Cantieri Estensi 545 Goldstar, l’intramontabile fascino delle lobster

Una formula senza tempo interpretata nel migliore dei modi da questo Cantieri Estensi 545 Goldstar, un’aragostiera lussuosa e performante.

Per il loro rilancio i Cantieri Estensi hanno scelto le linee classiche di modelli lontani dalle mode, i lobster della gamma Goldstar e i trawler della serie Maine. Comune a entrambe le gamme, e in particolare a questo Cantieri Estensi 545 Goldstar, uno stretto rapporto con il mare e la navigazione, ma anche pronte a fare bella figura in porto, almeno tra gli appassionati più competenti. Senza dimenticare l’elevata qualità della costruzione in infusione e delle finiture senza risparmi sulla scelta dei materiali, che ne fanno degli oggetti unici, per i quali si può anche affrontare un prezzo d’acquisto piuttosto impegnativo.

cantieri-estensi_545-gs_10

Cantieri Estensi 545 Goldstar, la coperta

Ispirarsi alle lobster boat vuol dire sviluppare il disegno esterno della barca secondo dettami abbastanza rigidi, che prevedono un contenuto slancio prodiero e una coperta declinata su linee morbide e inevitabilmente un po’ retrò. Non fa eccezione il Cantieri Estensi 545 GoldStar, che interpreta la formula con piacevole gusto, senza trascurare di corredare il tutto con una carena dal deadrise di 19°, importante ma non estremo, così da garantire anche la “marinità” della carena che, se per le aragostiere originali era un punto fermo, magari per quelle da crociera lo è un po’ meno… ma in questo caso la tradizione è rispettata.

Anche lo sviluppo del layout esterno segue i canoni della tradizione, con il classico pozzetto poppiero facile da raggiungere dalla spiaggetta di generose dimensioni, la passerella è a scomparsa, mentre il tender trova posto nell’apposito garage che si apre sullo specchio di poppa. Il divanetto del pozzetto lascia immaginare una dinette facile da allestire, con un tavolino che però non è montato sulla barca in prova. Per accedere a prua entrambi i passavanti sono facilmente raggiungibili e ben dimensionati, così come l’area prodiera che presenta il classico solarium, ben dimensionato ma privo di tutti quegli accessori, dai portabicchieri alle casse hifi, che certo i pescatori di aragoste non avrebbero apprezzato, ma forse gli ospiti dell’armatore sì.

cantieri-estensi_545-gs_6

Cantieri Estensi 545 Goldstar, gli interni

È qui che il Cantieri Estensi 545 Goldstar offre il meglio di sé. Anche in questo caso il layout è abbastanza canonico, ma quello che piace e conquista è la cura riposta in ogni minimo dettaglio, a cominciare dalla lavorazione e dal disegno degli arredi, un riferimento per qualità dei materiali, gusto nella scelta delle tonalità, delle essenze come delle stoffe e dei pellami. Superando la porta di cristallo, dall’apertura sufficientemente ampia per creare un unico ambiente con il pozzetto, si trova a sinistra il mobile cucina, quindi baricentrico tra dinette aperta e quella coperta che è subito a pruavia, allestita con due divanetti e tavolo centrale. Sul lato di dritta, un ampio divano a L crea il living principale, seguito verso prua dalla plancia di comando, che dispone di una porta laterale e si caratterizza per un design semplice, dove si riesce a far convivere i moderni monitor, che hanno sostituito la strumentazione analogica, con un timone più classico.

È il momento di scendere sul ponte inferiore. Devo ripetermi: gli arredi sono di livello assoluto, mentre il layout prevede tre cabine, quella dell’armatore a prua e le altre appaiate a centro barca, servite da due bagni, quello della padronale in esclusiva e l’altro condiviso. Per la verità, una delle caratteristiche del Cantieri Estensi 545 Goldstar, così come di tutti gli altri modelli del cantiere, è l’estrema personalizzazione, così da adattarlo alle esigenze di ogni singolo armatore, per esempio ricavando la cabina per il marinaio, oppure riducendo il numero dei locali per dare maggior agio all’armatore e a una coppia di ospiti.

cantieri-estensi_545-gs_13

Cantieri Estensi 545 Goldstar, il test

La barca in prova era motorizzata con una coppia di Volvo Penta D11 da 725 cv l’uno con trasmissioni a linea d’asse come la tradizione richiede, anche se il joystick che troneggia in plancia sottolinea il pieno ricorso alle nuove tecnologie per aiutare il driver nelle manovre. Se si rinunciasse al garage, si può optare per una trasmissione V-drive con un arretramento dei motori e quindi maggiore spazio per le cabine.

Il Cantieri Estensi 545 Goldstar naviga esattamente come me l’aspettavo, buon passo anche su un mare complesso come quello fuori dal porto di Cannes, reso infido dalle tante scie delle barche in prova. Il passaggio sulle onde, prese in tutti i sensi (perché è così che arrivano), evidenzia una decisa capacità di affrontare ogni tipo di mare, mai un impatto violento, ma piuttosto un incedere deciso a cui corrisponde anche una solida risposta dell’intera struttura, a trasmettere la sensazione di grande robustezza. Ampio il raggio di virata, come è lecito attendersi su una barca a linea d’asse, e sorprendente l’accelerazione in considerazione del dislocamento importante: in 10” si è in planata e in 22” alla velocità massima, cioè 31 nodi. Per la verità il cantiere dichiara 33 nodi che credo siano raggiungibili in condizioni di mare più calmo e con meno persone a bordo. La planata minima è tenuta a 12 nodi e poco meno di 1300 giri con un consumo di 59 l/h. Quindi anche navigare in maniera (relativamente) economa è possibile con il Cantieri Estensi 545 Goldstar, l’ultima verifica che cercavo.

Leggi anche la presentazione del Cantieri Estensi 535 Maine

cantieri-estensi_545-gs_8

I numeri del Cantieri Estensi 545 GS

  • Lunghezza ft …………………………… m 16,90
  • Larghezza ……………………………… m 5,00
  • Dislocamento ……………………… kg 20.000
  • Motorizzazione ……………………… Volvo Penta D11 2×725 cv
  • Serbatoio carburante …………… l 2200
  • Serbatoio acqua …………………… l 800
  • Cabine …………………………………… 3
  • Portata persone …………………… 12
  • Omologazione CE ………………… A

Prestazioni

  • 600 giri ……………… 6,2 nodi ………… 8,3 l/h ………… 60 db*
  • 1000 giri ……………… 9,5 nodi ………… 28 l/h ………… 64 db*
  • 1500 giri ……………… 15 nodi ………… 84 l/h ………… 67 db*
  • 2000 giri ……………… 24 nodi ………… 148 l/h ………… 71 db*
  • 2550 giri ……………… 31 nodi ………… 270 l/h ………… 75 db*

*misurazione effettuata in pozzetto con le porte chiuse

Condizioni della prova

  • Mare leggermente mosso, temperatura 32°C, carena pulita, carburante 800 l, acqua 800 l, equipaggio 9 persone

Prezzo (Iva esclusa)

  • Volvo Penta D11 2×725 cv ………………… 923.000 euro

 

Manchette-Articolo-Mercury

Notizie correlate

Commenti chiusi

Copyrıght 2019 BoatMag. All Rights Reserved.