Nuovo layout e più espositori previsti per il Salone Nautico 2017. Dal 21 al 26 settembre

All’apertura dei battenti, dal 21 al 26 settembre, il Salone Nautico compirà 57 anni e si prepara all’edizione 2017 con prospettive confortanti sostenute anche dai dati ufficiali dei leasing stipulati nel 2016.

A poche settimane dall’apertura delle iscrizioni degli espositori, l’Ucina ha registrato una percentuale di adesione dell’82%. Non è chiaro se questa quota si riferisce al totale degli espositori dell’anno scorso o di un più ampio bacino dei potenziali espositori, fatto sta che, sempre secondo quanto annotato dall’Ucina, di questo 82%, la metà (il 51% per l’esattezza) ha dichiarato l’intenzione di ampliare lo spazio espositivo e, nel caso dei cantieri costruttori, il numero di barche esposte.

Manchette-Newsletter-BoatMagE ad essere attratti dallo spirito positivo del Salone Nautico 2017 sono anche diversi brand stranieri che proprio in questa edizione hanno deciso di esordire a Genova confermando la propria presenza. Fra questi ci sono i marchi Wellcraft, Glastron, Four Winns, Scarab Boats (in pratica i brand del gruppo Beneteau), i polacchi di Galeon e gli americani di Regal e Sea Ray.

Nel frattempo, il piano terra del Padiglione B, quello che tradizionalmente ospita barche open, day cruiser, gommoni e motori fuoribordo, è dichiarato già in overbooking.

A un aumentato interesse da parte degli espositori corrisponde anche un’evoluzione del layout del Salone Nautico. Per i dettagli è ancora presto, ma è già emerso che sarà la nuova darsena, quella più esterna affacciata verso il mare aperto, a registrare l’aumento più importante degli espositori e, di conseguenza, delle barche esposte.

Novità previste anche nell’area dei grandi motoryacht e dei superyacht, che prevede un progetto di creazione di una Business Lounge collegata all’ingresso della fiera da una “boulevard” dedicata. In realtà, un progetto simile era stato lanciato anche per l’edizione 2014, in quel caso era il Super Made in Italy (vedi immagine sotto) , ma non arrivò a uno sviluppo completo.


Un’immagine dell’area Super Made in Italy progettata
per l’area superyacht dell’edizione 2014 del Nautico.

Per il resto, il Salone Nautico conferma la propria vocazione a raccogliere tutte le aree merceologiche che ruotano intorno al diporto per offrire un’esposizione globale, quindi ci sarà ampio spazio anche per gli accessori, lo sport, i motori, l’impiantistica, i servizi, la portualità, l’abbigliamento sia tecnico sia fashion e molto altro ancora.

Come da tradizione, ci sarà pure una fervente attività convegnistica su argomenti di vario genere legati anche alle problematiche vissute dai diportisti.

Ma non è solo il riscontro degli espositori ottenuto finora per l’edizione 2017 a suffragare l’aspettativa di successo del Salone Nautico; lo sono anche i dati diffusi da Assilea, l’associazione che riunisce gli istituti di leasing, che ha contato un +26% di contratti stipulati nel 2016 rispetto a quelli del 2015.

In ultima battuta, non mancherà nemmeno il tocco artistico. Al Salone Nautico, infatti, ci sarà la possibilità di immergersi in un’atmosfera più “onirica” del mondo marino, attraverso una visione fatta di mare, sole e vento che Renzo Piano ha donato al Salone Nautico e che sarà interpretata dallo studio OBR dell’architetto Paolo Brescia, il quale pensa a una piazza del mare con un’istallazione che interagisca con i fenomeni naturali del mare stesso (sole, vento, onde), un giardino mediterraneo aromatico e il riutilizzo del Redwall che sarà rielaborato in una prospettiva di opera d’arte pubblica.

Manchette-Articolo-Mercury

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.