Il report della Ricciola Cup 2019, la gara di traina più vecchia d’Italia giunta alla 35a edizione

In un luogo fantastico, come l’Isola del Giglio, e in un’atmosfera distesa nonostante 59 equipaggi “agguerriti” fra loro e con dentici e ricciole, si è tenuta il 4 e 5 ottobre la trentacinquesima edizione della Ricciola Cup 2019, la gara di traina più vecchia d’Italia. Diciassette chili la ricciola più grande pescata.

La gara prevede la pesca di qualsiasi specie, ma la predilezione è per ricciole e dentici di almeno tre chili. Una tre giorni (includendo anche l’arrivo il giovedì) di full immersion nel mare all’insegna del divertimento, ma con regole ben precise.

Oltre al peso minimo di 3 chili per dentici e ricciole, c’è l’obbligo assoluto di rilascio nel caso di cattura di tonni rossi e pesci spada. Questo perché, come abbiamo sottolineato tante volte, chi pesca oggi deve pensare anche a chi pescherà domani e lo può fare solo rispettando la fauna marina e l’ambiente in generale.

Un’occhio particolare anche all’ambiente

A tal proposito quest’anno è stata anche lanciata un’interessante iniziativa ecologica che punta al rispetto ambientale. In collaborazione con il progetto Clean Sea Life infatti, oltre a sensibilizzare i partecipanti al rispetto del mare con una campagna “no plastica“, è stato anche indetto un premio per chi avrebbe recuperato e portato a terra il maggior numero di detriti di plastica, pericolosi per le specie ittiche ma anche per il nostro futuro.

Un premio che si è aggiudicato l’equipaggio Colmic/Suzuki Team Mondo Pesca di Lorenzo Musu, uno dei cinque equipaggi Suzuki Fishing Team presenti alla competizion.

Un aspetto interessante da notare è quanto le case motoristiche stiano prendendo molto sul serio il mondo della pesca sportiva.

Il Main Sponsor della Ricciola Cup 2019, infatti, è stato Mercury, insieme a Lowrance e Colmic, mentre Suzuki, dal canto suo, ha partecipato con una presenza massiccia di esponenti del Suzuki Fishing Team

Il meteo, come avviene spesso in queste occasioni, ha tenuto in sospeso il tutto sino a qualche giorno prima, poi ha dato il suo benestare consentendo il regolare svolgimento della Ricciola Cup 2019 e alla fine c’è stato gran divertimento.

Non tantissime catture alla fine, a causa anche del mare in scaduta degli ultimi giorni, ma comunque di buona taglia, con un paio di ricciole da 17 e 15 chilogrammi ognuna e dentici da 5 a 7 chilogrammi, insomma niente di cui lamentarsi.

Raddoppiato, invece, rispetto allo scorso anno il numero degli iscritti, a testimonianza che questo evento funziona; su 64 attesi se ne sono presentati all’appello ben 59, davvero non male.

Come sempre eterogenea la sfilata di tipologie d’imbarcazioni. Si andava dai blasonati fishing boat di ogni misura, marca e foggia ai gommoni, ormai player consolidati di questi eventi, ma anche gozzi tipici delle zone dell’Argentario.

La classifica della Ricciola Cup 2019

Alla fine della seconda prova una classifica netta, che non ammetteva repliche.

Primo assoluto si è classificato infatti l’equipaggio Prototype su EdgeWater con a bordo Lorenzo e Mattia Pietroni (padre e figlio), quest’ultimo con i suoi 15 anni anche vincitore del premio come più giovane partecipante alla competizione. Sulla bilancia per loro ben 3 dentici (4, 5 e 6 kg) e una ricciola da quasi 17 kg.

Secondo posizionato, con “solo” una ricciola di quasi 15 chilogrammi il team, il cui nome è tutto un programma: “E anche oggi prendiamo domani“.

Infine, terzo classificato, l’equipaggio Dedo 4.0 con due dentici.

Il premio per tutti e tre gli apparati Lowrance (HDS Live ed Elite Ti) messi in palio da Navico titolare del marchio Lowrance, canne da pesca e attrezzature varie Colmic, oltre al trofeo.

Buon piazzamento anche per due degli equipaggi Suzuki Fishing Team. Idefix Suzuki si è piazzato al 5° posto, mentre Team Mondo Pesca Colmic/Suzuki si è piazzato sesto.

Infine premi per la ricciola e il dentice più grandi, per l’equipaggio proveniente da più lontano, per il pescatore più esperto e per quello più giovane, ma anche per l’equipaggio Fishing Review (con maggior numero di partecipazioni all’evento).

Insomma, come in tutte le feste l’importante è divertirsi e da quanto ho capito, anche in questo caso si sono divertiti tutti, e alla grande!

La Ricciola Cup 2019 è stata organizzata da Chicco Vismare, Fabio Fascianelli e Massimo Baroni, mentre gli sponsor sono stati Mercury, Lowrance, Colmic, Clean Sea Life, Captain Hook, Maccari Pesca, Casa della Pesca, MareGiglio, Toremar, Profondo Blu e tanti altri.

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.