Pensavo che… il joystick di manovra fosse un sogno e invece…

… basta guardare il catalogo di Yacht Controller per realizzare che tutti possono dotare la propria barca di un joystick di manovra o di un radiocomando per semplificare le manovre.

Yacht Controller sviluppa prodotti ad alto contenuto tecnologico tesi a rendere più sicura e tranquilla la movimentazione della barca in porto. Dopo aver progettato il famoso radiocomando su cui sono rimandati i comandi delle manette per poter manovrare da qualsiasi punto della barca, Yacht Controller ha realizzato due joystick di manovra, il JCS e il JCS Plus, che però non sono limitati a un sola particolare tecnologia, ma possono essere montati per gestire tutte le trasmissioni, comprese le classiche in linea d’asse, anche se sono su barche datate. Unico requisito: avere le manette elettroniche. Dal 2014, la società lombarda, ormai diventata leader nel suo segmento di mercato, ha chiuso il cerchio progettando un joystick di manovra, sempre adatto per tutte le barche, ma portatile esattamente come il radiocomando: è il nuovo En-Joy. La cosa più interessante è che il funzionamento non si fonda su cablaggi complicati, ma su un sistema estremamente semplice, che può essere fatto sia su una barca in costruzione che in retrofit. Va da sé che i costi di installazione si abbattono notevolmente, così chiunque può decidere di installare il proprio joystick quando meglio crede e in brevissimo tempo.

Capite ora perché il joystick di manovra non è più un sogno per chi la barca l’ha comprata prima dell’avvento di questa tecnologia? E per sfatare questo falso mito, abbiamo chiesto manforte direttamente ad Andrea Fabbri, il direttore di Yacht Controller.

Chi è Andrea Fabbri

Andrea Fabbri Yacht Controller

Andrea Fabbri vanta una lunga esperienza nel settore nautico, prima nell’area commerciale in ambito editoriale e poi alla guida di Yacht Controller, che ha portato a raggiungere importanti traguardi commerciali. Yacht Controller oggi è l’unico produttore, o quantomeno il leader, nella produzione di sistemi universali di ausilio alle manovre, cioè sistemi adattabili a tutte le barche e non sviluppati per un singolo brand motoristico, come avviene negli altri casi.

Direttore, ma io pensavo che…

… non si potesse montare il joystick su una barca “vecchia”

Yacht Controller Punto 2
Il Joystick è assolutamente adatto per ogni tipo di retrofit, la condizione minima è di avere manette elettroniche e un’elica di manovra. Se ciò non fosse già disponibile sulla barca, si è sempre in tempo a farlo, così da ottenere un pacchetto completo costituito da Yacht Controller, manetta elettronica ed elica di manovra. Ovviamente in questo caso l’intervento è più complesso e articolato, ma consente di aggiornare parte dell’impiantistica di bordo con positive ricadute sul valore complessivo della barca e un incremento anche della sua “appetibilità” sul mercato dell’usato.

Pensavo che non si potesse montare il joystick su una barca monomotore

Yacht Controller Punto 1

Si può, il requisito è sempre quello di avere le manette elettroniche e in questo caso sarebbe opportuno poter contare sia sull’elica di prua sia su un’elica di manovra anche a poppa. Anche in questo caso, l’installazione può essere effettuata tutta in un intervento unico partendo anche da una barca priva di questi apparati. Quindi, Yacht Controller, manetta elettronica ed eliche di manovra possono fare parte di un unico pacchetto che attualizza una vecchia barca senza snaturarla, ma anzi rispettando le scelte tecniche originarie.

Pensavo che il classico joystick fosse l’unico strumento di assistenza all’ormeggio

Yacht Controller Punto 3             Yacht Controller Radiocomando

Paradossalmente è nato prima il radiocomando (sempre di Yacht Controller) del joystick. Con il radiocomando si risolve anche un problema di “mobilità” sull’imbarcazione, infatti così il timoniere si può spostare senza problemi da prua a poppa avendo sempre sotto diretto controllo gli angoli più a rischio della barca. Recentemente per completare la gamma, Yacht Controller ha creato anche il joystick, che può essere installato unitamente al radiocomando, così l’armatore o il suo marinaio (ammesso che ce ne sia ancora bisogno) possono scegliere la soluzione migliore a seconda delle situazioni: con il joystick possono scegliere di starsene comodamente in plancia, invece con il radiocomando possono avvicinarsi agli angoli poco visibili della barca per manovre millimetriche.

Pensavo che dotare la mia barca con un joystick costasse molto di più

Yacht Controller Punto 1 bis             En-Joy Yacht Controller 2
A sinistra, il joystick JCS Plus, a destra il joystick portatile En-Joy

I prezzi partono da 4.950 euro a cui va aggiunta l’Iva. L’installazione standard richiede mezza giornata di lavoro da parte di tecnici formati e che costituiscono anche le nostre squadre di assistenza sul territorio. Si tratta di un intervento molto semplice, infatti non è necessario aggiungere nulla e l’installazione è fatta localmente, senza bisogno di cablare fili o centraline in sala macchine o dalla sala macchine farli salire in plancia.

Pensavo che l’installazione del joystick complicasse troppo, magari rendendo più delicata ed esposta alle avarie l’impiantistica di bordo

Yacht Controller Punto 5 bis

Yacht Controller Punto 5             Yacht Controller Punto 5 Ter
Assolutamente no, il sistema una volta spento è completamente “trasparente”, come già detto l’installazione è locale e nulla viene modificato, nessun sistema di bordo viene alterato.
In particolare con Yacht Controller Dual Band garantisce ancora più sicurezza: è infatti dotato di ben due diverse bande di trasmissione per evitare qualsiasi interferenza causata dalla presenza nelle vicinanze di eventuali apparecchi che non rispondono alle norme di Legge. Nel trasmettitore è stato aggiunto un pulsante che permette, a ricevitore acceso, di prendere il comando per ormeggiare.

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2020 BoatMag. All Rights Reserved.