XCAT-Dubai-GP

XCAT Dubai Grand Prix, quattro in un secondo

Quattro team in un secondo, è questo il responso delle prove libere del XCAT Dubai Grand Prix a meno di un giorno dalla gara valida come seconda tappa del mondiale.

Nelle prove libere del XCAT Dubai Grand Prix i più veloci sono gli australiani Tom Barry-Cotter e Ross Willaton su GoldCoast.Australia con 2:36:57, seguiti da Salem Al Adidi e Eisa Al Ali su Dubai; terzi i piloti americani Jay Price e Shaun Torrente, su Lady Spain e, a chiudere la “top4” i campioni in carica di Victory Arif Al Zaffein e Nadir Bin Hendi con 2:37:58.

XCAT-Dubai-GP

XCAT Dubai Grand Prix, i segreti di Jay Price

La vera sorpresa della giornata viene da Lady Spain in terza posizione: il team iberico infatti ha installato i nuovi motori, i potenti XCAT Mercury ROS 400, appena terminata la gara di Fujairah della scorsa settimana. Senza aver provato mai la barca e soprattutto senza aver fatto modifiche importanti per bilanciare il peso e l’assetto, Price e Torrente hanno mostrato subito confidenza con il mezzo e una perfetta scelta delle traiettorie.

“Abbiamo fatto un paio di giri per imparare, perché lo stile di guida è completamente diverso rispetto ai vecchi Mercury a 2 tempi che ancora usa qualche team – spiega Jay Price -. L’accelerazione è diversa, il modo di buttare la barca dentro la virata è diverso. Stiamo capendo un po’ alla volta e ci stiamo avvicinando… potremo dare del filo da torcere ai più forti. La velocità massima è simile: quello che cambia è l’accelerazione e la spinta attraverso le onde che ti permette di tenere la barca più piatta sull’acqua e quindi più facile da controllare. Il problema viene dal peso extra sul posteriore, che costringe a lavorare di più con l’acceleratore e i trim”.

“Essere lì davanti con gli altri così veloci – prosegue Jay Price – è una soddisfazione. Tutti I team che montano i nuovi motori li hanno già provati nella scorsa gara, noi li abbiamo semplicemente montati al posto dei vecchi due giorni fa, senza neanche verificare l’altezza. Abbiamo fatto la scelta più conservativa e ora abbiamo poco tempo prima della gara, che è stata anticipata a domani, ma per il prossimo futuro siamo fiduciosi: non abbiamo ancora trovato il limite, anzi siamo molto carichi perché è una sfida per migliorare”.

XCAT-Dubai-GP

Dietro ai migliori quattro nelle prove libere del XCAT Dubai Grand Prix, altri tre team sono in un secondo e mezzo. Quinta è Spirit of France di Francois Pinelli e dell’italiano Saul Bubacco, seguita da Carpisa Yamamay dei nostri Alfredo Amato e Diego Testa. In settima posizione, con 2:39:44, il team Abu Dhabi 5 con Rashed Al Tayer e Faleh Al Mansoori. I due emiratini, reduci dall’incidente e successivo cartellino giallo nella prima gara, dovranno trovare un po’ di prestazione se vogliono ripetere il campionato dello scorso anno, dove hanno lottato fino all’ultimo per il titolo mondiale contro i “cugini” di Victory.

Nel frattempo, la giornata segna un altro primato per l’XCAT: il più giovane pilota mai sceso in acqua nel mondiale. Si tratta di Sebastian Groth, 19 anni, terzo pilota del team Swecat Racing. Il giovane talento svedese ha effettuato alcuni giri di prova con Mikael Bengtsson, nel ruolo di driver (al timone), mostrando subito confidenza con la barca. Per lui, già 50 gare alle spalle e un titolo Europeo in Offshore 3B, la carriera è appena cominciata.

Domani la pole position si disputa con il nuovo formato in tre sessioni, simile a quello della Formula 1 automobilistica. 90 minuti dalle 10:30 locali (8:30 in Italia). La gara prenderà il via alle 15:30 (13:30 da noi) e si svilupperà su 16 giri per un totale di 58,7 miglia nautiche (quasi 110 km), che le barche percorreranno a una velocità media di circa 150 Km/h toccando punte di 200.
Sabato è previsto vento forte, fattore che ha costretto ad anticipare la gara a domani e spostare di conseguenza lo Speed Cat Run al giorno dopo. Quest’ultima sfida, che vede le barche gareggiare in rettilineo, una contro una, in un torneo a eliminazione diretta, si disputa infatti all’interno della baia, e potrà tenersi anche in caso di vento sostenuto.

Per seguire il live tweet della pole position il canale è www.twitter.com/XCATRacing, mentre la gara si potrà vedere in diretta streaming collegandosi al sito www.xcatracing.com o al canale www.youtube.com/XCATPowerboats.

Notizie correlate

Commenti chiusi

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.