IMS Shipyard, nuovo cantiere nella baia di Tolone

IMS Shipyard, specialista nella manutenzione e refitting di superyacht, amplia la propria offerta di servizi e moltiplica di cinque volte la propria capacità di accoglienza con un nuovo cantiere situato al centro della baia di Tolone, nel Sud della Francia.

Nel futuro cantiere IMS 700 sono iniziati i lavori per realizzare 80 ormeggi aggiuntivi in grado di ospitare fino a 100 imbarcazioni da 20 a 80 metri di lunghezza, da distribuire su due siti. Il progetto di ampliamento del cantiere IMS si sviluppa sulla ex Naval Air Station di St-Mandrier e le infrastrutture saranno in grado di accogliere le prime imbarcazioni alla fine di quest’anno.

Il cantiere sarà in grado di offrire tutto ciò che armatori e capitani possano desiderare. Visto dalla ex torre di controllo, che verrà trasformata in un ufficio vip per accogliere clienti e personaggi pubblici, è uno spettacolo maestoso. Con la magnifica baia di Tolone all’orizzonte, 50 mila metri quadrati di bacino sono stati assegnati a IMS con un contratto di locazione della durata di 30 anni. Ci sono anche 60 mila metri quadrati destinati al “dry docking” (cinque volte la superficie occupata dal sito IMS 300 di proprietà della società) e quattro enormi rimesse per ospitare tre yacht fino a 50 metri di lunghezza contemporaneamente.

IMS Shipyard ha rappresentato negli ultimi 25 anni una delle realtà chiave nel settore della manutenzione e refitting di superyacht. Oggi, con l’ampliamento al sito IMS 700, diventa anche il più grande cantiere di riparazione di yacht del Mediterraneo, per una superficie complessiva di 130 mila metri quadrati e la capacità di ospitare fino a 100 yacht da 20 a 80 metri, con un’offerta di servizi estremamente completa.

I lavori sono già iniziati con la preparazione dell’area di “dry docking” e la posa dell’asfalto. Questa fase sarà seguita dalla preparazione della piattaforma (frantumazione, livellamento del terreno e trattamento). L’intervento proseguirà per tutta l’estate e l’autunno 2014, con interventi relativi alla zona marittima (la costruzione dell’area di varo, del frangiflutti e del lungo pontile galleggiante), agli edifici per equipaggi a terra e a bordo (tra cui alloggi destinati alle crew di circa 500 mq) e alla ristrutturazione dei capannoni che hanno ospitato gli aerei e gli elicotteri della Marina Francese per gran parte del XX° secolo.

www.ims-shipyard.com

 

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.