Un raro Praio e ricciole fino a 30 kg per il 13° IMD Fishing Tournament

Una gara, ma soprattutto un modo di pescare insieme. Con questi presupposti si è rinnovato per la tredicesima volta l’appuntamento con l’IMD Fishing Tournament – Fishing Club Porto Ercole.

IMD (International Marine Dealers), in collaborazione con il Fishing Club Porto Ercole, hanno dato vita ad una gara di pesca molto sentita e per questo attesa da chi abita le aree geografiche dell’Argentario, ma non solo. Sono infatti arrivati anche dalla Capitale per partecipare al 13° IMD Fishing Tournament.

L’IMD Fishing Tournament è una gara di pesca a traina con il vivo che quest’anno è arrivata a quota 13, un numero particolarmente fortunato. Per la verità tutta questa fortuna inizialmente non è sembrata esserci, visto che l’evento era stato programmato per il terzo weekend di ottobre e si è invece dovuto svolgere la settimana successiva a causa delle condizioni meteo proibitive.

Però di annullarla non se n’è parlato proprio! Il perché è presto detto. In primo luogo perché dopo tanti anni che un evento si svolge, diventa irrinunciabile. Il secondo motivo è perché il tipo di pesca che qui si pratica è la traina, una specialità che piace a molti in quanto non statica e che qui, in questo scenario naturale dominato dal Monte Argentario, trova una delle sue massime espressioni, unendo scenari piacevoli ad acque limpide, all’assenza del grande turismo di massa, al contrario delle prede che in questo periodo solitamente tornano a popolare le coste. Se poi a tutto ciò aggiungiamo anche una bella giornata di sole che a ottobre si è fatto ancora piacevolmente sentire, ecco che il quadretto ideale è completo.

Come sempre la “perfetta macchina organizzativa” è stata capeggiata da Antonio Maria Moscato, promoter e ideatore dell’evento oltre che leader della IMD, insieme a Michele Lubrano, al Comune di Monte Argentario che lo ha patrocinato, e alla cascata di sponsor che ogni anno offrono il loro supporto per far si che tutti i partecipanti vadano a casa contenti.

Tra questi Garmin per l’elettronica, Top Game per l’accessoristica da pesca, Allianz che ha omaggiato una polizza assicurativa valida un anno, Maccari Pesca per attrezzature varie, e poi sponsor del lusso, come Bulgari e Salvatore Ferragamo. Ma oltre a questi anche tanti altri sponsor che hanno messo a disposizione i loro prodotti, la loro esperienza e il loro supporto al fine di garantire il solito successo.

A proposito di Maccari Pesca, IMD Fishing Tournament da quattro anni a questa parte è anche diventato Memorial Luca Maccari, in ricordo di questo signore, uno dei primi che ha creduto in questa gara supportandola e purtroppo prematuramente scomparso. Il figlio Juri, da quattro anni ha deciso di portare avanti l’impegno preso da suo padre, in suo onore, ora anche con il piacere di ricordarlo in questa ludica occasione.

Al via 84 pescasportivi, distribuiti su una ventina di imbarcazioni, piccole e grandi, tra cui anche Regulator, Albemarle the Carolina Classic ed Edgewater (tutti marchi importati e distribuiti da IMD), che dopo il via si sono sparpagliati su di un campo gara ampio ma che poi, alla fine, ha visto principalmente battute le zone più note, ossia la secca di Mezzo Canale, l’Argentarola e torre Ciana, dove durante le sette ore di competizione si sono registrate le catture più importanti.

Eh si, perché alla fine ciò che è stato portato a terra ha gratificato chi è andato in mare. Dentici, tra cui anche un pregiato e raro Praio e soprattutto ricciole hanno consentito di definire una classifica di merito e non per estrazione, oltre ad avere riempito i frigoriferi e i congelatori di chi li aveva catturati.

I vincitori del tredicesimo IMD Fishing Tournament

A ritirare i premi, consegnati in occasione della cena organizzata presso il Ristorante La Lampara, sono andati, in ordine: come terzo classificato con un dentice da quasi 7 Kg, l’equipaggio “Fish-on” (Giacomelli, Fiorentini, Goracci e Riccardo), come secondo classificato, con alla pesa due dentici e una ricciola l’equipaggio “El Tiburon” su EdgeWater (Ubaldini, Polo e Bianchi), e infine come vincitore di questa tredicesima edizione, con un bottino di 4 dentici da 5 kg ognuno (tra cui il Praio), e due ricciole, di cui una da 12 e l’altra addirittura da 30 kg., l’equipaggio “The Dentist” (Alessandro Capperucci, Orazio Mercurio).

Per tutti una bellissima giornata, per chi li ha vinti bellissimi premi, ma soprattutto un bellissimo modo di vivere la pesca, con la giusta cattiveria agonistica ma anche con tanta armonia. All’edizione 14!


I partner: Albemarle the Carolina Classic, Regulator, EdgeWater, Sportsman, World Cat, Fishmaster, T-Top, Garmin, Pesca in Mare, Global Fishing, Fishing Boat Magazine, Allianz, Fishing Club Porto Ercole, IMD Boats, Bulgari, Salvatore Ferragamo, Ristorante El Merendero, Top Game, MaccariPesca, Elettrotecnica Michele Lubrano, Emporio del Sub, Canon Penta Soluzioni, I vini della Pepi Lignana Fattoria il Casalone, Forniture nautiche Mario Alocci, Nautica Franco Scotto, Macelleria Navoni, Fratelli Galletti, Nautica Cala Galera, Pescheria Sant’Anna, Glamis.


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2020 BoatMag. All Rights Reserved.