XCAT Dubai Grand Prix

XCAT Dubai Grand Prix, attenti al meteo!

Tutto è pronto per il XCAT Dubai Grand Prix, seconda prova del Mondiale, intanto è annunciata una gara in Corea del Sud.

È il meteo a fare la voce grossa e costringere a un cambio di programma del XCAT Dubai Grand Prix. Non tanto in questi giorni di calma piatta e umida, quanto per le previsioni relative al giorno della gara di sabato: sembra ormai certo che il vento rinforzerà fino a raggiungere i 21-22 nodi costanti con raffiche di 30, condizioni pericolose tanto da essere vietate dal regolamento.

XCAT Dubai Grand Prix

XCAT Dubai Grand Prix, parlano i protagonisti

Le barche sono arrivate a Dubai e i team si preparano a scendere in acqua, a 24 ore dalla sessione di prove libere 1 del XCAT Dubai Grand Prix, seconda tappa del Campionato.
Alfredo Amato, vincitore lo scorso novembre dell’ultima gara disputata qui, torna in acqua con una barca tutta nuova. Nome Carpisa Yamamay, motori i nuovi XCAT Mercury ROS 400, copilota Diego Testa: “non sarà facile ripeterci, per noi è tutto nuovo, abbiamo provato pochissimo ma le potenzialità ci sono. Ci serve una qualifica perfetta, una gara su mare mosso e un po’ di fortuna”.

I vincitori della prima gara 2016 Nadir bin Hendi e Arif al Zaffein, su Victory, sanno di avere un pacchetto formidabile, ma Bin Hendi non nasconde quali sono le preoccupazioni: “la pressione è sempre alta quando corri a casa, tutti si aspettano molto da te. Dobbiamo dare il massimo per tenere fede a queste aspettative e vincere ancora. Guardando i tempi della pole della prima gara, c’è soltanto un secondo di differenza fra i primi. La competizione è forte. Devi essere sempre al 100% quando scendi in abitacolo, e non sbagliare niente”.

Gli emiratini sono dunque consapevoli della sfida che devono affrontare, in primis contro avversari del calibro di GoldCoast.Australia (Tom Barry-Cotter e Ross Willaton) e Swecat (Mikael Bengtsson e Erik Stark) finiti rispettivamente secondo e terzo nella scorsa gara di Fujairah.
Tom Barry Cotter da parte sua non concede fiato a Victory: “sono velocissimi e molto bravi, ma noi eravamo lì dietro. Forse hanno mollato un po’ verso la fine per non rischiare danni alla barca o ai motori, ma possiamo comunque infastidirli mettendo pressione. Molto si gioca in qualifica, dobbiamo essere davanti e partire velocissimi verso l’interno del circuito”.
Eric Stark di Swecat, invece, sposta la questione sui nuovi propulsori XCAT Mercury ROS 400: “dobbiamo provare molto dopo Fujairah. Abbiamo due pagine di test e verifiche da fare sui motori, ci siamo buttati su questo lavoro e stiamo cercando di tirare fuori un po’ di velocità in più”.

Nel frattempo, è il meteo a fare la voce grossa e costringere a un cambio di programma: la gara è stata spostata a venerdì, quando le brezze saranno di 10-12 nodi e si potrà correre anche al largo. La gara di accelerazione dello Speed Cat Run, che si tiene su un rettilineo di un chilometro riparato dal vento, è invece posticipata al sabato.
I nuovi orari sono i seguenti: Pole Position venerdì 15 ore 10:30 (ore 8:30 in Italia), gara venerdì 15 ore 15:30 (13:30 da noi), Speed Cat Run sabato 16 ore 14:30 (12:30). La gara di venerdì e lo Speed Cat Run si potranno seguire in diretta streaming collegandosi al sito www.xcatracing.com o al canale www.youtube.com/xcatpowerboats.

XCAT Dubai Grand Prix

Una gara in Corea

XCAT Dubai Grand Prix ha avuto un prologo con la conferenza stampa durante la quale gli organizzatori del campionato UIM XCAT World Series e le autorità di Seul hanno annunciato l’accordo raggiunto per disputare la quarta gara della stagione 2016 nella capitale della Corea del Sud. La gara si terrà nel weekend dal 23 al 25 settembre 2016, sul fiume Han che attraversa la metropoli asiatica.

“La Corea del Sud, e in particolare l’area del fiume che attraversa Seul, sono perfetti per una gara di motonautica – afferma Erica Young Zee Yoon, vicepresidente del Comitato organizzatore -. Ci sarà un grande pubblico che non ha mai visto un Grand prix internazionale di questo livello. Spero che l’XCAT sia un veicolo per il nostro Paese per avere altri eventi di questo livello in futuro. In più, abbiamo dei piloti di motonautica in Corea del Sud, e ci piacerebbe portarli fino al Mondiale XCAT un giorno”.

“È un grande passo avanti per l’XCAT – ha affermato S.E. Saif al Ketbi, Presidente della WPPA organizzatore del Campionato XCAT -, siamo contenti di lavorare con il comitato locale per organizzare una gara che si preannuncia unica, sul fiume Han nel centro di Seul. Si tratta della seconda tappa nuova che aggiungiamo quest’anno al Mondiale, a conferma della crescita continua che le corse XCAT stanno compiendo a livello internazionale, in termini sportivi e di spettacolo”.

Nella foto, da sinistra: Jex Yoon, copresidente del Comitato organizzatore della Corea del Sud; S.E. Saif al Ketbi, presidente di WPPA; Erica Young Zee Yoon, copresidente del comitato organizzatore coreano; Essa Kharbash, membro del board di WPPA.

Leggi come è andata la prima gara.

Notizie correlate

Commenti chiusi

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.