XCAT 2016

Prove libere per l’UIM XCAT World Series a Dubai

In acqua per le prove della quinta gara del l’UIM XCAT World Series: quattro barche in mezzo secondo con “Dubai n.7” la più veloce.

Il Dubai Grand Prix, quinta tappa dell’UIM XCAT World Series si apre all’insegna dell’incertezza. Evidentemente i due ribaltamenti nello scorso appuntamento australiano sono serviti a Salem Al Adidi e Eisa Al Ali, piloti del team Dubai n.7, che rientrati in acqua per il gran premio di casa hanno subito segnato il miglior tempo. Il duo emiratino, che era uscito senza conseguenze (ma danneggiando la barca) dai due incidenti nella gara di Gold Coast, ha lavorato sodo in queste settimane e nella prima sessione di prove libere ha segnato il miglior tempo in 2.37.25.

 XCAT_Dubai

UIM XCAT World Series al rush finale

“Il passato è passato, guardiamo avanti – afferma Salem Al Adidi -. Oggi dovevamo dimostrare a noi stessi che avevamo ritrovato la fiducia e l’abbiamo fatto. La barca è a posto, tutta l’elettronica è stata sostituita dall’Australia e il feeling è perfetto. Domani la pole è molto importante, anche perché sabato dovremmo avere mare grosso e vento, quindi sarà meglio partire il più avanti possibile”.

Oggi l’assenza di vento e onde ha reso decisamente competitiva la sessione di prove libere dell’UIM XCAT World Series, con quattro team in mezzo secondo. Al secondo posto, con un crono di 2.37.62, si sono piazzati Francois Pinelli e Saul Bubacco su Yachts: “siamo contenti di essere secondi, ma anche consapevoli che ancora non si è visto nulla. C’è molto margine di miglioramento per tutti. La prima sessione di solito la dedichiamo a trovare il giusto feeling con la barca che oggi ci sembrava letteralmente un cavallo impazzito. Quindi, nonostante il buon tempo, sappiamo che c’è ancora da lavorare. Se poi, come sembra, sabato la gara sarà su acque mosse, i tempi cambieranno completamente”.

XCAT_Yachts2

Opinione condivisa da Erik Stark, terzo con Mikael Bengtsson su Swecat a 11 centesimi da Yachts: “la sensazione in abitacolo è buona, ma sappiamo che c’è ancora margine di miglioramento. Credo che per la pole position i tempi si possano abbassare anche di 2-3 secondi e se saliranno le onde cambierà tutto”.

Domani la Pole position del quinto appuntamento dell’UIM XCAT World Series si svolgerà dalle 9:30 su 90 minuti (in Italia saranno le 6:30 del mattino). Lo spettacolo comincerà però con la gara di Speed Cat Run che vede i team sfidarsi in una gara di accelerazione e velocità su un rettilineo di un chilometro. I turni a eliminazione diretta eleggeranno un solo vincitore, mentre i risultati daranno punti utili per la classifica generale dell’UIM XCAT World Series che vedrà il culmine della quinta e penultima tappa sabato alle 14:00 (11:00 in Italia), quando la bandiera verde darà il via al Dubai Grand Prix.

Notizie correlate

Commenti chiusi

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.