Il team ufficiale Idefix Suzuki debutta al Tuna Game di Riccardo Fanelli

Per la prima edizione del torneo di pesca Tuna Game, svolta a Riva di Traiano il 29 Aprile, ha esordito il team di pesca Idefix Suzuki con un Al Custom 25 in alluminio e il fuoribordo DF350A.

Inizialmente la gara di pesca Tuna Game era stata annunciata come “sperimentale”, e per questo era destinata a una trentina di barche ed equipaggi. Ma le iscrizioni sono cresciute tanto che gli organizzatori hanno dovuto limitare il numero di partecipanti a 40 team. C’è infatti il desiderio di testare le potenzialità di una gara che potrebbe divenire appuntamento cult nel Mediterraneo, mentre è già il più importante raduno di pescatori e barche da pesca dell’Alto Lazio. Il costruttore giapponese non poteva mancare, e ha deciso di partecipare con un equipaggio professionale e un team denominato Idefix Suzuki capitanato da Marco Valerio Alessandrini.

Equipaggio di campioni

Dunque il 29 aprile il Porto Turistico di Riva di Traiano ha ospitato i team partecipanti, con la presenza dell’organizzatore del torneo Riccardo Fanelli: una celebrità nel campo raggiunta dopo 35 anni di dedizione e catture di pesci importanti raccontate sui social, in TV e sui giornali del settore. Il Tuna Game si basa sul drifting al tonno rosso con rilascio obbligatorio.

L’equipaggio selezionato per la
disciplina del drifting era facilmente
riconoscibile grazie alla nuova
livrea del Team Idefix Suzuki

Suzuki Marine crede in questo tipo di eventi e nell’attività alieutica perché molti pescatori scelgono i fuoribordo giapponesi per i loro fisherman in gara, in particolare per affidabilità, prestazioni e consumi contenuti. Quindi, a questo torneo ha partecipato anche il team ufficiale Idefix Suzuki sulla barca del capitano Alessandrini: un Al25 del cantiere Al Custom, costruito in alluminio e motorizzato con un Suzuki DF350A.

L’equipaggio selezionato per la disciplina del drifting (Alessandrini, Fiorilli, Martufi, Palombi), già vincitore assoluto del Big Game Anzio Nettuno 2017 e 4° classificato al Big Red Roma 2017, era facilmente riconoscibile grazie alla livrea del Team Idefix Suzuki realizzata ad hoc su una speciale pellicola e applicata dalla ExtremeWrap sia sull’imbarcazione sia sull’imponente motore Suzuki DF350A.

Quanto al motore, il più grande del costruttore nipponico, è stato presentato in Europa al Salone Nautico di Genova 2017, ed è il top della gamma Suzuki. È il fuoribordo non da competizione col più alto rapporto di compressione (12:1), e vanta un sistema di aspirazione con filtri e condotti in grado di eliminare acqua e impurità dall’aria, di abbassarne la temperatura e quindi di rendere la stessa più densa, fattore che migliora la combustione e quindi le performance. Il sistema propulsivo Suzuki Dual Prop, è anch’esso unico fra i fuoribordo in commercio: le due eliche controrotanti danno stabilità di rotta superiore, erogazione fulminea della potenza, grande precisione al timone in navigazione e anche in manovra a marcia indietro, infine velocità superiore. Il Suzuki DF350A, (un V6 con una cilindrata di 4.4 litri) può vantare anche consumi contenuti, grazie alla tecnologia Lean Burn di Suzuki che lo accomuna agli altri modelli nella gamma del costruttore nipponico. Un sistema che a velocità di crociera costante snellisce la combustione, aumentando la percentuale d’aria e quindi di ossigeno miscelata al carburante, a discapito della quantità di benzina.

Le informazioni provenienti dalla centralina del motore possono essere interfacciate anche con l’elettronica per la pesca e la navigazione, come plotter cartografico, radar, autopilota ed ecoscandaglio. Ciò naturalmente vale anche per la sofisticata elettronica scelta dal team ufficiale Idefix Suzuki per partecipare alla stagione di pesca 2018: a bordo un sistema Lowrance d’avanguardia, due schermi da 12” HD Carbon collegati con rete interna in grado di dialogare col motore e riportare in tempo reale tutte le informazioni relative al suo funzionamento, oltre che i dati relativi al pilota automatico con bussola di precisione e radar 4G di ultima generazione.

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.