In anteprima mondiale i nuovi fuoribordo Suzuki DF150AP e DF175AP

I due nuovi fuoribordo Suzuki DF150AP e DF175AP seguono il concept tecnico ben delineato del Suzuki DF200AP, un motore che ha riscosso un grande successo commerciale.

I plus dei nuovi Suzuki DF150AP e DF175AP sono molteplici: si tratta di un’unità termica estremamente compatta, con un rapporto peso/potenza eccellente, brillante in accelerazione, parco nei consumi, affidabile, capace di adattarsi a impieghi disparati grazie anche all’elettronica evoluta che ne supervisiona il funzionamento.

suzuki_df175ap_2

Suzuki DF150AP e DF175AP per stupire

I nuovi Suzuki DF150AP e DF175AP sono dei quattro cilindri in linea, architettura che è in grado di esaltare il contenimento degli ingombri delle unità termiche e quindi il peso. Sono motori dotati di quattro valvole per cilindro con doppio albero a camme in testa (DOHC – Double Over Head Camshaft) e fasatura variabile delle valvole (Variable Valve Timing) che possono essere definiti “big block” per la generosa cubatura da 2.867 cc, caratterizzati da un alto rapporto di compressione (10,2:1). È soprattutto grazie a questa soluzione tecnica, frutto dell’esperienza maturata da Suzuki nelle competizioni, che i tecnici hanno potuto ottenere un valore di coppia molto elevato anche ai bassi e ai medi regimi, capace di garantire a entrambi i motori delle accelerazioni entusiasmanti.

Altra importante peculiarità dei nuovi Suzuki DF150AP e DF175AP, capace di esaltarne la brillantezza nelle performance, è data dall’adozione di una calandra che incorpora un sistema di prese d’aria definito Semi-Direct Air Intake System. Si tratta di un sistema integrato all’impianto di aspirazione dell’unità termica, capace di fornire un congruo apporto d’aria a temperatura ottimale al circuito d’iniezione e, quindi, sempre la giusta quantità di ossigeno per ottimizzare la combustione a tutti i regimi di rotazione.

suzuki_df150ap_1

I nuovi Suzuki DF150AP e DF175AP sono caratterizzati anche da:

  • Suzuki Keyless Start, un sistema di tipo automobilistico che comprende anche un’utile funzione immobilizer per la protezione dai furti, con chiave elettronica accoppiata a un sensore di prossimità codificato. Con tale soluzione l’accensione del motore avviene semplicemente premendo il pulsante di avvio se la chiave si trova nel raggio di un metro dalla consolle.
  • Suzuki Precision Control, il sistema computerizzato drive by wire grazie al quale la gestione del comando monoleva del motore (quindi del cambio, marcia avanti, folle e marcia indietro, e della parzializzazione del gas del motore) risulta di facile utilizzo in quanto più precisa e semplice di una manetta meccanica.
  • Suzuki Selective Rotation che, con la sola sostituzione di un connettore nei cablaggi, permette allo stesso motore di essere utilizzato indifferentemente come destrorso o sinistrorso.

La centralina a 32 bit di cui sono dotati i fuoribordo Suzuki DF150AP e DF175AP, con la sua potenza, è un vero e proprio cervello che, attraverso la lettura dei molti sensori presenti sui motori, analizza una serie di parametri legati al funzionamento, rendendone possibile la massima ottimizzazione. Attraverso questo complesso e veloce processo, viene così predeterminata la quantità di benzina che il sistema d’iniezione multipoint polverizza nella combustione, in relazione alla quantità d’aria necessaria affinché la combustione stessa sia ottimizzata. Tutto ciò prende il nome di Lean Burn, ovvero il sistema di combustione magra di Suzuki, attento alle emissioni nocive e parco nei consumi, che sui nuovi propulsori porta a netto risparmio di carburante. Alla stessa centralina elettronica è demandato il controllo dei sensori di battito, di detonazione e ossigeno (sonda Lambda) e di rilevamento dell’acqua nel carburante, per il monitoraggio di tutte le funzioni e il controllo interno dei parametri operativi, sempre in tempo reale, per assicurare la massima affidabilità al motore.

suzuki_df150ap_2

In termini di comfort, i nuovi Suzuki DF150AP e DF175AP sono dotati di precamera di abbattimento dei rumori prodotti dall’aspirazione, un accorgimento estremamente efficace per la riduzione della rumorosità prodotta dall’unità termica durante il funzionamento.
Ad avvalorare anche in termini d’immagine tutte le peculiarità innovative dei nuovi Suzuki DF150AP e DF175AP c’è l’adozione del nuovo colore Pearl Nebular Black, accompagnato dall’applicazione di fregi 3D, una soluzione estetica che dona un look inequivocabilmente Suzuki.

Leggi la nostra prova del Suzuki DF200AP con il Makò 68

 

Manchette-Newsletter-BoatMag

Notizie correlate

Commenti chiusi

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.