Garmin acquisisce Navionics. E la cartografia diventa sempre più evoluta

Categorie: Accessori
28 Ottobre 2017
Garmin acquisisce Navionics. E la cartografia diventa sempre più evoluta

Compri un chartplotter Garmin e ti si apre un nuovo mondo nella cartografia. Questo è quanto accade grazie all'acquisizione della grande azienda italiana di cartografia Navionics da parte dell'altrettanto grande casa americana Garmin, che è ai vertici nella produzione e diffusione di strumenti elettronici e satellitari.

Navionics ha il più completo database di cartografia nautica e lacustre, con una mappatura totale dei mari e di un'infinità di laghi e fiumi attraverso carte dettagliatittisme, molte delle quali sviluppate autonomamente dall'azienda di Viareggio con l'ausilio di tecnologie avanzate come il rilevamento laser e la fotografia satellitare.

Garmin, dal canto suo, fra le molteplici srumentazioni elettroniche e satellitari produce chartplotter a tutti i livelli, dal prodotto base a quello estremamente evoluto, e con questa manovra la casa americana, oltre a offrire strumenti sempre più completi e di pronto utilizzo appena spacchettati, dà anche un bel boost alla sua offerta nell'ambito della cartografia.

Una manovra
che permette
di integrare
la cartografia
Navionics con
la BlueChart
già sviluppata
da Garmin

L'azienda americana, infatti, già detiene la cartografia Garmin BlueChart G2 disponibile nelle versioni HD e Vision HD, con mappe ad alta precisione dei dettagli e con funzioni interattive, che a loro volta supportano altri software come l'Autoroute Guidance, giusto per citarne uno, che traccia automaticamente la rotta per evitare ostacoli sommersi, secche, scogli, ponti bassi ecc.

Integrando i dati della cartografia Navionics con quelli della Garmin BlueChart, l'azienda americana potrà dunque sviluppare e offrire mappe dall'evoluzione senza precedenti.

Ma questa acquisizione non metterà il brand Navionics nel cassetto, anzi, continuerà a vivere di vita propria, non fosse altro per come è conosciuta a livello globale dai diportisti di tutto il mondo, che navigano con le sue mappe e che potranno continuare a essere assistiti dalla rete esistente dell'azienda italiana.

Navionics ha sede a Viareggio. È stata fondata da Giuseppe Carnevali, che ne è anche il presidente, e impiega uno staff di 350 persone che opera in una rete estesa su tutti i continenti del mondo.

Condividilo a un amico

Claudio Russo

Inizia nella nautica, che poi lascia per fare esperienze in vari altri settori della comunicazione. Diventa giornalista e passa nella sfera dello sport, dove ha partecipato anche alla realizzazione di alcuni fra i primi siti d'informazione in ambito calcistico e delle Olimpiadi di Sydney 2000. Nel 2002 torna nella nautica come caporedattore di un mensile fino alla nuova sfida raccolta nel 2013 con BoatMag.
Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

magnifiercrossmenu