Una fiera a Milano. È nel nuovo palinsesto fieristico di Nautica Italiana

La creazione di un nuovo palinsesto fieristico internazionale in partnership con Fieramilano teso a creare una serie di fiere ognuna mirata a una specifica sfera del mercato nautico. Questo è quanto ha prospettato per il 2017 Nautica Italiana, l’associazione affiliata a Fondazione Altagamma che, come Ucina Confindustria Nautica, riunisce una parte dell’industria di settore.

L’accordo fra i due partner non è ancora stato siglato ma, dicono, lo sarà molto presto e sarà focalizzato a realizzare tre eventi in altrettante stagioni.

In particolare:

in primavera un salone nautico internazionale all’aperto dedicato alla media e grande nautica
in estate un evento “Lifestyle & Glamour
in autunno un salone espositivo indoor dedicato alla piccola nautica e agli sport acquatici.

Manchette-Newsletter-BoatMagA parte quest’ultimo che è già previsto si terrà presso la Fiera di Milano, degli altri due non è stato ancora dichiarato il luogo, anche se il presidente di Nautica Italiana, Lamberto Tacoli, auspica di proseguire la tradizione a Genova, ma ciò che conta è che finalmente viene presa in seria considerazione l’opportunità di portare la nautica a Milano, il luogo meno “marino” d’Italia, ma la cui struttura fieristica situata a Rho ha il vantaggio assoluto di essere molto ben collegato con la ferrovia, con le autostrade (è sulla tangenziale con svincoli dedicati che conducono subito ai parcheggi), è vicino all’aeroporto di Malpensa ed è facilmente raggiungibile anche da Linate, tutte cose che permettono anche a chi arriva dal nord Europa di visitare la fiera in giornata, se lo desidera, e venire direttamente sul posto a toccare con mano il made in Italy.

Fiera Milano Panoramica 1             Fiera Milano panoramica 2

Del resto, come ben dimostra il Boot di Düsseldorf, che si tiene in pieno inverno nel nord della Germania, per attirare pubblico non è fondamentale creare fronzoli o cercare il posto “figo”, ma molto dipende da quanto si rende comoda la vita a chi vuole venire a vedere le barche. E Milano in questo non ha concorrenti in Italia, non solo per il polo fieristico, ma anche per le strutture ricettive ben avvezze a trattare con un pubblico non prettamente turistico ma più orientato al business.

Il problema forse starà nell’avere espositori che garantiscano una varietà di prodotti e marchi tali da rendere la fiera milanese un’esposizione completa, visto che Nautica Italiana riunisce una parte ancora minoritaria dell’industria nautica, mentre gli associati Ucina non credo saranno invogliati a parteciparvi, a meno che non raccolgano il messaggio di Nautica Italiana che ha espressamente invitato tutte le associazioni nautiche del Paese a collaborare a questo palinsesto.

Un palinsesto che ha dimostrato anche l’intelligenza di separare la piccola nautica da quella più grande, non solo per una convenienza economica (a differenza di un natante, portare un 20 metri a Milano può essere disincentivante sul fronte dei costi), ma anche perché sono due tipi di utenze diverse, che in questo modo possono fruire di eventi specificamente dedicati a ognuna di loro.

Speriamo che tutto questo non rimanga solo nelle intenzioni.

Intanto, parallelamente a questo palinsesto, l’associazione nautica presieduta da Tacoli affianca altri eventi e un programma di iniziative finalizzate a creare un contatto più continuativo fra l’industria e i diportisti.

Tra questi:
Seatec-Yare a Viareggio e Carrara
Design & Industria, Salone del Mobile Milano
Superyacht Design Award a Firenze
Montenapoleone Yacht Club a Milano

Manchette-Newsletter-BoatMag

Notizie correlate

Commenti chiusi

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.