Beneteau Flyer 5 SunDeck, piccolo a chi?

Il Beneteau Flyer 5 SunDeck, modello di accesso della gamma, piace per la sua versatilità e gli spazi incredibilmente generosi.

Essere il più piccolo di una gamma implica sempre di lasciare una fastidiosa sensazione di inferiorità rispetto alle versioni maggiori. Non è il caso del Beneteau Flyer 5 SunDeck che invece sa riproporre su una misura contenuta tutte le soluzioni che i fratelli più grandi esibiscono con maggiore agio.

Beneteau-Flyer-5-Sundeck_3

Il piccolo/grande Beneteau Flyer 5 SunDeck

Raccogliere in 5,50 metri di lunghezza tutto quello che il Beneteau Flyer 5 SunDeck riesce a offrire al suo proprietario è stato il “piccolo miracolo” fatto dal team di progettisti che ha lavorato per Beneteau. C’è da ricordare che il Flyer 5 è proposto in due versioni: SpaceDeck e SunDeck oggetto del nostro test. La prima si caratterizza per avere solo una consolle centrale e il pozzetto sgombro da prua a poppa, invece la versione SunDeck prevede un esteso prendisole che va a occupare tutta l’area di prua, che grazie alla sua forma squadrata amplia leggermente la superficie disponibile. Sotto la pontatura è ricavata una piccola cabina con cuccetta doppia che nasconde un wc chimico e ha l’elemento centrale asportabile per avere due cuccette singole, ma anche poter allestire una dinette di fortuna in caso di maltempo.

Beneteau-Flyer-5-Sundeck_6

Bella la plancia di colorazione più scura a staccare dal resto dello scafo e offrire un discreto spazio per l’installazione delle strumentazioni dei motori e di ausilio alla navigazione. La salita al prendisole è a sinistra, mentre sul lato opposto è allestito un pratico porta bicchieri. Le due sedute avvolgenti possono ruotare così da servire anche per allestire la dinette, mentre il divanetto poppiero può diventare un secondo solarium, ma lascia comunque spazio a un passaggio che si apre sul mare dotato di scaletta di risalita dall’acqua.

Il Beneteau Flyer 5 SunDeck come tutta la gamma Flyer è dotato della  conosciuta carena Air Step (brevetto Beneteau qui arrivata a un ulteriore sviluppo) che rilascia una “iniezione” d’aria sotto l’opera viva per creare meno resistenza fra acqua e scafo e quindi agevolare lo scivolamento a favore di una maggiore velocità con minore potenza. Due prese ai lati del parabrezza hanno il compito di catturare l’aria che viene poi “sparata” sott’acqua attraverso appositi canali che sfociano sul fondo della carena.

Beneteau-Flyer-5-Sundeck_1

Il test

Mare agitato dal vento e dalle tante scie delle barche che la bella giornata invita a uscire dal porto, condizioni non estreme in assoluto, ma certamente in grado di mettere in crisi una barca di cinque metri. Sono quindi curioso di vedere come si comporterà il “piccolo” Beneteau Flyer 5 SunDeck assecondato da un Suzuki DF115A, la potenza giusta verrebbe da pensare. Di questo ho subito la conferma come metto la prua fuori dal porto di Palma di Maiorca, l’accelerazione in 4 secondi scarsi per entrare in planata e i 10 secondi (sempre scarsi) per raggiungere i 20 nodi confermano della bontà del binomio. Poi proseguire nella progressione diventa piuttosto complesso per le condizioni del mare, ma riusciamo a “prendere” tutti i 5800 giri che ci erano stati indicati come regime massimo e sforiamo i 30 nodi che in condizioni migliori sarebbero stati sicuramente superati. Fa una certa impressione trovarsi di fronte onde con un incavo più ampio del nostro Flyer, ma con un po’ di accortezza a dosare il gas riesco a navigare tra i 4 e 5 mila giri abbastanza agevolmente, provando pure una serie di virate che, come cerco di stringere, vengo fermato dalla cavitazione dell’elica; poco male perché non sono manovre di normale navigazione. L’impatto sulle onde è sempre morbido anche quando la loro rapida successione impedisce un approccio corretto, solo in un paio di occasioni diventa più brusco, ma è inevitabile con una barca così corta, semmai apprezzo il fatto che mai veniamo raggiunti da spruzzi. La cosa certa è che con il Beneteau Flyer 5 SunDeck si potranno programmare brevi crociere diurne senza avere patemi se il meteo si guasta, anche con mare formato una navigazione sicura è garantita.

Caratteristiche tecniche

  • Lunghezza ……………….. m 5.50
  • Lunghezza scafo ………… m 5,17
  • Larghezza ………………… m 2,34
  • Dislocamento a vuoto …… kg 1.240
  • Serbatoio carburante ……… l 135
  • Serbatoio acqua …………… l 50
  • Portata persone …………… 6
  • Motorizzazione max …….. cv 140
  • Categoria omologazione … C-D

Prestazioni

  • 700 giri ……………… 1,9 nodi ……………… 1,2 l/h ………………… 57 db
  • 1000 giri ……………… 3,0 nodi ……………… 1,5 l/h ……………… 58 db
  • 1500 giri ……………… 4,2 nodi ……………… 2,8 l/h ……………… 61 db
  • 2000 giri ……………… 5,5 nodi ……………… 4,6 l/h ……………… 64 db
  • 2500 giri ……………… 6,3 nodi ……………… 8,2 l/h ……………… 71 db
  • 3000 giri ……………… 7,0 nodi ……………… 10 l/h ……………… 82 db
  • 3500 giri ……………… 9,1 nodi ……………… 17 l/h ……………… 82 db
  • 4000 giri ……………… 16,3 nodi ……………… 21 l/h ……………… 83 db
  • 4500 giri ……………… 19,9 nodi ……………… 25 l/h ……………… 83 db
  • 5000 giri ……………… 24,0 nodi ……………… 30 l/h ……………… 84 db
  • 5500 giri ……………… 26,7 nodi ……………… 36 l/h ……………… 84 db
  • 5800 giri ……………… 29,0 nodi ……………… 38 l/h ………………. 85 db

Condizioni della prova
Mare mosso, temperatura 18°C, carena pulita, carburante 100 l, acqua vuoto, equipaggio 3 persone

Prezzi
Beneteau Flyer 5 Sundeck solo scafo ……….. 11.680 euro, Iva esclusa
Suzuki DF115A ……………………………… da 12.960 euro, Iva inclusa

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2022 BoatMag. All Rights Reserved.