Il Tankoa S502 Elettra sta per toccare l’acqua per la prima volta

Il varo tecnico del 50m ibrido Tankoa S502 Elettra avverrà a breve nel cantiere di Genova. Ultimati i lavori in banchina, lo yacht svolgerà un programma di prove in mare prima della consegna al suo armatore europeo, in tempo per la stagione estiva.

Prosegue incessantemente il lavoro di costruzione e assemblaggio della nuova creatura del cantiere con base a Genova Tankoa: S502 Elettra è il secondo yacht della serie 50 metri, dopo Vertige.

Il nome Elettra è carico di significati, essendo appartenuto a diversi personaggi della mitologia greca ma anche a una tragedia di Sofocle e a una di Euripide. Inoltre, è il nome della nave su cui Guglielmo Marconi svolse i suoi esperimenti di trasmissioni radio. In questo caso potrebbe semplicemente richiamare una delle caratteristiche principali di questo mega yacht. Vediamo infatti cosa distingue il progetto S502 Elettra dal precedente Vertige:

  • Elettra è motorizzato con propulsione ibrida diesel-elettrica
  • Avrà cinque cabine, con suite armatoriale sul main deck e cabine ospiti sul ponte inferiore
  • La cucina si trova sul ponte principale e non sul lower deck
  • L’area di prua è attrezzata con un helipad touch-and-go

A che punto siamo

Fingiamo di essere gli armatori di Elettra, e verifichiamo qual è lo stato di avanzamento lavori del nostro nuovo yacht.
A inizio aprile, la situazione a bordo è la seguente:

  • E’ terminato l’assemblaggio finale della cabina ospiti VIP, i cielini della soffittatura e la preparazione per l’installazione del mobilio non incassato
  • La jacuzzi sul fly bridge è stata montata e sono state posate le tessere del mosaico
  • Sono in corso il montaggio i cielini esterni sul fly bridge. A questo seguirà il montaggio delle luci e degli altoparlanti
  • E’ prossima alla fine la posa del teak a prua della timoneria, a cui seguirà l’installazione del divano nella dinette
  • L’installazione della scala “galleggiante” in teak e acciaio inox che collega upper e fly bridge è completata
  • Sono stati montati bitte e passacavi in acciaio inox lucidato
  • L‘albero è stato pitturato, le antenne installate e il cablaggio completato. L’albero sarà montato dopo che lo yacht sarà uscito dal capannone
  • E’ stato completato l’allineamento degli alberi di trasmissione, quindi le eliche sono pronte per essere montate.

Sembra che ancora ci sia molto lavoro, ma Tankoa ci ha abituato non solo a rispettare i tempi di consegna ma addirittura ad andare oltre: nel caso del 70 metri Suerte, l’armatore ha voluto numerose modifiche in corso d’opera, ma la società guidata da Michel Karsenti lo ha consegnato nei termini iniziali. Quindi, massima fiducia: siamo sicuri che Elettra si appresta ad affrontare il varo tecnico secondo il calendario.

Nella sala macchine di Tankoa S502 Elettra si trovano sia una coppia di MTU 8V4000M54 (895 kW) che due propulsori elettrici (300 kW), questi ultimi guidati da due generatori da 250 kW a velocità variabile. In modalità DEM (Diesel Electric mode) i motori elettrici sono alimentati dai due generatori e permettono di raggiungere una velocità di 10,5 nodi con un’autonomia massima di 4900 miglia nautiche. La modalità DEM assicura un notevole riduzione del consumo di carburante e della rumorosità. In modalità ibrida, uno dei due motori principali fornisce la potenza elettrica necessaria per alimentare il secondo motore elettrico per la propulsione e i servizi di bordo.

Tankoa S693, varato il Suerte

A 12 nodi, lo yacht promette un’autonomia di crociera di circa 4.000 miglia nautiche: in questa modalità i due generatori diesel sono spenti durante la navigazione.

Il design degli interni è opera di Francesco Paszkowski Design in collaborazione con Margherita Casprini, e unisce tonalità luminose e moderne con materiali naturali

In modalità tradizionale, lo yacht può navigare a 16,5 nodi utilizzando entrambi i motori diesel principali per la propulsione e un generatore diesel per i servizi di bordo. In questo caso, i generatori regolano autonomamente la loro velocità di rotazione in base al carico richiesto. In modalità full-speed, con entrambi i motori principali e i generatori in funzione per alimentare i due motori elettrici e i servizi di bordo, lo yacht raggiungerà una velocità massima di oltre 18 nodi.

Varato il Tankoa S501 M/Y Vertige

Entriamo ora nel “nostro” 50 metri. Il design degli interni è opera di Francesco Paszkowski Design in collaborazione con Margherita Casprini, e unisce tonalità luminose e moderne con materiali naturali. Il lower deck di Elettra avrà una palestra e un beach club, due cabine VIP con letti king-size e due cabine ospiti con letti singoli, oltre agli alloggi per l’equipaggio e i locali di servizio. Sul ponte principale, il pozzetto accoglierà un grande sunbed, un divano a U, tavolini bassi e una zona bar.

Gli interni comprendono salone, sala da pranzo, cucina e una suite armatoriale con ufficio e lounge dotata di terrazza apribile a dritta e finestratura apribile a sinistra. L’upper deck è stato concepito con grandi aree esterne per il relax degli ospiti, con tavolo da pranzo e accesso a una skylounge di poppa. A prua ci sono solarium e open-air lounge, entrambi concepiti per offrire la massima privacy in caso di ormeggio in porto.

Sul fly deck infine, le aree relax includono divani, lettini, tavoli abbassabili, un bar e una grande vasca idromassaggio.

I numeri di Tankoa S502 Elettra

  • Lunghezza fuori tutto …………… 49.90 m
  • Baglio …………… 9.40 m
  • Immersione …………… 2.21 m
  • Dislocamento a pieno carico …………… 391 T
  • Gross Tonnage …………… 499 GT
  • Motori principali …………… 2 x MTU 8V4000M54 2 x 895 kW
  • Velocità massima (1/2 carico) …………… 18 nodi
  • Autonomia a 12 nodi …………… 4.000 nm
  • Riserva carburante …………… 57.300 l
  • Riserva acqua dolce …………… 16.200 l
  • Tipo di scafo …………… Dislocamento
  • Classificazione …………… Lloyd’s (MCA LY3)
  • Costruzione scafo …………… Alluminio
  • Sovrastruttura …………… Alluminio
  • Ingegneria del progetto …………… Studio Francesco Rogantin & Tankoa Technical Office
  • Exterior Designer …………… Francesco Paszkowski Design
  • Interior Designer …………… F. Paszkowski & M. Casprini

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.