Jeanneau e Suzuki in Toscana li trovate nella nuova sede di Autonautica Diglio

Autonautica Diglio si è da poco trasferita a Orbetello presso il Marina di Cala Galera.

Cambia la sede ma non la professionalità di questa società, che opera nel mondo nautico da ben 49 anni con attività di vendita di imbarcazioni e motori, intorno a cui ruota anche tutta una serie di servizi importanti.

Manchette-Newsletter-BoatMagProprio per questo Autonautica Diglio ha sentito la necessità di trasferirsi in una struttura con spazi esterni e interni ben più ampi, che le permettessero di migliorare il servizio assistenza e manutenzione, l’attività di rimessaggio e un accurato stoccaggio delle barche nuove. L’azienda, inoltre, è attrezzata con rimorchi idraulici per la movimentazione delle imbarcazioni fino a 12 metri e si occupa anche di refitting.

Che sia estate o che sia inverno, dunque, Autonautica Diglio rimane sempre il centro d’attenzione per la compravendita e la cura della propria barca, tanto più che fra i partner storici con cui la società collabora da molti anni ci sono anche UBI Banca e SGB Finance, che garantiscono affidabilità nei finanziamenti per l’acquisto dei prodotti.

La nuova location si trova in via Aurelia Nord 170 ed è quindi facile da raggiungere. Una volta arrivati si entra in un’area immersa nel verde, in un’atmosfera capace di mettere a proprio agio i clienti che qui arrivano per l’acquisto delle barche del cantiere francese Jeanneau o dei motori dei giapponesi di Suzuki.

Jeanneau-Leader-36-Sportop_2              Suzuki DF40A White

Non a caso, in questa stessa area è stata spostata anche la sede di Delta Yachting Service, l’altra azienda che fa capo alla famiglia Diglio. Ed entrambe rimangono sempre operative anche nell’altra struttura sulle rive del lago di Bolsena, a nord di Roma, proprio dove Angelo Diglio iniziò 49 anni fa a occuparsi di nautica per far fronte alle richieste dei turisti nordeuropei, tedeschi in testa. Era l’epoca dei motoscafi classici, Cigala Bertinetti, Rio, Vega, Lord, soprattutto Glastron, ed era in auge lo sci nautico, praticato da tedeschi, belgi e lussemburghesi.

Oggi è la seconda generazione a tenere le fila delle aziende, che può vantare un livello di fidelizzazione dei suoi clienti decisamente elevato, al punto che ai Diglio si rivolge ancora la terza generazione dei loro primi clienti, cioè i nipoti di coloro a cui Angelo vendeva le barche alla fine degli anni Sessanta.

Una storia che è testimoniata anche da una bellissima collezione di motori fuoribordo d’epoca, come Zundapp, Volvo, Seagull, Tomos e Delfino, marchi (a parte Volvo) che ai più può risultare incredibile associare alla nautica, ma che qui possono ammirare da vicino.

Motivo in più per fare un giro nella nuova struttura toscana di Autonautica Diglio e Delta Yachting Service, che si trova in Loc. Cala Galera, 58018 Monte Argentario (Gr), tel. +39 0564 833010

Manchette-Newsletter-BoatMag

Notizie correlate

Commenti chiusi

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.