Novità 2018: Azimut Grande 35 Metri e 27 Metri, Azimut S7 e 60 e Benetti Fast 125’ Skyler, vi bastano?

Il Gruppo Azimut Benetti si presenta a Cannes con un’articolata serie di anteprime: ben cinque modelli dall’Azimut 7S al Benetti Fast 125’ Skyler.

Quando un cantiere sforna così tante novità vuol dire una sola cosa: è in ottima salute e soprattutto ha tanti stimoli per soddisfare sempre meglio le richieste di una clientela che spazia da chi è alla ricerca di una barca da crociera a chi invece punta su un maxiyacht esclusivo. Difficile che non possa trovare una risposta nel ricco catalogo del gruppo italiano.

Azimut 60 Fly

Il design esterno e il concept del nuovo 60 Fly (18,01 m di lunghezza per 4,95 m di larghezza), che amplia ulteriormente la collezione Flybridge di Azimut Yachts, è firmato da Stefano Righini ed è caratterizzato da linee slanciate a cui si affiancano elementi stilistici conosciuti, come la prua trapezoidale che si unisce all’ampia finestratura della tuga a taglio di diamante e il ribassamento della falchetta in concomitanza con il salone, per dare una visuale sul mare senza limiti dall’interno. Anche il flybridge di grandi dimensioni offre un’ottima abitabilità. Gli interni curati dal celebrato architetto Achille Salvagni, evocano il tema del viaggio sportivo ma elegante, pratico e sofisticato. L’Azimut 60 Fly sarà proposto in due versioni denominate Riviera e Gran Milano. In entrambe, superfici ed essenze scure lucide si alternano a pareti e porzioni di celino trattati con essenze chiare e grandi partiture in pelle. Layout a tre cabine e tre bagni oltre alla cabina equipaggio, motorizzazioni MAN da 800 cv l’uno per una velocità di 32 nodi ed un comfort assoluto.

Azimut S7

È disponibile nelle versioni Coupé e Sportfly questa barca di 21,3 m di lunghezza per una larghezza di 5,3 m; la motorizzazione è affidata a tre Volvo Penta IPS 1050 per un totale di 2.400 cv che dovrebbero garantire una velocità massima di 35 nodi e una di crociera di 31 nodi. Gli esterni, disegnati da Stefano Righini, propongono gli stilemi propri della collezione, ai quali però si affianca un inedito disegno delle finestrature della tuga a taglio di diamante. Gli interni offrono quattro cabine più quella dell’equipaggio e sono il risultato del lavoro di Francesco Guida che, nella prima collaborazione per il marchio Azimut Yachts, ha rivoluzionato le soluzioni tipicamente adottate su questa tipologia di barche. L’adozione dei Volvo IPS, oltre al miglioramento delle prestazioni e dei consumi, consente un ulteriore beneficio in termini di spazi sottocoperta, permettendo di creare una zona vivibile di ben 13 metri lineari e un garage.

Azimut Grande 35 Metri

È la nuova ammiraglia della Collezione Grande, la linea più esclusiva di Azimut Yachts. Il progetto degli interni, che prevede cinque cabine, è stato affidato all’architetto Achille Salvagni, mentre gli esterni sono stati progettati da Stefano Righini. Il profilo dell’imbarcazione è filante e caratterizzato dalle finestrature a tutta altezza di grandi dimensioni, sia a prua che nel salone. Originale l’opzione di aggiungere un ulteriore sun deck di quasi 30 mq sul terzo livello, accessibile da poppa; tutta la sovrastruttura e l’hardtop sono realizzati in fibra di carbonio. La lunghezza fuori tutto di Azimut Grande 35 Metri è di 35,17 m per una larghezza di 7,5 m; la motorizzazione è affidata a una coppia di MTU 16V2000 M93 da 2×2.400 cv per una velocità massima di 25,5 nodi che diventano 21 nodi di crociera.

Azimut Grande 27 Metri

In Azimut si sono innamorati del carbonio (vedi il nostro approfondimento tecnico per capirne i reali vantaggi) e con questa fibra utilizzata su Azimut Grande 27 Metri “ha dato la possibilità di espandere i volumi a bordo verso nuove frontiere senza penalizzare la stabilità dinamica dell’imbarcazione”, in parole più semplici una sovrastruttura più leggera non alza eccessivamente il baricentro della barca. Il risultato è un 27 metri con una suite armatoriale a tutto baglio sul ponte principale e un layout a tre o quattro cabine su quello inferiore. Gli esterni, progettati da Stefano Righini, propongono i nuovi tratti distintivi della collezione: una prua verticale nella sezione superiore e due finestre laterali a tutta altezza che regalano una bella vista sul mare dalla cabina dell’armatore. Gli interni sono stati invece progettati da Achille Salvagni, che ha creato tre diverse possibilità di arredamento: Dolce Vita, Gran Milano e Riviera. Questi i principali numeri del Azimut Grande 27 Metri: lunghezza fuori tutto 26,78 m, larghezza 6,59 m, motorizzazione MAN V12 2×1.900 cv, velocità massima 27 nodi, velocità di crociera 24 nodi.

Benetti Fast 125’ Skyler

È costruito in materiale composito e fibra di carbonio presso il cantiere di Viareggio questo Benetti Fast 125’: uno yacht a quattro ponti di 38,1 m di lunghezza ft per una larghezza di 8,45 m. Le linee esterne, decisamente sportive, sono opera di Stefano Righini, mentre i lussuosi interni, che prevedono cinque cabine più quelle dell’equipaggio, sono stati progettati da Redman Whiteley Dixon. L’armatore ha richiesto diverse personalizzazioni come il grande ricorso a mobilio di grandi nomi del design, tra cui Glyn Peter Machin, Sutherland, Minotti e Meridiani. Il Benetti Fast 125’ Skyler è equipaggiato con una coppia di MTU 12V 2000 M94 per un totale di 2.636 cv abbinati all’innovativo sistema di propulsione sviluppato da Rolls Royce specificamente per la linea Fast 125’: l’Azipull Carbon (AZP C65).

Manchette-Articolo-Mercury

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.