XCAT: intervista a Giovanni Carpitella, più veloce e sfortunato

Manca ormai pochissimo alla gara di XCAT in Australia: il Gold Coast Grand Prix è per il weekend del 21-23 Agosto. Oggi intervistiamo Giovanni Carpitella, che nelle prime gare del 2015 è stato in testa quasi sempre, ma in tutte è stato costretto al ritiro.

Giovanni Carpitella è una delle teste di serie del Mondiale UIM XCAT World Series. Solo negli ultimi otto anni, può vantare un titolo mondiale in categoria Evolution e ben 12 medaglie in campionati mondiali di motonautica in diverse discipline offshore e endurance. Ma quest’anno è iniziato in un modo controverso, se non proprio negativo.

XCatFujairahGP_0037

D. Partiamo dai risultati di quest’anno. Abbiamo fatto alcuni calcoli: tre gare disputate finora, totale di 38 giri: con T-Bone e il tuo copilota siete stati in testa per 17 giri e secondi per 13. Tre ritiri su tre gare, due volte all’ultimo giro. Sicuramente maglia nera della sfortuna. O c’è dell’altro?
Carpitella. Purtroppo la sfortuna ci ha visto veramente bene quest’anno. Abbiamo avuto delle rotture abbastanza banali, ci siamo impegnati sin da gara 1 a Fujairah ad avere tutto nuovo o revisionato a nuovo, non abbiamo lesinato su nulla. Se ci fosse stato il mio compagno di sempre e “team owner” Luca Fendi, avremmo sicuramente girato meno durante le prove libere, dato il nostro affiatamento, e non avremmo avuto problemi gli ultimi due giri come a Dubai e Cascais o addirittura all’ultimo come a Fujairah. Detto questo… saremmo abbondantemente in testa al campionato.

D. Ora l’XCAT si sposta per la prima volta in Australia. Hai già corso in altri campionati laggiù? Cosa ti aspetti? C’è la possibilità di fare un buon risultato?
Carpitella. Non ho mai corso in Australia,ho partecipato a un campionato del mondo nel 2000 in Nuova Zelanda, ad Aukland, finendo secondo. Credo ci sarà un’organizzazione impeccabile, Tom Barry Cotter, con il quale siamo amici da molti anni, mi ha confermato che la location è incredibile. So che il circuito si svolgerà all’interno di una laguna e sarà tortuoso… quindi gara su mare piatto assoluto e molte virate.

D. La barca è partita da parecchio tempo. Siete riusciti comunque a lavorare prima per migliorare performance e affidabilità? O viceversa ci lavorerete nei giorni subito prima della gara?
Carpitella. Purtroppo non abbiamo alcuna possibilità di lavorare né prima della partenza né prima della gara per migliorare le prestazioni. Ci siamo portati del lavoro a casa per migliorare l’affidabilità.

D. Il governo di Gold Coast e quello Australiano credono molto in questo evento. Ci saranno anche due team australiani in gara. Credi che l’XCAT come spettacolo possa dare un buon valore aggiunto alla località ospitante? E viceversa, credi che il pubblico e i media locali daranno importanza a questa gara e al Campionato?
Carpitella. Credo ci sarà un grande pubblico, so che hanno pubblicizzato molto l’evento, spero che riusciremo a dare spettacolo per poterci così garantire un ritorno, magari in un’altra location analoga, per diffondere il nostro sport ancora di più.

XCAT_FujeiraGP__0150

D. Sei già stato in condizione di fare delle rimonte “impossibili” in qualche campionato precedente della tua carriera? Qual è l’obiettivo finale considerando che siete molto indietro in classifica ma che mancano ancora quattro gare? Avete avversari diretti da battere “a tutti i costi”?
Carpitella. So per esperienze passate che il campionato si chiude o con la matematica o con l’abbassarsi dell’ultima bandiera a scacchi. Quattro gare non sono molte e non sono poche, considerando che dalla gara di Nizza ritornerà Luca Fendi, la possibilità di una rimonta almeno a medaglia è possibile.

D. Chi vedremo in abitacolo con te sulla barca T-Bone Station per questa gara? Tu come sempre alle manette, ma chi ci sarà al tuo fianco al timone?
Carpitella. La gara di Gold Coast la farò con l’ennesimo pilota nuovo. Purtroppo come dicevo Luca rientrerà solo da Nizza in avanti. In questo weekend Darren Nicholson sarà alla guida con me, è un altro pilota australiano che partecipa a questa gara, speriamo sia fortunato e ovviamente speriamo di far bene nella sua gara di casa.

L’azione comincia venerdì 21 agosto con le prove libere, continua sabato con Speed Cat Run (gara a eliminazione diretta) e prove crono, per culminare nella gara vera e propria di domenica 23 agosto.

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.