Una nuova fiera con barche da 5 a 18 m: nasce il Salone Nautico di Bologna. Debutto tra un anno esatto

Nel “già poco fitto” calendario delle fiere nautiche, dal prossimo anno si inserisce anche il nuovo Salone Nautico di Bologna. L’appuntamento è dal 17 al 25 ottobre 2020 ed è organizzato dal Polo Nautico Italiano, che punta alla fascia delle barche da 5 a 18 metri, sia a motore sia a vela.

Il Polo Nautico Italiano è un’associazione partecipata per la maggior parte da cantieri e aziende campane. Perché a Bologna e non a Napoli allora?

In prima istanza perché la soprintendenza di Napoli ha negato l’uso del lungomare Caracciolo come sede della manifestazione. Da qui è partito il coinvolgimento della Regione Emilia Romagna e del Comune di Bologna, che si sono mostrati molto più interessati a questo tipo di evento, vedendo nella nautica una prosecuzione dello sviluppo commerciale del loro territorio.

La fiera si terrà nella struttura di Bologna Fiere e coprirà 6 dei 36 padiglioni del polo fieristico, più precisamente il 19, 21, 22, 28, 29 e 30, con un collegamento diretto dai parcheggi esterni e dalla fermata diretta di Trenitalia. 

Un’esposizione della durata di nove giorni

Il tetto dei 18 metri per le barche è dettato dall’intenzione di sospingere la fascia delle barche di maggior diffusione, cosa che aiuta anche a poter coinvolgere nuovi possibili diportisti.

Rimane un bell’impegno la durata nel tempo di questa nuova avventura, che alla sua prima edizione si propone subito su un format di ben nove giorni in un “trend”, nell’ambito delle fiere nautiche, che accorcia la durata a 5 o 6 giorni. Ma organizzatori e istituzioni sono molto fiduciosi nel loro progetto.

“Le fiere sono uno strumento eccezionale per l’economia, e la nautica è un segmento in grande sviluppo – ha dichiarato il Governatore della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini – La nostra regione è la prima d’Italia per esportazione e, quindi, puntare su settori produttivi nuovi per il territorio è fondamentale, senza dimenticare che abbiamo 5 porti regionali, 4 comunali e numerosi approdi privati per il diporto”.

A sinistra Gennaro Amato, presidente del Polo Nautico Italiano, e Stefano Bonaccini, governatore della Regione Emilia Romagna.

Soddisfazione anche per Gennaro Amato, presidente del Polo Nautico Italiano che, confermando la ripresa della nautica italiana, commenta: “Siamo entusiasti di aver scelto Bologna e di aver ricevuto un supporto così valido e consistente da BolognaFiere e dalle Istituzioni di territorio. Abbiamo un anno per costruire un sogno e farlo diventare realtà, tanto da poter dire che il capoluogo emiliano sarà chiamata la città Blu”.

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.