Debutta Harmo, l’innovativo sistema di propulsione elettrica di Yamaha

Harmo è un innovativo motore fuoribordo elettrico integrato direttamente sull’elica per una maggiore spinta a regimi inferiori rispetto agli equivalenti motori tradizionali. Il motore è anche dotato di un controllo dello sterzo completamente nuovo.

L’elettrico sembra proprio il futuro delle trazioni, terrestri come marine. Poco importa che poi l’energia elettrica sia ancora per buona parte generata da centrali a idrocarburi (anche a carbone), adesso siamo tutti green perché così è la moda, ben più della sensibilità ambientalista.

A Yamaha si deve dare atto di aver interpretato in maniera davvero innovativa questo passaggio all’elettrico con la presentazione di Harmo che promette di scrivere una nuova storia di questo tipo di propulsioni.

Al tempo stesso, però, i giapponesi ci tengono a precisare che vogliono mantenere il loro impegno nel produrre motori a combustione (meno male…) con tecnologie sempre più efficienti anche in termini di impatto ambientale.

Avanti a tutto Harmo

Harmo è un motore fuoribordo elettrico dotato di un controllo dello sterzo del tutto innovativo e integrato in una rete intelligente “end-to-end”, che si compone di un’unità a propulsione elettrica, un telecomando e un joystick per un funzionamento più intuitivo.

Notoriamente silenziosi, i motori elettrici offrono una nuova dimensione per godersi appieno la navigazione, “ascoltando” indisturbati la natura e i suoi suoni.

Harmo è dotato di una tecnologia RIM-drive per una propulsione elettrica più efficiente se confrontata con un’elica delle stesse dimensioni.

Il motore elettrico è montato direttamente sul bordo esterno dell’elica, cosa che permette una minore dispersione di potenza e al tempo stesso una maggiore spinta a regimi inferiori rispetto agli equivalenti motori tradizionali.

Per le sue peculiarità Harmo può spingere barche più grandi rispetto ai motori elettrici standard, con un consumo inferiore e una riduzione anche delle vibrazioni. Attualmente è stato testato su barche fino a 6,5 metri circa.

Il timone garantisce virate fluide e reattive grazie a un ampio angolo di sterzo, mentre il controllo del joystick è basato sul sistema Helm Master EX, finora disponibile solo nella gamma Yamaha Premium e High Power Outboard, e offre un controllo intuitivo e una gestione completa dell’imbarcazione senza alcuno sforzo, soprattutto nelle manovre.

L’installazione di Harmo è simile a quella dei fuoribordo tradizionali, ovvero tramite un bracket posizionato sullo specchio di poppa ed è dotato della funzione di tilt per sollevarlo dall’acqua quando non viene utilizzato.

Inoltre, il motore è sottoposto alla stessa rigorosa procedura di test di qualsiasi altro fuoribordo Yamaha a benzina, garantendo la qualità distintiva del marchio Yamaha.


Se continuate a preferire i fuoribordo tradizionali leggete qui la nostra prova dei nuovi Yamaha V6


Si chiama Respiro ed è del cantiere Venmar la barca del debutto di Harmo

Realizzata dal costruttore italiano Venmar, Respiro è la prima imbarcazione motorizzata Harmo.

Fondata a Venezia nel 1969, Venmar è specializzata nella progettazione e produzione sia di taxi boat sia di imbarcazioni da diporto.

La fibra di carbonio e il mogano utilizzati per la costruzione di Respiro assicurano uno scafo rigido e leggero di soli 700 kg, così Harmo e Respiro creano una perfetta sinergia.


Scopri di più sul cantiere Venmar e sulla barca Respiro


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2021 BoatMag. All Rights Reserved.