Una donazione per piantare ciliegi giapponesi in Italia, ecco come è andato il Suzuki Green Friday

A margine della Giornata Nazionale dell’Albero del 21 novembre scorso, Suzuki Italia ha creato il Suzuki Green Friday impegnandosi a destinare lo 0,5% del fatturato Auto, Moto e Marine di venerdì 26 novembre 2021 (Black Friday) all’acquisto di alberi. Grazie a coloro che hanno acquistato un prodotto Suzuki sono stati raccolti 9.200 euro.

Oltre 200 concessionari delle divisioni Auto, Moto e Marine hanno aderito al progetto Suzuki Green Friday e, insieme a Suzuki Italia, hanno piantato almeno un ciliegio giapponese in un parco all’interno del proprio territorio di riferimento.

Nel complesso quindi, Suzuki e la sua rete, hanno dato vita a un ideale bosco diffuso, portando i colori della vegetazione giapponese e una boccata d’ossigeno in molte città. All’effetto positivo sulla qualità dell’aria si sommerà, in primavera, lo straordinario spettacolo regalato della fioritura rosata dei ciliegi.

Suzuki Green Friday e la tradizione giapponese

Questo suggestivo fenomeno è considerato un evento molto importante in Giappone e viene celebrato con l’hanami, una contemplazione quasi rituale di questa meraviglia della natura, che per Suzuki racchiude un valore ancora più profondo.

Se guardato nella sua unicità, il fiore di ciliegio è bello, ma non così grandioso come un intero albero di ciliegio in fiore. Questo a dire che da soli non si possono raggiungere gli stessi risultati che si raggiungono in squadra, un principio caro alla cultura giapponese e in particolare alla storia sia sportiva sia di business della Suzuki.


Guarda come Suzuki raccoglie le microplastiche dal mare con un motore fuoribordo


Il presidente di Suzuki Italia, Massimo Nalli, accanto a un ciliegio giapponese appena piantato.

Suzuki Green Friday a Torino

I fondi raccolti con il Suzuki Green Friday sono quindi serviti ad acquistare dei ciliegi giapponesi, i celebri sakura, emblematici alberi dal fiore rosa e bianco, che sono stati donati e saranno piantati entro il prossimo mese di marzo nel Comune di Torino (alle cui porte si trova la sede italiana di Suzuki), città gemellata con Nagoya, la principale metropoli nell’area del quartier generale Suzuki di Hamamatsu, in Giappone.


Scopri tutte le iniziative di Suzuki Italia legate alla sostenibilità ambientale


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2022 BoatMag. All Rights Reserved.