Austin Parker 44 Sedan: un classico tutto italiano, con tocchi di modernità

Mantiene tutta l’eleganza classica della gamma, ma la declina in una forma più sportiva: Austin Parker 44 Sedan non si concede un sundeck ma al mogano e al teak abbina grandi prendisole e motori con IPS.

Il primo debutto è stato al Salone Nautico di Genova, e subito è stato un successo. In parte annunciato: perché questo Austin Parker 44 è andato a sostituire un best seller del Cantiere, ovvero quel 42 che ora viene costruito in esclusiva per Chris Craft e commercializzato con il marchio americano. Il 44 Sedan si pone quindi un gradino sotto il modello 48 Sundeck, che però ha un ponte superiore con un prendisole. Le linee sono inconfondibili, mescolando con sapienza la classicità di una lobster boat con la praticità di un moderno open.

La mano del designer è sempre quella

Molto del merito lo si deve al progettista Fulvio De Simoni, che ha riportato anche su questo modello molte caratteristiche tipiche di Austin Parker: dall’inconfondibile scafo blu, ai larghi passavanti in teak, dalla battagliola in mogano alle cromature in acciaio AISI 316.

Nei 13 metri e mezzo (per 4,20 di baglio) del modello trovano spazio due grandi cabine matrimoniali, due bagni con cabina doccia e ampi spazi di stivaggio. In quadrato, alle
spalle della postazione di guida, un’ampia dinette con divani e tavolo pranzo è servita dalla
cucina ad angolo rivolta verso il pozzetto. Quest’ultimo è completo di tutti gli elettrodomestici e presenta una ampio spazio di lavoro.

In sala macchine ci possono essere
due motori Volvo Penta abbinati alle trasmissioni IPS.
Per i tradizionalisti, comunque,
c’è la scelta di due Cummins
con trasmissioni in linea d’asse

Una porta in cristallo, ribaltabile, immette nel pozzetto in cui un grande prendisole tradisce la natura mediterranea di Austin Parker 44. Naturalmente con pochi movimenti si trasforma in un divano con tavolo centrale per pranzo all’aperto. La classica porta a cancelletto apre lo specchio di poppa verso la piattaforma bagno, che a richiesta, può essere idraulica, per rendere più agevole salita e discesa a mare.

In sala macchine ci possono essere, come detto, due motori Volvo Penta abbinati alle trasmissioni IPS, che grazie ai consumi ridotti e al serbatoio da 1600 litri forniscono un’autonomia notevole. Per i tradizionalisti, comunque, c’è la scelta di due Cummins con trasmissioni in linea d’asse. La costruzione è per stratificazione manuale per gli strati più esterni, poi per infusione sottovuoto negli strati interni. La resina vinilestere è abbinata a fibra di vetro quadriassiale. Per l’opera morta il sandwich è con balsa mentre è utilizzato il PVC per la coperta e la sovrastruttura.

I numeri di Austin Parker 44 Sedan

  • Lunghezza fuori tutto …………… 13,46 m
  • Lunghezza Scafo …………… 12,49 m
  • Larghezza max …………… 4,21 m
  • Immersione …………… 1,18 m
  • Dislocamento a pieno carico …………… 16,50 t
  • Dislocamento a vuoto …………… 13,70 t
  • Riserva carburante …………… 1600 l
  • Riserva acqua dolce …………… 450 l
  • Serbatoio acque nere …………… 150 l
  • Materiale di costruzione …………… VTR
  • Passeggeri …………… 12
  • Categoria di progettazione …………… A
  • Motori …………… 2x Cummins 480 cv
  • Velocità massima …………… 32,5 nodi
  • Velocità di crociera …………… 28 nodi
  • Autonomia a crociera …………… 350 nm
  • Motori opzionali …………… 2x Volvo Penta 435 con IPS 600
  • Velocità massima …………… 37 nodi
  • Velocità di crociera …………… 28,4 nodi
  • Autonomia a crociera …………… 400 nm

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.