L’evoluzione delle trasmissioni di superficie secondo Topsystem

È un progetto tutto italiano quello da cui nascono le nuove tramissioni di superficie Topsystem Surface Drive. Si tratta di un sistema di ad assetto e direzione variabile per barche e gommoni ad alte prestazioni.

L’azienda laziale TS Drive ci ha impiegato anni per arrivare a questo risultato, ma ora ha messo a punto delle tramissioni di superficie che, combinando una particolare sezione della pinna direzionale con altrettanto particolari forme e dimensioni dei drive, riescono a ridurre sensibilmente la resistenza idrodinamica a vantaggio di una maggiore efficienza e quindi di un aumento della spinta finale, grazie anche al fatto che le eliche lavorano in una zona d’acqua meno “turbolenta”.

 

 

Topsystem_1
Ma non solo. Le Topsystem Surface Drive possono essere dotate di alcuni optional tesi a rendere più semplice per il timoniere l’uso di queste trasmissioni di superficie su propulsori da 200 fino a 400 cv. Fra le varie possibilità vale la pena citare il sistema elettronico Easytrim, realizzato in collaborazione con la Onyx. In pratica il software di gestione interviene automaticamente su flap e trim, adattando automaticamente la posizione delle propulsioni in funzione delle condizioni di carico dell’imbarcazione e del motore. Addirittura, anche lo stile di guida è personalizzabile in base alle diverse condizioni del mare, semplicemente agendo sul monitor touchscreen in plancia. Tutto questo, naturalmente, non toglie divertimento e soddisfazione a chi vuole affidarsi totalmente alle proprie abilità di driver, perché i comandi manuali sono sempre disponibili per assicurare il massimo piacere di guida e performance.

C’è anche di più, ma l’azienda di Latina non rivela ancora i dettagli, rimandando le “sorprese” al prossimo Cannes Yachting Festival (dal 6 all’11 settembre), dove presenterà ufficialmente le Topsystem Surface Drive con tutto ciò che ruota loro intorno.

Come ogni progetto tecnico lo sviluppo non si ferma mai, così TS Drive ha avviato una collaborazione con Anvera Rib per l’installazione di sistemi propulsivi ad alte performance sui modelli del cantiere per affinare nuove tecnologie utilizzando scafi che caratterizzati da sportività, prestazioni e comfort.

Manchette-Articolo-Mercury

Notizie correlate

Commenti chiusi

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.