Salpa Laver 38x, tanto spazio nessuna immatricolazione

Di natanti che riescono a stare sotto i fatidici 10 metri ce ne sono tanti, ma spaziosi e vivibili come il Salpa Laver 38x molto pochi.

Non colpisce certo per l’originalità il Salpa Laver 38x ma, a ben guardare, sono proprio le linee estremamente bilanciate a farlo piacere fin dal primo sguardo. Al resto pensa l’abitabilità, davvero eccezionale considerando che si tratta di un natante, quindi senza immatricolazione, che in dieci metri (ma fuori tutto sono quasi 12 m) riesce a offrire due cabine, entrambe dotato di bagno, con due letti doppi degni di questo nome.

Salpa-Laver-38x_10

I plus del Salpa Laver 38x

Trovare qualcosa fuori posto o trascurato sul Salpa Laver 38x è davvero difficile. Tutto è stato pensato nei minimi particolari e poi realizzato a “regola d’arte” con una costruzione in infusione che impreziosisce l’insieme e rende anche più leggera e resistente la barca, completata da arredi che, se non brillano per l’originalità del design, piacciono per il loro gusto tradizionale e al tempo stesso moderno, oltre alla qualità della loro lavorazione.

Una plancetta ben dimensionata senza esagerare mi accoglie a bordo e, attraverso il comodo cancelletto a sinistra, accedo al pozzetto. Un ampio divano a L dotato di tavolino fisso, con un’anta ripiegabile per ampliarne la superficie, costituisce la generosa dinette, che ha il suo completamento nel mobile grill che si trova a dritta, accessoriato con lavello, frigorifero e piano di vetroceramica a due fuochi. La murata di sinistra del Salpa Laver 38x prosegue con la chaise longue, che serve anche a dare volumetria alla sottostante cabina, fino al tambuccio e alla plancia di comando, qui trionfano gli strumenti analogici, anche se poi la maggior parte delle informazioni si ricavano da quelli digitali Raymarine per la navigazione e Volvo Penta per i motori.
La protezione di tutta questa area è affidata al profilato hardtop che si distingue per l’elemento scorrevole rigido con una superficie libera davvero ampia, come di solito è prerogativa dei soft top. Un’ultima nota infine per il grande gavone che si apre proprio al centro del pozzetto per ospitare tutte le centraline e i quadri di controllo, oltre a costituire un razionale spazio per riporre dai parabordi alle attrezzature sportive e una parte della cambusa.

Salpa-Laver-38x_15

Robusta e ben dimensionata la battagliola, ma un po’ sacrificato il tientibene alto che forse ha voluto essere più un tributo al design che alla praticità, comunque il passavanti è abbastanza largo e si accede alla zona di prua, dove il prendisole dispone dello schienale sollevabile per renderlo più comodo alla lettura, ben supportato da portaoggetti ai lati. A prua estrema il gavone dell’ancora è sotto il piano di calpestio.
Un sguardo d’assieme dall’esterno fa apprezzare il buon bilanciamento dei volumi del Salpa Laver 38x, in particolare dell’opera morta alleggerita dagli inserimenti delle finestrature che, come vedremo, si rendono molto utili sottocoperta.

Ma il bello deve ancora venire. Perché, se non siete stati conquistati completamente dalla coperta, non potrete restare indifferenti negli interni del Salpa Laver 38x: due cabine doppie veramente degne di questo nome, entrambe dotate di locale toilette, e un quadrato molto vivibile con un angolo cucina che verrà utile quando il meteo non permetterà di usare quello esterno. Poco da aggiungere: vivere anche per lunghi periodi a bordo del Salpa Laver 38x non è un’utopia, ma anzi una prospettiva decisamente allettante, soprattutto se le doti nautiche si dimostreranno adeguate a quelle degli allestimenti. Non resta che verificarlo.

Salpa-Laver-38x_2

Il test

Mare mosso nel golfo di Salerno, resto accostato alla diga foranea della Marina d’Arechi cercando un po’ di acque meno agitate per avere dei dati velocistici e di consumo attendibili, ma il forte vento non dà tregua e queste deve essere considerato nelle misurazioni. In compenso a fare una gran bella figura è la carena del Salpa Laver 38x che affronta le onde con bella sicurezza riducendo al minimo gli impatti violenti e, anche quei pochi, confermano la bontà della struttura, frutto della sofisticata costruzione in infusione.

Anche le virate più strette, pur denunciando un coricamento molto accentuato complice anche il raggio molto stretto garantito dai piedi poppieri Volvo Penta Duoprop, non mettono mai in agitazione, ma anzi fanno percepire di navigare comunque con ampi margini di sicurezza. Semmai un po’ fastidiosa è la cabrata piuttosto accentuata prima della planata, ma è solo questione di pochi secondi e poi la barca prende un assetto ottimale. Da notare che la planata minima è tenuta a 2100 giri/min a 14 nodi, con un consumo di poco più di 40 l/h.

La progressione dei due Volvo Penta D4 è eccellente a conferma dell’ottimo binomio allestito dal cantiere Salpa: riesce difficile immaginare una soluzione migliore. Proseguo nei tentativi di mettere in difficoltà il Salpa Laver 38x e posso osservare che anche nelle decelerazioni più brusche l’acqua non sale mai sulla plancetta poppiera e tantomeno in pozzetto; così come la visibilità laterale è eccellente, ulteriormente ampliata dalla grande apertura garantita dal tetto rigido. Un’ultima annotazione positiva per una barca che è difficile non apprezzare.

Salpa-Laver-38x_6

I numeri del Salpa Laver 38x

  • Lunghezza ft …………………… m 11,95
  • Lunghezza omologazione ……… m 9,95
  • Larghezza ……………………… m 3,85
  • Immersione ……………………… m 0,90
  • Dislocamento …………………… kg 8.250
  • Motorizzazione ………………… Volvo Penta D4 2×300 cv
  • Serbatoio carburante …………… l 2×350
  • Serbatoio acqua ………………… l 250
  • Portata persone ………………… 10
  • Omologazione CE ……………… B

Prestazioni

  • 700 giri ……………… 4,7 nodi ………… 3,6 l/h ………… 65 db
  • 1000 giri ……………… 6,5 nodi ………… 7,6 l/h ………… 66 db
  • 1500 giri ……………… 8,9 nodi ………… 22 l/h ………… 72 db
  • 2000 giri ……………… 12 nodi ………… 42 l/h ………… 75 db
  • 2500 giri ……………… 20 nodi ………… 64 l/h ………… 78 db
  • 3000 giri ……………… 28 nodi ………… 80 l/h ………… 80 db
  • 3500 giri ……………… 36 nodi ………… 116 l/h ………… 80 db

Condizioni della prova
Mare mosso, temperatura 22°C, carena pulita, carburante 350 l, acqua 230 l, equipaggio 3 persone

Prezzi (Iva esclusa)

  • Volvo Penta D4 2×260 cv ……………… 249.950 euro
  • Volvo Penta D4 2×300 cv ……………… 267.950 euro

Notizie correlate

Commenti chiusi

Copyrıght 2022 BoatMag. All Rights Reserved.