Grand Banks GB54: lenta o veloce, la crociera è servita

La costruzione del primo Grand Banks 54 è in corso. L’ultimo progetto del cantiere di Singapore sarà in grado di navigare in dislocamento ma anche a 32 nodi. Il debutto è previsto a settembre al Cannes Yachting Festival.

Prima di tutto, una precisazione: il nuovo Grand Banks GB54 è lo stesso GB52 di cui abbiamo già parlato nei mesi scorsi. Semplicemente, durante lo sviluppo si è deciso per un cambio di nome. Ma a parte questo, il modello è in fase di costruzione e il lancio è previsto per settembre a Cannes. Grand Banks 54 segue il debutto dei modelli Grand Banks 60 e GB60 Skylounge, e prosegue nel percorso aziendale che vede la realizzazione di yacht con carene robuste e leggere e interni confortevoli per lunghe crociere.

Compagno ideale di una lunga crociera

Gli interni del GB54 saranno in equilibrio fra tradizione e stile contemporaneo e, come sempre, emergerà la cura artigianale che è un tratto distintivo di ogni Grand Banks. Lo yacht sarà disponibile con due o tre cabine, e in entrambi i casi il legno degli arredi consisterà in teak a venature strette, proveniente da piantagioni a crescita sostenibile.

Comune ai due layout sarà anche il grande salone con divano a L a sinistra, servito da un tavolo da pranzo. Il divano può diventare una postazione di guardia con vista privilegiata durante, per esempio, una traversata notturna. Dal salone si raggiunge il pozzetto attraverso una porta centrale: una scala sul lato di dritta conduce al flying bridge, in grado di alloggiare un tender che può essere manovrato da una gru specifica. La postazione di guida superiore ha sedute anche per i copiloti, mentre un divano a L con tavolo offre più una delle principali aree di convivialità a bordo.

Il Grand Banks 54 con allestimento a due cabine prevede l’armatoriale a centro barca e la cucina sul ponte inferiore: quest’ultima si trova tuttavia a pochi passi dai gradini che portano al main deck. Oltretutto, è situata sotto il parabrezza, che è discretamente inclinato, creando uno spazio arioso e ricco di luce naturale.

La cabina armatoriale, a centro barca, ha bagno privato con cabina doccia, e una zona spogliatoio con un grande armadio e spazio di stivaggio adatto a crociere prolungate. La cabina ospiti a prua è collegata al secondo bagno, che funge anche da day toilet. Il layout a tre cabine spostala cucina sul ponte principale, dal lato opposto alla timoneria. In questo caso l’armatoriale con bagno privato si trova a prua e una coppia di cabine doppie posta a centro barca condivide il secondo bagno.

Lo scafo del GB54 è completamente realizzato in infusione, con prua affilata e forma adatta sia al dislocamento che alla planata (chiamatela semi-dislocante, se volete semplificare…). Come sul GB60, l’approccio è quello di avere una carena molto stabile e più adatta a fendere le onde che a scavalcarle. Sempre come il modello da 18 metri, il GB54 utilizza fibra di carbonio per i ponti e la sovrastruttura, in modo da abbassare il centro di gravità. La struttura dei laminati prevede anima in schiuma di PVC e SAN Corecell in aree specifiche, a sandwich tra gli strati di fibra di carbonio (multiassiale, cucita), incollati con resine vinilestere ed epossidiche e supportate da pannelli compositi anch’essi realizzati in infusione. Il risultato promette di creare una scia ridotta al minimo e di comportarsi in modo omogeneo lungo tutto l’arco di giri dei motori, con uguale manovrabilità e feeling sia che si viaggi a 10 nodi sia che si proceda a 21.

I motori standard per il GB54 sono due Volvo Penta D11 da 725 cavalli: in questo caso, il Grand Banks 54 dovrebbe percorrere 1.000 miglia a 10 nodi, con una crociera veloce stimata intorno ai 27 nodi e al 70% del carico.

Novità 2018: il Grand Banks 60 porta le prestazioni a un livello inedito. E non è retorica

L’armatore avrà la possibilità di collaborare con Grand Banks durante il processo di acquisto per ritagliarsi il modello secondo le proprie esigenze. Al momento l’elenco di dotazioni del GB54 non è ancora stato diffuso, ma sappiamo che includerà un generatore da 15 kW, aria condizionata con pompa di calore, un centro hi-fi multimediale, frigorifero e congelatore, un tender con fuoribordo e la gru citata in precedenza sul flybridge. In pratica, la principale dotazione lasciata alla discrezione del proprietario è l’elettronica di navigazione.

Il debutto del Grand Banks 54 è in calendario per il Cannes Yachting Festival di Settembre.

I numeri (provvisori) di Grand Banks 54

  • Lunghezza f.t. …………… 18.1 m (59ft 5in)
  • Beaglio …………… 5.33 m (17ft 6in)
  • Pescaggio …………… 0.94m (3ft 1in)
  • Riserva carburante ……………. 3956 l (898 US gal)
  • Riserva acqua dolce …………… 1277 l (290 US gal)
  • Serbatoio acque nere …………… 352 l (80 US gal)
  • Motori standard …………… 2x 725 cv Volvo Penta D11S con linea d’asse
  • Motori opzionali …………… 2x 725-cv Volvo Penta con IPS950S
  • Velocità di crociera …………… 27 nodi
  • Velocità massima …………… 32 nodi

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.