Salvatore Ranieri: “A Parigi pensando già a Düsseldorf”

Per un costruttore la stagione dei saloni è davvero senza tregua. Nel racconto di Salvatore Ranieri di Ranieri International le sensazioni da Cannes al Boot.

Cannes, La Rochelle, Genova, Malta, Barcellona e ora Parigi, ma con il pensiero rivolto già al Boot di Düsseldorf. Per Salvatore Ranieri Parigi è l’ultima tappa prima della “tregua” natalizia, per poi ributtarsi nella bagarre e preparare l’appuntamento tedesco, forse il più importante.

Salvatore Ranieri la vede abbastanza bene

Incontrare Salvatore Ranieri è l’occasione migliore per fare il punto del mercato dal punto di vista di un costruttore importante come Ranieri International. La speranza è che tanti Saloni in rapida successione abbiano potuto chiarire un po’ la situazione del mercato dopo i lunghi anni di recessione. In realtà, i segnali sono ancora abbastanza discordanti e quindi l’auspicata piena ripresa dovrà aspettare ancora un po’.

“Le sensazioni sono in linea di massima positive – conferma Salvatore Ranieri -, un po’ dappertutto stiamo registrando una tendenza sempre più accentuata verso la ripresa, anche se i livelli pre-crisi sono ancora lontani. Da parte di Ranieri International la partecipazione ai Saloni è una sorta di semina in attesa di quella ripartenza che tutti aspettiamo. Il trend è però abbastanza buono, anche se non si percepisce ancora quell’euforia che aveva caratterizzato gli anni passati. Non vedo neppure grosse differenze tra i vari mercati, forse la Francia e la Germania sono un po’ più attivi, ma per il resto la situazione è molto simile a quella italiana. Comunque prima di febbraio è sempre difficile “tirare le somme” e si rischia anche di arrivare a delle deduzioni sbagliate”.

“Parlando invece della presenza di Ranieri International al Nautic di Parigi – prosegue Salvatore Ranieri -, abbiamo scelto uno stand importante di 300 mq nel padiglione centrale. Qui abbiamo esposto quattro barche e tre gommoni Cayman che hanno riscosso tutte un buon successo. Ma l’attenzione principale era per il nuovo Next 370 (vai a leggere la nostra prova) che abbiamo presentato con un’inedita livrea nera. L’accoglienza è stata ottima, confermando le eccellenti sensazioni avute in tutte le altre fiere; adesso aspettiamo il Boot per la consacrazione definitiva. Quello che è certo è che abbiamo centrato l’obiettivo che ci eravamo posti, adesso non resta che aspettare le risposte “concrete” dei clienti…”.

 

Manchette-Articolo-Mercury

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2022 BoatMag. All Rights Reserved.