Comitti, uno stile di vita, non solo barche

Il cantiere comasco ha saputo sviluppare uno stile personale che fa delle barche Comitti degli oggetti unici, ambiti e ammirati nei porti di tutto il mondo.

Difficile immaginare una migliore interpretazione della tradizione cantieristica dei laghi italiani di quella data dal cantiere Comitti ai suoi modelli. Fondato nel 1956 da Mario Comitti, il cantiere si è subito contraddistinto per il fascino delle sue barche, classiche runabout in mogano, simbolo dell’Italia spensierata e laboriosa degli anni Sessanta. Elia Comitti, figlio di Mario, ha proseguito l’attività sulle orme del padre (e oggi conta più di 600 imbarcazioni prodotte), ma ha anche introdotto tante innovazioni che hanno decretato il successo del cantiere comasco.

Comitti, il fascino della tradizione

Il cantiere si trova sempre a Como, ma in un insediamento di oltre 3.500 mq, dei quali 1.900 mq coperti, tutti dedicati alla produzione. Innovazione e tradizione si sono fuse con la creazione di nuovi modelli, curati fin nel più piccolo particolare per riproporre il fascino esclusivo dei motoscafi della “Dolce Vita”. Impeccabili ed eleganti nelle forme e nella cura di ogni dettaglio, i nuovi Comitti sono autentici oggetti di culto, degni eredi della migliore cantieristica italiana. Solo così potevano soddisfare da oltre mezzo secolo una clientela molto raffinata che cerca un prodotto di elevato livello per qualità dei materiali, ma anche per prestazioni e comfort.

Oggi la produzione Comitti è articolata su tre modelli declinati in base al materiale di costruzione e su quattro misure. I runabout Sanremo 22 e Portofino 25 ripropongono la classica e affascinante costruzione di legno, che esalta la professionalità dei maestri d’ascia del cantiere.
La gamma Venezia, recentemente completata dal lancio del nuovo V31, vanta invece quattro lunghezze (22, 25, 28 e 34 piedi) e una raffinata costruzione che unisce legno, vetroresina e compositi, combinati in vari modi a seconda delle singole linee di prodotto:

  • Sport, con scafo e coperta di vetroresina.
  • Classic, sempre di vetroresina ma con finiture di teak per la plancia di poppa, pozzetto e pontatura prodiera.
  • Elegance, scafo di vetroresina, coperta e profili laterali di mogano massiccio così come il piano di calpestio del pozzetto, plancetta di teak.

Con il nuovo Direttore generale Raimondo Reiner, affiancato dal nuovo Sales manager Andrea Ortelli, si è dato ulteriore sviluppo ai mercati internazionali. Quindi, oltre alla consolidata rete italiana, in Europa come in altri importanti mercati in tutto il mondo, Comitti è in grado di garantire un supporto completo di servizi e di assistenza ai suoi armatori.

 

Manchette-Articolo-Mercury

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.