Sanlorenzo SL76 e SL86 guardano al futuro

Dopo due decenni di successi, i modelli d’ingresso della gamma di plananti di vetroresina SL72 e SL86, sono stati rinnovati con la presentazione al Boot di Düsseldorf dei nuovi Sanlorenzo SL76 e SL86.

Sanlorenzo ha deciso di rinnovare i suoi due modelli di grande successo incaricando uno dei più rinomati studi italiani di progettazione, l’Officina Italian Design di Mauro Micheli e Sergio Beretta. Dopo aver già operato sui modelli maggiori di questa gamma, SL96 e SL106 e lanciato l’ammiraglia SL118, era giunto il momento di intervenire anche sui modelli minori.
Di questi due nuovi motoryacht sono otto le unità già vendute e attualmente in costruzione presso i cantieri Sanlorenzo: cinque scafi SL86 e tre scafi SL76. Il primo esemplare del Sanlorenzo SL86 farà il suo debutto a settembre in occasione del Cannes Yachting Festival 2015.

Sanlorenzo SL76

Sanlorenzo è impegnato a dare nuova forma al suo futuro: linee eleganti e armoniche che hanno da sempre caratterizzato i suoi yacht. Ma in questi ultimi anni il profilo del cliente è notevolmente cambiato: gli armatori vengono da tutto il mondo, dalle Americhe alla Russia, dall’Europa dell’Est all’Asia. Questi mercati hanno esigenze e richieste diverse: finestrature più ampie nella sovrastruttura, aperture più grandi nello scafo, piattaforme mobili.
Sanlorenzo non è però disposto a scendere a compromessi sulle sue caratteristiche fondamentali e ha scelto Officina Italiana Design per traghettare nel futuro la gamma dei plananti con questi due nuovi modelli sui quali sono state introdotte molteplici innovazioni e sono stati ottimizzati spazi e volumi nel massimo rispetto del DNA Sanlorenzo.

I nuovi Sanlorenzo SL76 e SL86 contengono soluzioni destinate a diventare nuovi standard su tutta la gamma dei plananti, come la zona abitativa di prua arredata con divani, tavolo, prendisole e cabriolet per ombreggiare. L’impavesata è stata tagliata per permettere alla luce di entrare dalle ampie finestrature e consentire agli ospiti di godersi la vista del mare stando seduti sui divani del salone. Questo spazio sul Sanlorenzo SL86 è lungo 9 m, 2,5 m più del precedente SL 82, è più largo e luminoso, ma non intacca la sobria linea Sanlorenzo. La scala di accesso al fly ha i gradini fiancheggiati da due lastre di vetro, che sembrano galleggiare nell’aria e non è più inscatolata, ma rimane nel salone come una scultura in esposizione.

Sul Sanlorenzo SL86 sono proposti due layout per meglio soddisfare le diverse inclinazioni dei mercati. Nel layout classico, la cucina è sul ponte di coperta e può essere attrezzata a country-kitchen con sgabelli per soddisfare il mercato americano; inoltre, per garantire maggiore privacy, l’accesso agli alloggi degli equipaggi è stato previsto dalla timoneria. Nel secondo layout la cucina è collocata nel ponte inferiore, inserita nell’alloggio equipaggio, liberando così un grande spazio sul ponte di coperta. La cabina armatoriale è situata a poppa e si sviluppa a tutto baglio mentre la cabina vip, situata a prua, è stata disegnata con layout trasversale in modo da garantire l’accesso come in una vera suite, senza mostrare subito i letti dal corridoio centrale.
Il fly è uno dei più ampi della categoria con 41 mq di superficie e ben 9 mq dedicati al solo prendisole; con l’elegante e leggero hardtop tutto questo spazio diventa molto vivibile e può essere completato da una vasca idromassaggio. Per la stazione di governo esterna è stato completamente riprogettato il cruscotto, integrato con discrezione nel look morbido di tutta la zona.

Le caratteristiche tecniche dei Salorenzo SL76 e SL86 sono le stesse che si ritrovano sull’ammiraglia SL118: scafo progettato su concetti di idrodinamica volti a garantire ottime performance alla velocità di crociera, contenendo significativamente i consumi per un minore impatto ambientale; pavimenti e cielini flottanti per ridurre al minimo vibrazioni e rumori; stampaggio in infusione sottovuoto di scafo e sovrastruttura, per ottimizzare spessori e caratteristiche meccaniche.
A fianco di queste soluzioni di ultima generazione, Sanlorenzo conserva alcuni dei suoi più apprezzati “plus”: ponte di coperta complanare, letti da due metri rettangolari, bagni con bidet, grandi box doccia e battagliola di poppa al flying bridge in vetro con top di teak. La spiaggetta mobile è disponibile in due misure: la versione standard è da 1,20 m e consente di stivare nel garage un tender di 3,85 metri; nella versione estesa la piattaforma è di 1,60 m e consente di stivare nel garage una moto d’acqua e vari “water toy”, mentre sulla plancetta trova posto un tender di 4,45 metri.

Queste le caratteristiche tecniche dei due nuovi Salorenzo.
Il Sanlorenzo SL76 è lungo ft 23,10 m, largo 5,75 m e ha un dislocamento a pieno carico di 63 t; a bordo trovano posto 8 ospiti e 3 membri di equipaggio, la motorizzazione è affidata a una coppia di MTU da 1523 cv l’uno, mentre i serbatoi di carburante e acqua hanno rispettivamente una capacità di 5100 l e 1500 l.
Il Sanlorenzo SL86 è lungo ft 26,45 m, largo 6,35 m e ha un dislocamento a pieno carico di 82 t; la motorizzazione è affidata a una coppia di MTU da 1622 cv l’uno (in alternative le versioni da 1822 cv e 1947 cv) per una velocità massima di 28/31 nodi e una di crociera di 23/26 nodi in base alla motorizzazione; i serbatoi di carburante e acqua hanno rispettivamente una capacità di 8100 l e 1700 l.

Visita il sito Sanlorenzo

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.