La carica dei nove: dopo i V6, Mercury lancia i nuovi V8 nella serie Verado, FourStroke e Pro XS

Il costruttore americano sostituisce l’intera gamma dei grandi fuoribordo. Quindi, dopo i V6 lanciati a febbraio, è l’ora dei Mercury Verado, FourStroke e Pro XS con architettura a otto cilindri, da 175 a 300 CV.

Si tratta del più importante sviluppo di nuovi prodotti che Mercury abbia intrapreso nei suoi 80 anni di storia. Perché in una volta sola abbiamo ben otto nuovi motori con monoblocco V8 da 4,6 litri, in particolare sono i Verado 250 e 300 CV, i FourStroke 250 e 300 CV e i Pro XS 200, 225, 250 e 300 CV. Più un “extra”: il V6 Pro XS da 3,4 litri e 175 CV. Scopriamoli nel dettaglio.

Verado 250 & 300 CV più prestazioni e un po’ meno consumi

I nuovi fuoribordo Verado ambiscono, come i precedenti, a porsi al top del segmento. La nuova piattaforma V8 offre prestazioni elevate lungo tutto l’arco di erogazione. Secondo le prove in mare svolte da Mercury, il Verado 300 risulta più rapido fino al 20% nel prendere giri e raggiunge due miglia all’ora (quasi due nodi) in più rispetto ai prodotti esistenti, offrendo al contempo un risparmio di carburante dell’8%.

I Verado V8 sono naturalmente compatibili con i Joystick Mercury e sono dotati di leve elettroniche e servosterzo elettroidraulico. Tra le altre caratteristiche, l’Adaptive Speed Control e un’attenta riduzione di rumori e vibrazioni. La nuova Advanced Mid-Section (AMS) incorpora supporti perimetrali volti a minimizzare le oscillazioni, mentre l’ampio uso di fonoassorbenti li rende fra i più silenziosi del segmento. Ma se vi piacciono i decibel, la tecnologia Advanced Sound Control permette di passare dalla modalità “tranquilla” a una decisamente più roca, per far girare chi sta intorno – senza sforare i limiti di legge.

FourStroke 250 & 300 CV, più coppia e meno chili

I nuovi fuoribordo FourStroke V8 250 e 300 CV offrono prestazioni importanti pur rimanendo silenziosi, efficienti e affidabili. L’architettura del nuovo V8, con cilindrata elevata e quattro alberi a camme, genera molta coppia soprattutto a medio regime. Ad esempio, il FourStroke 300 CV eroga fino al 9% in più di coppia nell’arco 3500-4500 giri/min. E nonostante i 4,6 litri è anche il più leggero nella classe 300 CV, di quasi cinque chili.

I clienti possono scegliere tra controlli meccanici o digitali (DTS) per l’acceleratore, e fra servosterzo idraulico o elettrico. Questa versatilità rende i Mercury Fourstroke la scelta ideale per rimotorizzare un’ampia gamma di scafi. Inoltre, i nuovi FourStroke V8 sono anche disponibili in diversi colori e possono essere personalizzati con l’aggiunta di un pannello a contrasto, come visto sui FourStroke V6 presentati a Miami. In realtà, la stessa scelta di colori è disponibile anche sui Mercury Verado di cui sopra.

Pro XS 175-300 CV ideali per la pesca e lo sport

I nuovi Mercury Pro XS comprendono le unità 175 CV a sei cilindri, e 200, 225, 250 CV a otto cilindri. Per la prima volta c’è anche una versione da 300 CV. In questo caso i clienti ideali sono i pescatori, sportivi e professionali. Tutti presentano una calandra compatta, mentre il monoblocco ad ampia cilindrata e quattro alberi a camme, unito alla tecnologia Transient Spark, fornisce una coppia elevata e un’accelerazione rapida, ideali per i tornei di pesca.

Tutti i Mercury Pro XS, sia V6 che V8, sono dotati di Adaptive Speed Control, che mantiene il numero di giri desiderato dal pilota indipendentemente dal carico o dalle condizioni, e i modelli 200-300 CV aggiungono anche i controlli elettronici dell’acceleratore, in alternativa a quelli meccanici. Un’ampia selezione di eliche Mercury completa l’offerta in termini di versatilità.

Guarda i nuovi Mercury Verado, FourStroke e Pro XS anche in questo video

Notizie correlate

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Copyrıght 2018 BoatMag. All Rights Reserved.