei titoli continentali. Il Mondiale F/500 si concluderà in Italia, a Cremona, il 18-20 settembre.

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2022 BoatMag. All Rights Reserved.