Monte Carlo MC6S, sportivo con charme

Il Monte Carlo MC6S perde il fly ma non è un semplice hardtop, quindi più sportivo ma sempre confortevole e con tutto il fascino di un marchio prestigioso.

Il giochino si ripete ed è giusto così. Quando un’intuizione si rivela azzeccata è opportuno riproporla, così anche sul Monte Carlo MC6S, dopo averlo già fatto con successo sul MC4S e sul MC5S compare il “demifly”. A questo punto non si può più neppure parlare di innovazione perché la formula è abbondantemente collaudata: via il fly, ma al suo posto non il semplice hartop ma un minifly poppiero, che lascia spazio al tettuccio apribile sulla plancia di comando, ma al contempo offre un solarium sopraelevato accogliente ed esclusivo.

monte-carlo-mc6s_13

Monte Carlo MC6S, la coperta

Si sviluppa tutto in coperta il tratto distintivo del Monte Carlo MC6S, quindi tanto vale imboccare subito la scaletta e vedere cosa riserva il “demifly”. Per la verità più di quanto mi aspettassi: non c’è solo il solarium, ma anche una completa dinette con divano a U che, volendo, potrebbe andare ad ampliare considerevolmente la cuscineria, ma con il tavolo alzato è in grado di ospitare comodamente sei persone. C’è anche una ghiacciaia e verrebbe quasi la voglia di prevedere un piano grill… in realtà la cucina si trova sul ponte principale proprio in corrispondenza della comoda scala e quindi ci si può accontentare.

A questo punto la dinette in pozzetto quasi la trascuro, anche perché sono attratto dalla consolle di manovra con joystick che si cela sotto una ribaltina a dritta: così l’ormeggio è ancora più facile che non con la postazione di comando sopraelevata. Sempre a poppa merita una visita la cabina del marinaio con l’accesso dalla generosa plancetta poppiera, lo spazio è più che vivibile e, se si naviga senza equipaggio, è un posto in più con grande privacy. Non resta che imboccare uno dei due comodi e ben protetti passavanti per accedere alla zona prodiera, dove il tradizionale prendisole è sostituito da due chaise longue che è possibile conformare secondo le proprie esigenze, anche questa un’idea già vista sul MC6 e indubbiamente valida.

monte-carlo-mc6s_12

Monte Carlo MC6S, gli interni

Qui si cambia poco. Se si vuole fare un confronto si può andare a leggere la prova del MC6, ma tanto era razionale quel layout tanto lo è questo con, in più, il tettuccio apribile sopra la plancia di comando. Quest’ultima mantiene la sua posizione centrale e sopraelevata rispetto al piano del ponte principale con, di fianco a dritta, un divanetto per chi vuole partecipare alla conduzione del Monte Carlo MC6S e godersi il fresco del top aperto. Per il resto è tutto identico, cambia solo la tonalità dei legni (qui un po’ più scuri). Sul ponte principale la cucina è baricentrica anche al pozzetto e raccolta in un pratico mobile a U con, a pruavia, la dinette coperta.
Sul ponte inferiore, la cabina dell’armatore è a centro barca, con il locale toilette diviso in due box (doccia e wc) e il lavello a vista sulla murata di dritta, mentre a sinistra si allunga un mobile basso: entrambi lasciano passare abbondantemente la luce del doppio oblò segno distintivo dei Monte Carlo. La cabina vip è a prua con il classico letto centrale doppio, come doppie sono le due cuccette della cabina ospiti, eventualmente divisibili. Anche queste due cabine sono dotate di locale toilette dedicato con box doccia separato.

monte-carlo-mc6s_9

Monte Carlo MC6S, il test

I dati riportati qui sotto sono stati rilevati dal cantiere. Per le mie impressioni rinvio al test del MC6 che montava le medesime motorizzazioni e infatti i risultati sono perfettamente allineati, considerando che durante il test precedente il mare era calmo, mentre in questo caso i tecnici del cantiere hanno trovato un mare un po’ più formato.

monte-carlo-mc6s_2

I numeri del Monte Carlo MC6S

  • Lunghezza ft …………………………… m 18,35
  • Lunghezza scafo ……………………… m 15,97
  • Larghezza ………………………………… m 4,93
  • Immersione ……………………………… m 1,17
  • Dislocamento a vuoto ……………… kg 19628
  • Motorizzazione ………………………… Cummins QSC 8.3 Zeus 2×600 cv
  • Serbatoio carburante ……………… l 2×1100
  • Serbatoio acqua ……………………… l 2×400
  • Portata persone ……………………… 14/16
  • Omologazione CE …………………… B/C

Prestazioni (test cantiere)

  • 1000 giri ……………… 7,6 nodi …………… 24 l/h
  • 1200 giri ……………… 8,9 nodi …………… 36 l/h
  • 1400 giri ……………… 10 nodi …………… 52 l/h
  • 1600 giri ……………… 11 nodi …………… 68 l/h
  • 1800 giri ……………… 12 nodi …………… 85 l/h
  • 2000 giri ……………… 13 nodi …………… 91 l/h
  • 2200 giri ……………… 15 nodi …………… 106 l/h
  • 2400 giri ……………… 17 nodi …………… 121 l/h
  • 2600 giri ……………… 20 nodi …………… 144 l/h
  • 2800 giri ……………… 23 nodi …………… 173 l/h
  • 3000 giri ……………… 26 nodi …………… 198 l/h
  • 3070 giri ……………… 27 nodi …………… 202 l/h

Prezzo (Iva esclusa)

  • Cummins QSC 8.3 Zeus 2×600 cv ………………………… 857.500 euro

 

Manchette-Articolo-Mercury

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.