MV Marine 620 – Suzuki 40/90 cv, senzapatente è meglio?

Una prova comparativa all’apparenza impari: il gommone MV Marine 620 motorizzato con il fuoribordo Suzuki DF40A opposto al DF90A. Eppure il “piccolo” sorprende.

MV-620-Suzuki-40_90_12

Due gommoni perfettamente identici, anzi no. Il modello allestito con il fuoribordo Suzuki DF90A è la versione MV Marine 620 Fashion che si distingue per una consolle più protettiva e i tubolari grigio scuro, oltre che per il fuoribordo in versione “White Edition”. Con il DF40A è invece allestito l’MV Marine 620 Comfort. Una prova interessante perché, a prescindere dalle indubbie doti del MV Marine 620, si mettono a confronto una motorizzazione “senzapatante” da 40 cv (ma allestita sul medesimo monoblocco del 60 cv…) con quella più generosa di 90 cv che però richiede il permesso di guida per poterci navigare. Peccato che non ci sia il software dei consumi che avrebbe consentito un raffronto ancora più approfondito, ma già le prestazioni sono un dato significativo… e le sorprese non mancano.

MV-620-Suzuki-40_90_23

MV Marine 620, Comfort o Fashion?

Le scelte cromatiche sono questione di gusti (io personalmente ho una leggera preferenza per quelle del Comfort), mentre la consolle segna sicuramente un punto a favore del Fashion per il comodo tientibene che la completa e il parabrezza più protettivo, sempre utile. Comune a entrambi la cura straordinaria del cantiere MV Marine nel realizzare i propri modelli: per chi volesse approfondire le tecniche di costruzione, consigliamo di consultare l’articolo dedicato proprio a questo argomento sempre su questo sito.

MV-620-Suzuki-40_90_9

La descrizione dei due gommoni, detto dei colori e della plancia, prosegue di pari passo. Anche la strumentazione è perfettamente identica, raccolta su un elemento più scuro della plancia dove trovano posto gli strumenti analogici Suzuki e gli interruttori, mentre il supporto della bussola emerge al centro. Volante robusto e dalla presa sicura e manetta Suzuki completano la dotazione. Da notare che la consolle è addossata a dritta così da lasciare più spazio a sinistra per collegare la zona poppiera con quella prodiera, una soluzione certamente apprezzabile; a pruavia troviamo una seduta frontemarcia ribaltabile per poter facilmente accedere a tutti i cablaggi.

MV-620-Suzuki-40_90_4

A prua, al verricello dell’ancora è riservato il musone di vetroresina e un gavone facilmente raggiungibile anche se coperto da un cuscuino su misura. Il resto del solarium (dimensioni totali 190 cm di lunghezza per 135 cm di larghezza) nasconde un altro gavone molto capiente (rifinito lucido anche all’interno) con un’ulteriore botola di accesso alla sentina. Il lato maggiore del solarium segue una linea curva per sfruttare al meglio lo spazio lasciato a sinistra dalla consolle disassata. Non si può non sottolineare la cura nella costruzione del portellone, realizzato sottovuoto per infusione come tutto il resto dei manufatti di vetroresina, in primis la carena.

MV-620-Suzuki-40_90_5

Passo a poppa per ammirare la seduta che non lascia scelta, se si vuol condurre in piedi si dovrà rinunciare a qualsiasi supporto lombare. In compenso la spalliera è ribaltabile e con un semplice movimento si crea un secondo prendisole (dimensioni 140 x 140 cm) anche a poppa, mentre per raggiungere le due plancette ai lati del fuoribordo è previsto un inserto di vetroresina sui due lati. Generoso il gavone sottostante, per essere aperto non richiede di togliere la cuscineria che è realizzata dallo stesso cantiere con un’imbottitura a cellula chiusa, quindi può cadere in acqua senza conseguenze. A poppa estrema le plancette terminano in corrispondenza dei tubolari, ne consegue che i 6,20 metri di lunghezza sono reali e tutti di barca; questo va a restringere il pozzetto del fuoribordo, comunque più che sufficiente per poterlo sollevare.

MV-620-Suzuki-40_90_7

Suzuki DF40A vs Suzuki DF90A

Quattro cilindri in linea per 1.502 cc contro i tre cilindri sempre in linea per 941 cc, così si potrebbe sintetizzare lo scontro tra i due fuoribordo Suzuki, entrambi quattro tempi come ormai il mercato impone e gli sviluppi tecnologici impongono. Il primo modello è proposto solo nella potenza di 90 cv, il secondo nella doppia taratura di 40 e 60 cv, entrambi hanno quattro valvole per cilindro. Differente il peso, a favore com’era facilmente immaginabile del più piccolo: 104 kg contro 155 kg. Entrambi godono del raffinato sistema di iniezione Lean Burn che tara l’erogazione di carburante in base alle condizioni operative, fornendo al motore il rapporto carburante/aria ottimale, a tutto vantaggio dei consumi.

MV-620-Suzuki-40_90_13

Il test

Mare calmo e clima ideale, i gommoni come spesso succede durante i nostri test sono pressoché scarichi, non solo di acqua e benzina, ma anche delle tante masserizie che si solito si imbarcano, con l’unica eccezione delle dotazioni di sicurezza. Questo per dire che certamente i risultati del test ne risentono, tanto che con due persone a bordo (noi siamo in tre) in condizioni simili, il cantiere nei giorni precedenti ha registrato un paio di nodi di velocità di punta in più. In effetti, quando i cavalli sono contati, più che mai l’assetto ha la sua importanza e, per esempio, una persona seduta a pruavia della consolle faceva perdere circa 200 giri e quindi circa un nodo di velocità con entrambe le motorizzazioni.

Il primo test lo effettuo con il 40 cv (per la cronaca dotato di un’elica da 14”) e la sensazione di scarsa potenza è ben mitigata dalla generosità del motore che spinge comunque l’MV Marine 620 a una discreta velocità, più che accettabile anche il tempo di ingresso in planata di poco più di cinque secondi, mentre i 20 nodi sono raggiunti con una discreta progressione in 12 secondi. La planata minima è tenuta agevolmente a 3600 giri a quasi 10 nodi con consumi che immagino molto ridotti. Le doti marine dei gommoni MV Marine le avevo saggiate in altre occasioni in condizioni di maggiore stress e adesso sono agevolmente confermate, un po’ grazie al mare calmo, un po’ perché la scarsa potenza non può certo mettere in difficoltà una costruzione così solida e una carena collaudata. Anche i repentini cambi di direzione sono affrontati in tutta tranquillità a conferma che il binomio può garantire tranquille crociere e tanto divertimento ai suoi armatori, l’importante è accontentarsi di velocità contenute e non pretendere prestazioni velocistiche da brivido.

MV-620-Suzuki-40_90_21

Sensazioni che per altro non fornisce neppure il più potente Suzuki DF90A: si guadagna qualche nodo di velocità, la planata è raggiunta in circa quattro secondi, i 20 nodi in 7,7 secondi e i 30 nodi in 25 secondi, ma la sensazione è che il cambio di motore non garantisce quel “salto” qualitativo che invece ci si aspetterebbe. La scarsa sensibilità al trim denota una probabile altezza del motore non ottimale e forse all’elica da 19” sarebbe stata da preferire una 17”, ma sono solo ipotesi. Certo l’MV Marine 620 si conferma ottimo anche in questa situazione, i comandi come in precedenza sono precisi e sensibili, “giusti” per garantire un tranquillo controllo della barca: anche le manovre più brusche sono affrontate in totale sicurezza. La sensazione è che sarebbero necessari un po’ più di cavalli per sfruttare al meglio l’MV Marine 620 , altrimenti tanto vale accontentarsi dei 40 cv del “senzapatente”, ed è già un binomio di tutto rispetto!

Caratteristiche tecniche
Lunghezza ft ……………… m 6,20
Larghezza ………………… m 2,52
Diametro tubolare ………… m 0,40/0,54
Lunghezza interna ………… m 5,50
Larghezza interna……..…… m 1,72
Compartimenti ……….…… 5
Dislocamento scafo………… kg 560
Motorizzazione max ……… cv 150
Serbatoi carburante …..…… l 150
Serbatoi acqua ……….…… l 45
Portata persone …………… 12
Categoria CE ……………… C

Prestazioni con Suzuki DF40A
1000 giri ……… 2,6 nodi ……… 55 db
1500 giri ……… 4,1 nodi ……… 60 db
2000 giri ……… 5,1 nodi ……… 63 db
2500 giri ……… 6,4 nodi ……… 65 db
3000 giri ……… 7,4 nodi ……… 69 db
3500 giri ……… 9,2 nodi ……… 72 db
4000 giri ……… 13,0 nodi ……… 76 db
4500 giri ……… 17,2 nodi ……… 78 db
5000 giri ……… 20,2 nodi ……… 81 db
5500 giri ……… 21,9 nodi ……… 83 db
6000 giri ……… 23,1 nodi ……… 86 db

Prestazioni con Suzuki DF90A
1000 giri ……… 3,7 nodi ……… 58 db
1500 giri ……… 5,5 nodi ……… 63 db
2000 giri ……… 6,2 nodi ……… 66 db
2500 giri ……… 7,7 nodi ……… 70 db
3000 giri ……… 12,3 nodi ……… 79 db
3500 giri ……… 17,2 nodi ……… 80 db
4000 giri ……… 20,8 nodi ……… 83 db
4500 giri ……… 25,9 nodi ……… 83 db
5000 giri ……… 28,2 nodi ……… 84 db
5500 giri ……… 31,4 nodi ……… 85 db
6050 giri ……… 31,8 nodi ……… 88 db

Condizioni del test (identiche per entrambi i gommoni)
Mare calmo, temperatura 18°C, carburante l 60, acqua l 20, equipaggio 3 persone, carena pulita

Prezzi
MV Marine 620 Comfort solo scafo ………………… 21.000 euro, Iva esclusa
MV Marine 620 Fashion solo scafo ………………… 22.000 euro, Iva esclusa
Suzuki DF40A ………………… da 6.850 euro, Iva inclusa
Suzuki DF90A ………………… da 10.550 euro, Iva inclusa

Visita il sito MV Marine
Visita il sito Suzuki Marine

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.