UIM XCAT World Series 2016

UIM XCAT World Series 2016: a Fujairah Emirati e Italia davanti a tutti

Nel primo giorno di gara della UIM XCAT World Series 2016, il Fujairah Grand Prix, di scena la Pole Position e la Speed Cat Run.

Nella prima prova della UIM XCAT World Series 2016, 28 piloti di 14 team sono scesi in acqua per contendersi la Pole Position, valida per la gara di domani e per la sfida uno contro uno della Speed Cat Run, gara a eliminazione che assegna punti per la classifica mondiale.

UIM XCAT World Series 2016

UIM XCAT World Series 2016, ancora gli Emirati

I team Emiratini sono ancora i più forti, con Abu Dhabi in Pole e Victory che conquista lo Speed Cat Run, ma dietro a loro si parla italiano. Sono infatti Six (Matteo Nicolini e Tomaso Polli) e T-Bone Station (Giovanni Carpitella e Marco Pennesi) i primi contendenti in questa prima della UIM XCAT World Series 2016.

Nicolini e Polli hanno passato tutti i turni dello Speed Cat Run, perdendo solo in finale con Victory e conquistano punti preziosi per il Campionato. Dietro di loro proprio Carpitella e Pennesi, che oltre a questo terzo posto sono stati gli unici a impensierire i team degli Emirati nella pole position, con il secondo tempo più veloce. Peccato che una penalità tecnica, comminata tanto a loro quanto a Victory, pur non avendo dato nessun vantaggio sul giro, li costringa a partire due posizioni più indietro, cioè dal quarto posto.
I risultati dei due team italiani sono resi ancora più importanti considerando che entrambi montano i “vecchi” motori a 2 tempi, per una potenza complessiva di circa 100 cavalli in meno rispetto a chi (10 team su 14 al momento) ha adottato i nuovi 4 tempi. Ma un leggero vantaggio di peso, l’agilità di una barca più corta e soprattutto l’esperienza dei piloti sono stati i fattori decisivi.

UIM XCAT World Series 2016

“Potevamo anche vincere lo Speed Cat Run – afferma Tomaso Polli -. Il vento ci ha spinto e abbiamo perso per un attimo la traiettoria. Ma va bene, siamo molto contenti della performance della barca. Lo Speed Cat Run, con partenza lanciata e accelerazione massima, è una simulazione perfetta dell’inizio della gara. Domani siamo decimi in griglia ma sappiamo che possiamo bruciare diversi avversari alla bandiera verde. Poi, il circuito non ha tratti che diano particolare vantaggio ai quattro tempi…Vedremo”.

“Chi ha iniziato con i nuovi motori ha ancora problemi di messa a punto – spiega Marco Pennesi di T-Bone Station -. Basta un cambiamento nel vento o nelle onde che devono ricominciare da capo con la scelta delle eliche e dell’assetto; noi invece siamo preparati con l’esperienza degli anni scorsi. Lo sapevamo: i 2 tempi sono ancora competitivi, peccato per la penalità, ma dal quarto posto siamo comunque in grado di fare una buona partenza sulla prima boa, poi vedremo. Sicuramente Giovanni (Carpitella) è il miglior compagno che posso augurarmi… ha sempre tutto sotto controllo e non perde la concentrazione per un secondo. Con lui all’acceleratore non sento neanche le onde”.

Alla prima verifica sul campo, il nuovo format della Pole Position della UIM XCAT World Series 2016 si è rivelato avvincente dall’inizio alla fine. Le tre sessioni di 40, 10 e 6 minuti rispettivamente, con i peggiori cinque eliminati di volta in volta, sono piaciute al pubblico e anche ai piloti, pure costretti a non mollare la concentrazione per un attimo.

Dopo una ulteriore sessione di prove libere in mattinata, il Fujairah Grand Prix, prima prova della UIM XCAT World Series 2016, partirà domani alle 16:00 (ore 14:00 in Italia) su una distanza di 18 giri e circa 67 miglia nautiche (circa 110 Km).

Notizie correlate

Commenti chiusi

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.