Aperte le iscrizioni al Suzuki Bike Day 2022, una combinazione fra bici, sport e motori

Si sono aperte le iscrizioni per partecipare al Suzuki Bike Day 2022, la seconda edizione di un evento organizzato da Suzuki Italia e dedicato a tutti gli appassionati di ciclismo, che si terrà il 9 luglio a Imola.

di Giaime Russo

Biciclette, motori e… leggenda. È il Suzuki Bike Day 2022, una giornata che darà la possibilità di percorrere in bici il leggendario autodromo “Enzo e Dino Ferrari” e il tracciato del Campionato del mondo di ciclismo 2020.

A differenza della prima edizione, che si è tenuta sulle pendici del Monte Carpegna, famoso luogo di allenamento del grande Marco Pantani, quest’anno Suzuki ha scelto lo straordinario Autodromo “Enzo e Dino Ferrari” di Imola.

Uno status symbol per gli appassionati di motorsport a due e a quattro ruote, non a caso tappa scelta dal Circus della Formula 1 per il Gran Premio dell’Emilia Romagna.

In questa edizione del Suzuki Bike Day 2022, che si svolgerà il 9 luglio, i partecipanti avranno il privilegio di percorrere lo stesso tracciato del Campionato del mondo UCI 2020 delle specialità Strada e Crono, vinto nel 1968 dall’atleta italiano Vittorio Adorni.

Si tratta di un bellissimo percorso lungo 31,7 chilometri caratterizzato da grandi sali e scendi e da splendidi paesaggi.

Modalità d’iscrizione al Suzuki Bike Day 2022

Si è dato il via dunque alle iscrizioni, ed è possibile farlo in qualsiasi momento online tramite una semplice procedura guidata sul Portale Endu.


Clicca qui per entrare nel portale Endu


Ai primi duemila iscritti sarà garantito un pacco gara con tanti gadget, ma a chi si iscrive entro il primo luglio sarà consegnato anche un frontalino da tenere come ricordo di una splendida giornata.

Il Suzuki Bike Day 2022 non è a scopo di lucro, ma è comunque prevista una quota minima di partecipazione di 5 euro, che andranno a creare un fondo da devolvere.

Naturalmente, chi volesse, può donare anche di più, perché il ricavato sarà devoluto alla Fondazione Marco Pantani Onlus, associazione fondata per i giovani in famiglie in difficoltà, a cui trasmettere e insegnare il ciclismo e i tanti valori dello sport.

Passione, tenacia e costanza, tanto nel ciclismo quanto nello spirito di Suzuki

Come nel ciclismo, valori come passione, tenacia e costanza hanno permesso alla casa di Hamamatsu (fondata nel 1909) di superare i propri limiti, affrontare le più importanti sfide tecnologiche e di diventare ciò che è ora.

Suzuki, infatti, ha avviato la sua attività nel settore tessile per poi cimentarsi in quello dei trasporti come produttore della bicicletta motorizzata, la Power Free del 1952.

Da allora Suzuki ha sempre cercato di mantenere una linea di produzione ecosostenibile, dimostrata non solo dall’introduzione dei motori ibridi, ma anche dalla continua ricerca di soluzioni tecnologiche e iniziative a salvaguardia dell’ambiente.


Clicca e scopri il fuoribordo che pulisce l’acqua dalle micro plastiche mentre naviga


Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2022 BoatMag. All Rights Reserved.