Arcadia A100, ecco M/Y Aria S megayacht con super fotogallery

Finalmente svelati tutti i dettagli del nuovo Arcadia A100, del suo originale fly che si trasforma in un terzo ponte e delle verande di alluminio su quello principale.

Se la costruzione di vetroresina e la carena semiplanante lunga 31,06 metri fuori tutto seguono le tradizioni del cantiere, la lunghezza dello scafo di 29,19 metri e il notevole baglio di 7,75 m sono inusuali su yacht di queste dimensioni. Arcadia A100 ha una stazza lorda leggermente superiore a 200 tonnellate, così da rendere unici gli spazi di bordo, assicurando volumi e soluzioni tipiche di yacht molto più grandi, come la presenza di oltre 50 metri quadrati di superfici vetrate laterali apribili.

Aracadia A100, un layout per ogni armatore

Il cantiere propone numerose varianti di layout degli interni, da quattro o cinque cabine, così da soddisfare le esigenze di ogni armatore. Il ponte principale, collegato direttamente con sky lounge e pozzetto, ospita sia il salone sia la zona pranzo, dando vita a un’unica area conviviale, mentre a prua la versione standard prevede una family room di circa 30 mq. Le vetrate a tutta altezza e la presenza di pannelli solari donano a questo yacht un look esclusivo e molto moderno: il doppio pannello vetrocamera che incorpora le celle fotovoltaiche sulla sezione superiore della sovrastruttura è un tratto caratteristico di ogni modello Arcadia. L’intera zona living può trasformarsi in un grande patio sul mare grazie alle porte scorrevoli laterali e alle terrazze.

Lo scafo numero 1 di Arcadia A100 è il M/Y Aria S che ha un layout a cinque cabine, con la suite armatoriale a pruavia del ponte principale. Il letto è al centro rivolto verso prua, il bagno e la dressroom, con attigua zona vanity, sono perfettamente integrati. Grazie alle finestrature laterali a tutta altezza e al soffitto a vetrata, l’armatore può godere di una vista sull’orizzonte e in alto fino al cielo. Sul ponte inferiore spicca una suite vip di 35 mq servita da due bagni con un’area studio-living privata e zona TV. Questa grande suite, grazie a una paratia mobile a centro barca, può essere suddivisa in due confortevoli cabine, ognuna dotata di bagno. A completare, oltre ad altre due cabine ospiti, sul ponte inferiore troviamo una spaziosa zona equipaggio e un garage in grado di ospitare un tender di 4,45 metri, due moto d’acqua e giochi acquatici.

Arcadia A100 e il terzo ponte convertibile

Arcadia A100 è caratterizzato da un nuovo concetto di sky-lounge, convertibile in un terzo ponte interamente chiuso e protetto dalle finestrature laterali che possono essere sollevate fino a incontrare l’hardtop, esattamente come accade per le auto. Pertanto l’interno diventa più flessibile e sfruttabile con ogni meteo: climatizzandolo con aria condizionata o proteggendolo con cattivo tempo, oppure lasciandolo aperto come un tradizionale fly. Il terzo ponte è attrezzato con timoneria, salone con divani e tavolini, wet-bar ed esternamente a poppa una terrazza solarium.

Lo scafo dell’Arcadia A100 è denominato NPL dopo che al National Physical Laboratory of England sono stati condotti test per determinare la miglior forma e il miglior rapporto lunghezza-baglio in termini di efficienza idrodinamica: il tutto per ottenere prestazioni efficienti con potenza limitata. Questo riduce in maniera significativa i consumi di carburante e i relativi costi di gestione, se comparati a quelli di yacht di analoghe dimensioni. Attualmente Arcadia A100, con due motori MAN V8 di 1000 cv ciascuno, raggiunge la velocità massima di circa 18 nodi e una di crociera di 16 nodi. A 14 nodi, il consumo è di soli 150 litri/h e a 10 nodi si riduce ulteriormente a 50 litri/h.

L’elevata autonomia di navigazione di A100 è incrementata anche dal ridotto utilizzo dei generatori, poiché la produzione elettrica è affidata ai pannelli solari che coprono quasi interamente la sovrastruttura. La nuova generazione utilizza cellule monocristalline con otto lati ciascuna (invece di quattro), ottenendo una maggiore efficienza. Se prima si ottenevano 3,5 kW, oggi i pannelli generano quasi 5 kW: circa il 40% in più.

Vai a vedere anche il primo Arcadia 85S

Manchette-Articolo-Mercury

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.